Diritto, procedura, esecuzione penale  -  Redazione P&D  -  27/08/2022

Femminicidio Alessandra Matteuzzi, il giudice: "Padovani animato da delirio di gelosia, manifestazioni di eccezionale pericolosità"

Padovani è in carcere per l'omicidio di Alessandra Matteuzzi

L'ordinanza di convalida dell'arresto dell'uomo che ha ucciso a martellate la ex compagna. La donna lo aveva querelato: "Io spiata su Whatsapp, accettavo le sue richieste per non scatenare la sua rabbia"

BOLOGNA - Dall'inizio della relazione, Giovanni Padovani aveva avuto nei confronti di Alessandra Matteuzzi "comportamenti frutto di un incontenibile desiderio di manipolazione e controllo" , che hanno scatenato una "progressiva privazione di sempre più margini di libertà personale". Lui aveva "un desiderio ossessivo" e non riusciva ad accettare la fine della relazione con Alessandra. Lo scrive, nell'ordinanza che conferma l'arresto in carcere, il giudice del tribunale di Bologna Salvatore Romito, che ravvisa un "elevatissimo rischio di recidiva" dell'uomo, "animato da un irrefrenabile delirio di gelosia", incapace di gestire "le proprie pulsioni aggressive". Le sue sono "manifestazioni di eccezionale pericolosità e assoluta incontrollabilità e prevedibilità".

Il giudice ripercorre la denuncia della donna ( "pur bisognevole dei necessari approfondimenti investigativi"), che lo aveva querelato il 29 luglio integrando le sue parole anche il 3, 8 e 13 agosto. Un calvario. Padovani le controllava il cellulare, voleva che rimuovesse dai social i contatti di uomini, controllava che fosse davvero al lavoro chiamandola più volte e verificando di persona, le chiedeva perché era online su Whatsapp, pretendeva che smettesse di usare Facebook, si impossessava delle sue password. Se lei non obbediva, lui s'infuriava: scagliava a terra bottiglie di birra, posacenere, entrava di nascosto a casa sua, tanto che lei, nell'ultimo periodo, era costretta a stare chiusa fra le sue quattro mura.

 




Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di Marzo 2022, Persona&Danno ha servito oltre 214.000 pagine.

Libri

Convegni

Video & Film


Articoli correlati