Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Persona, diritti personalità

26/03/17

I malati di Alzheimer sono a carico del SSN – di Valeria Cianciolo

Nota a Trib. Monza Sez. I, Sent., 01.03.2017

L'Italia è un Paese demograficamente vecchio, (ma non per vecchi!) nel quale aumenta progressivamente la richiesta di prestazioni sociosanitarie residenziali per le persone ultrasessantacinquenni non più assistibili presso il proprio domicilio.

È in costante aumento il numero delle persone, soprattutto anziane, colpite da permanenti patologie invalidanti in modo così rilevante da determinare non solo sofferenze, ma anche la non autosufficienza e cioè, limitazioni notevoli della loro autonomia (impossibilità di camminare, incapacità di alim ...

leggi tutto ›
 

17/02/17

Dati sensibili: quale tutela se vi sono in gioco altri diritti? - Cass. civ. 3455/17 - Valeria De Franco

Può ritenersi sussistente il diritto di prevalenza della tutela dei dati sensibili su qualsiasi altro diritto? Secondo la Corte di Cassazione non sussiste tale prevalenza poiché le norme sulle tutela dei dati sensibili vanno coordinate e bilanciate con le norme costituzionali che tutelano altri e prevalenti diritti e con le norme civilistiche in tema di negozi giuridici.

Il caso di specie attiene alla definizione di un conflitto sorto in seguito alla divulgazione di dati attinenti lo stato di salute di un soggetto, e quindi in quanto tali “sens ...

leggi tutto ›
 

16/02/17

T. Paola 9.1.2017 Diffamazione online e link di pubblicazione sentenza - Sabrina PERON

Il caso

 Con ordinanza in data 19.08.2016 data il Tribunale di Paola respingeva il ricorso cautelare promosso in via d’urgenza per ottenere la rimozione dalla pagina facebook e da un sito internet della resistente, un articolo ritenuto diffamatorio dalla società ricorrente (un istituto di credito).

In sede di reclamo, il Tribunale di Paola,  con ordinanza del 09.01.2017 che qui si pubblica, in parziale accoglimento del reclamo proposto, ha ordinato alla resistente/reclamata di: (i) “correggere” la notizia inserendo nella pagina on-line in cui l’articolo e ...

leggi tutto ›
 

15/02/17

Perché “fare testamento”? – Michela del Vecchio

Sin dai primi studi giuridici universitari associavo la successione testamentaria alla volontà di una persona, oramai avanti nell'età, di affidare agli affetti più cari i propri beni per evitare che si disperdessero: in altri termini lasciare loro un "ricordo". "Fare testamento" dunque veniva dalla sottoscritta associato alla mera disposizione dei propri averi.

Nel corso degli studi è mutata la mia opinione del "fare testamento" ma certamente è rimasta ancorata all'idea di disposizione patrimoniale, di volontà di non dispersione di quanto costruito nella vita e di contributo e memoria da lasciare alle persone vicine ...

leggi tutto ›
 

10/02/17

I bambini in età prescolare devono essere vaccinati – di Valeria Cianciolo

Nota a T.A.R Friuli Venezia Giulia 16 gennaio 2017, n. 20

 Dopo due secoli di lento ma inesorabile avanzamento delle vaccinazioni e di quasi completa eradicazione di molte e terribili malattie, si assiste ora ad una regressione della copertura vaccinale

Le ragioni sono molteplici:

- l’irrazionalità diffusa per cui le dimostrazioni ragionevoli e scientifiche sembrano al contrario rafforzare le persone diffidenti nel preesistente pregiudizio;

- l’individualismo prevalente, che porta a dimenticare gli obblighi versa la collettività;

- la crisi di autorevolezza dei medici e la fru ...

leggi tutto ›
 

08/02/17

Il diritto a conoscere le proprie origini: dall’irreversibilità alla possibilità di interpello - nota a Cass. Civ. sez. unite, 25/01/2017, n. 1946 - Linda Zullo

"Va affermata l’esistenza del diritto dell’adottato (e comunque del) nato da parto anonimo a conoscere le proprie origini con il limite dell’accertata persistenza della volontà della madre biologica di mantenere il segreto; l’esercizio del diritto trova attuazione mediante istanza dell’adottato rivolta al giudice, che dovrà procedere all’interpello della madre con modalità idonee a preservare la massima riservatezza nell’assunzione delle informazioni in ordine alla volontà della donna di mantenere ferma la dichiarazione di anonimato o di revocarla"

leggi tutto ›

 

24/11/16

Il Moby Prince e la verità processuale (parte II) App. Roma 4320/2016

 

La Corte d’Appello di Roma con la sentenza che qui si pubblica, conferma la decisione resa in primo grado dal Tribunale di Roma 19334/2011 (che può leggersi in questo sito al seguente link  https://www.personaedanno.it/onore-decoro-reputazione/il-moby-prince-e-la-verita-processuale-t-roma-06-10-2011-n-19334-ugo-a-milazzo ), che aveva riconosciuto la diffamatorietà di un’inchiesta pubblicata dall’Europeo che intendeva far luce sulla tragedia del Moby Prince (il più grande disastro della marina ...

