Danni  -  Redazione P&D  -  18/10/2021

Una presunzione grave e precisa può bastare - Cass. civ. 24643/21

Si rende disponibile in allegato la pronuncia della Corte di cassazione che rigetta l'impugnazione avverso il provvedimento che aveva accertato, in via presuntiva, l'esistenza del danno lamentato per il patema d'animo subito in conseguenza del ritardo bell'accredito di una cospicua somma di denaro da parte della banca.


Allegati




Articoli correlati