22/11/2022

Dolo e prevenzione del danno - Paolo Cendon

La prevenzione nellarea del dolo è per certi versi più facile, per altri più difficile che altrove. Più facile perché il convenuto è, in questo caso, un soggetto ben consapevole di quanto sta per fare. Più difficile perché quel che si chiede allagente è di andare contro i suoi intenti più profondi. Lui vorrebbe agire proprio in quel modo. Per dissuaderlo occorrerà toccare le corde giuste, intimorirlo con la minaccia di qualcosa che valga più di quel progetto: tento, è anche nel tuo interesse desistere. Non ti conviene

L'autore

Nato a Venezia, allievo di R. Sacco a Pavia, Ordinario di Diritto Privato nell'università di Trieste. Fra i suoi libri, '’Il dolo nella responsabilità extracontrattuale’', Giappichelli, 1976; ‘'Il prezzo della follia’', Il Mulino, 1984; '’Parole all'indice’', Giuffré, 1994; ‘'I malati terminali e i loro diritti’', Giuffré, 2003; '’Amministrazione di sostegno’’ (con R. Rossi), Utet, 2009. Ha redatto nel 1986 il testo destinato a fungere come base per l'AdSostegno. Ha messo a punto qualche anno dopo le linee della figura del Danno esistenziale. Ha fondato nel 2006 la rivista on line ‘’Persona e Danno’’. Ha coordinato nel 2007 la redazione del Progetto per l'abrogazione dell'interdizione. Ha pubblicato nel 2016 il romanzo '’L'orco in canonica’’, Marsilio; nel 2018 ‘'I diritti dei più fragili’’, Rizzoli; nel 2020 il romanzo ‘’Storia di Ina”, Aliberti; nel 2021 ‘’Rifiorire’’, Corsiero. Presiede l’Associazione ‘’Diritti in movimento’’. Coordina a livello scientifico il ‘’Tavolo sui diritti delle persone fragili’’, presso il Ministero della Giustizia.



https://www.keyeditore.it/libri/dolo-e-prevenzione-del-danno/




immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di Marzo 2022, Persona&Danno ha servito oltre 214.000 pagine.

Articoli correlati

Altro dell'Autore