leggi tutto ›
 

23/11/16

Google & Oblio T. Milano, G.U. Flamini n. 10374/2016 – Sabrina PERON

Google & Oblio T. Milano, G.U. Flamini n. 10374/2016 Sabrina PERON

Il tema del c.d. diritto oblio, negli ultimi anni, anche grazie alla sempre maggiore diffusione circolazione e permanenza di informazioni nella rete (e soprattutto dopo la sentenza della Corte di Giustizia Europea 131/2014, sentenza Costeja ampiamente citata anche dalla sentenza del Tribunale di Milano qui in commento), sta registrando un crescente numero di decisioni, sia in sede giudiziaria che innanzi al Garante Privacy, ai fini di una migliore e più chiara individuazione della sua portata.

Il diritto all ...

leggi tutto ›
 

12/11/16

La prostituta deve pagare le tasse - Cass. 15596/2016 - Andrea Castiglioni

La prostituzione è un'attività lecita, consistente nella prestazione di un servizio a pagamento. Pertanto deve essere sottoposta a tassazione, e, se condotta con abitualità, anche ad IVA.

 

La Guardia di Finanza accertava che una prostituta non aveva mai presentato dichiarazioni dei redditi ma, al tempo stesso, era intestataria di:

  • autovetture, anche di lusso; 
  • appartamenti;
leggi tutto ›
 

06/11/16

L’usufrutto legale dei genitori - Valeria Cianciolo

1.Introduzione all’istituto dell’usufrutto legale – 2. La funzione dell’usufrutto legale - 3. L’usufrutto legale e l’usufrutto ordinario - 4.La nuova disciplina della responsabilità genitoriale - 5. Amministrazione dei beni del minore adottato ed usufrutto legale sugli stessi

  1. 1. Introduzione all’istituto dell’usufrutto legale

Di regola, tutti i beni appartenenti al figlio minore costituiscono oggetto dell'usufrutto legale dei genitori.

Preliminarmente è utile ricordare che, ai sensi dell’art. 324 c.c.,

leggi tutto ›
 

18/10/16

Unioni civili: quando il comune discrimina - Stefano Rossi

 

«L’ignoranza – vale a dire la paura dell’ignoto – è l’origine del pregiudizio più odioso». In questa affermazione si può riassumere una delle tesi di fondo esposte nel saggio Disgusto e Umanità di Martha Nussbaum, la quale intreccia filosofia e storia ai più recenti fenomeni di intolleranza. Il problema è che nel corso del tempo la paura è assurta a guida della legislazione pubblica all’insegna di una “politica fondata sul disgusto” e di una “politica fondata sulla paura”. Nussbaum prende in esame in maniera diacronica la legislazione pubblica

leggi tutto ›
 

10/10/16

Assolto il condomino che ha distribuito volantini raffiguranti la caricatura dell’amministratore come Pinocchio - Cass. Pen. 41785/2016 - Emanuela Foligno

 

Diatribe condominiali ancora in Cassazione. Un singolare caso, se vogliamo anche a tratti simpatico, approdato dinnanzi ai Giudici di Legittimità.

Protagonista un condomino che è stato condannato dai Giudici territoriali per i reati di ingiuria e diffamazione nei confronti dell’amministratore di condominio.

Nella realtà condominiale si sà che l’amministratore di condominio è il personaggio odiato per antonomasia, ma il condomino che ha condotto la questione dinnanzi agli Ermellini è stato molto fantasioso poiché ha distribuito dei volantini con i quali ha criticato l’amministratore del cond ...

leggi tutto ›
 

03/10/16

Cambio di sesso: prima nel registro dello stato civile, poi sul tavolo operatorio - Trib. Reggio Emilia, 27/07/2016 n. 1151 - Daniela Ricciuti

In punto di mutamento di sesso, la rettifica dell'attribuzione di sesso e la modifica del nome presso lo stato civile non sono subordinate al preventivo intervento chirurgico demolitivo e possono essere autorizzate contestualmente al trattamento chirurgico primario.

 

Con la recente sentenza in oggetto, il Tribunale di Reggio Emilia supera l'orientamento giurisprudenziale tradizionale ed opta per una interpretazione nuova e costituzionalmente orientata della normativa in materia di rettificazione di attribuzione di sesso ...

leggi tutto ›
 

02/10/16

“EGO ET IVS” – Luigi TRISOLINO

1. Prospetto gnoseologico introduttivo

Per poter discorrere di principi personologici occorre avere un quadro generale del problema della individuazione dell’oggetto, o meglio, del termine subiettivo oggetto di tutela nomo-ordinamentale.

