Interessi protetti  -  Paolo Cendon  -  09/01/2022

Sono vere tutte e due le cose

- da un lato è vero che il consenso ha una grande importanza in ambito sanitario – senza consenso il medico può procedere soltanto nell'ipotesi di stato di necessità (paziente in pericolo e inconsapevole) – e ci vorrà magari l’intervento di un amministratore di sostegno se l’interessato è non in grado di prestare quel consenso

- l’eccezione a questo principio (nel senso che neanche il dissenso del paziente può bloccare qui il sanitario o il giudice) è l’intero campo dell’obbligo di trattamento sanitario, ad esempio (a) le vaccinazioni obbligatorie, (b) il tso psichiatrico, (c) certi interventi del giudice tutelare per soggetti a rischio

- dall’altro lato è vero che il consenso non è onnipotente, né sempre necessario - il principio della protezione dell’interessato sul piano sanitario vale, in molti casi, anche a prescindere e talora anche contro la volontà del singolo – ci sono in Italia, per fortuna, centomila indicazioni normative (igiene, sanità, acqua, edilizia, cibi …) che ci salvaguardano oggigiorno contro la morte o le malattie anche se non le abbiamo sottoscritte, anche se nemmeno le conosciamo – o che ci proteggono, rispetto ai danni biologici già subiti, anche non ne sapevamo nulla: ad es, le norme sulla responsabilità civile e sugli indennizzi

- e ci sono poi tanti casi in cui chi firma una sciocchezza, di tipo sanitario, non ha comunque da temere – il sistema lo proteggerà comunque, dichiarando nullo quell’atto, se è minaccioso per la sua salute – ricordate quel film in cui per soldi Alberto Sordi cedeva un occhio e poi, un mese dopo, non aveva più voglia di adempiere? – ovviamente il suo pentimento era lecito, e se la controparte avesse per ipotesi proceduto avrebbe commesso un reato

- è un discorso che vale anche per le clausole di esonero di responsabilità: se anche la vittima firma, poi potrà chiedere ugualmente il risarcimento, perché la tutela della salute è un principio di ordine pubblico, e quindi un negozio del genere è nullo

- il seguito (testimoni di Jehova, anoressie, Di Bella, staminali, suicidio assistito, tossicodipendenza, alcol, gioco d’azzardo, dat, donazioni del rene, eutanasia, maternità surrogata ..) alla prossima puntata