Malpractice medica  -  Redazione P&D  -  18/12/2022

I medici ci prendevano in giro: non è nulla, siete troppo ansiosi

RISCHIA DI MORIRE DI PERITONITE, OPERATA D’URGENZA DOPO 13 ORE

---

La disavventura al San Filippo Neri di Roma di un uomo e sua moglie. La donna aveva dolori fortissimi al ventre, ma nessuno si era accorto di quanto fosse grave la situazione". Il marito disperato: "E se diventava troppo tardi?"

---

È il 29 ottobre quando la coppia arriva in ospedale. La signora Rita ha dolori fortissimi al ventre. Sarà una giornata d'inferno: visitata, con il codice azzurro in mano, per la paziente si aprono 13 ore di attesa, digiuno e spasmi. Fino a sera, fino alle 22.32, quando la donna viene trasportata di corsa in sala operatoria. 

Qualcuno finalmente si accorge di Rita e chiede un intervento d'urgenza per rimuovere l'appendicite in peritonite. Fuori, disperato, il marito Renato Tucci in lacrime. "Piangevo perché avevo paura potesse non farcela. È assurdo che nessuno se ne sia accorto prima. E se diventava troppo tardi?", si chiede Renato, 73 anni, arrabbiato per il trattamento ricevuto dalla moglie al pronto soccorso. "Adesso sta bene, è uscita dopo il ricovero, siamo a casa. E pensare che mi prendevano pure in giro gli operatori sanitari perché ero troppo apprensivo, ma vi rendete conto? Mi dicevano che era soltanto un mal di pancia".

 




Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di Marzo 2022, Persona&Danno ha servito oltre 214.000 pagine.

Libri

Convegni

Video & Film


Articoli correlati