Occorre, pertanto, partire “sic et simpliciter” dalla presa di coscienza del problema della dimensione ontica dell’io, e della sua fenomenologia, per poi passare al problema della soppesata e idonea dimensione di un dover essere ...

leggi tutto ›
 

25/09/16

E il naufragar m'è dolce in questo mare. Impigliati nella rete tra il diritto di lasciar traccia e il desiderio di oblio. Brevi note sul diritto all’oblio ed i pericoli di internet. - Fabio Squillaci

E il naufragar m'è dolce in questo mare. Impigliati nella rete tra il diritto di lasciar traccia e il desiderio di oblio. Brevi note sul diritto all’oblio ed i pericoli di internet.

Lo studioso di diritto della comunicazione non può non guardare con grande attenzione alle continue svalutazioni mediatiche verso il mondo di internet. Di spaventosa attualità, in una bizzarra dialettica tra le chiacchiere da bar e le indagini della Magistratura, sono i casi Cantone e Leotta che, ciascuno pro parte hanno ravvivato il dibattito sulle insidie occulte della ret ...

leggi tutto ›
 

13/09/16

Risarcimento danni da calunnia - T. Palermo 1469/2016 – Sabrina Peron

 

 E’ noto che il reato di calunnia sanziona la condotta di chi incolpi di un reato taluno che sta essere innocente. Si tratta di un delitto istantaneo, che si consuma con la presentazione di una denuncia (o, comunque di altro atto destinato all’autorità giudiziaria), completa in tutti gli elementi (Cass. pen. 29536/2013). L'elemento psicologico del reato di calunnia, dunque, è costituito dalla consapevole innocenza dell'accusato in capo al denunciante (Cass. pen. 13034/2016). Affinché si realizzi il dolo è dunque necessario che chi formula la falsa accusa abbia certezza dell'innocenza dell'incolpato. L'erronea ...

leggi tutto ›
 

06/09/16

Tutela della reputazione tra diritto di cronaca e di critica - T. Palermo 4198/2016 – Sabrina Peron

Il nostro ordinamento riconosce e garantisce a ciascun soggetto il diritto di comunicare, diffondere e pubblicare notizie, commenti, opinioni, nonché il diritto di utilizzare ogni mezzo allo scopo di portare l'espressione del pensiero a conoscenza del massimo numero di persone (C. Cost. 22.01.1981, n. 1, che ricorda come l'art. 21 Cost. garantisca una copertura costituzionale ad un «valore cardine del sistema democratico»).

Tale libertà è riconosciuta e garantita anche a livello sovranazionale dalla Convenzione Europea dei diritti dell'uomo, all'art. 10 comma 1, che la consacra come uno tra i più importanti diritti ...

leggi tutto ›
 

02/09/16

Sulla revocabilità degli effetti risolutivi della diffida ad adempiere

 

Sulla revocabilità degli effetti risolutivi della diffida ad adempiere

Nota a Cass. Civ., Sez. II, n. 9317 del 9.5.2016 - Avv. Jacopo Alberghi

 

Con la recente sentenza in commento, La Suprema Corte affronta nuovamente la delicata questione circa la rinunciabilità, o meno, degli effetti risolutivi conseguenti ipso iure alla diffida ad adempiere.

Il fatto. La controversia origina da un contratto preliminare di compravendita. Con atto di citazione ritualmente notificato, il promissario acquirente conveniva in giudizio, innanzi al Tribunale competent ...

leggi tutto ›
 

31/07/16

Addio Margara, ma il carcere non ti dimenticherà mai - Mario Iannucci

Il Presidente Alessandro Margara ha lasciato questa vita terrena. Poche ore prima della sua morte dicevo l’altro ieri a un amico che ad Alessandro Margara, nonostante il legame di amicizia che c’era fra di noi, non ero mai riuscito a dare del tu. Ci davamo del tu con Nora Beretta, la moglie di Margara che se ne è andata pochi anni or sono: per la malattia e la morte di Nora il Presidente Margara aveva enormemente sofferto e forse quella perdita, nella mente e nel corpo, non l’aveva sopportata. Non riuscivo a dare del tu ad Alessandro Margara, nonostante i suoi inviti, non solo perché per me egli è sempre rimasto, in modo ...

leggi tutto ›
 

27/07/16

Nuovi LEA: dal SSN rimborso ai familiari per le cure a casa dei malati non autosufficienti - Carol Comand

Dalla fondazione promozione sociale onlus riceviamo, assieme al comunicato di seguito riportato, il testo della petizione di recente promossa in risposta alla bozza dei nuovi Livelli essenziali delle prestazioni sanitarie e socio-sanitarie garantite dal Ssn.

“La bozza dei nuovi Lea (livelli essenziali delle prestazioni sanitarie e socio-sanitarie che devono essere garantite dal nostro Servizio sanitario nazionale) trasmessa dal Ministro Lorenzin alla Conferenza Stato Regioni prevede che la sanità assicuri per le cure a casa dei malati/persone con di ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity