Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Malpractice medica

13/02/17

Riforma Gelli: addio alla responsabilità contrattuale del medico? - Nicola Todeschini

-In approvazione la riforma -Gelli- della responsabilità medica
-Veramente diremo addio alla responsabilità contrattuale del medico dipendente?
-Una riforma con più ombre che luci

 

Fioccano i commenti, che definire rapidi è un eufemismo, in preparazione -forse- dell'ultimo passaggio alla Camera della riforma Gelli nel testo approvato dal Senato con modifiche.

Leit motiv tra i più cliccati quello sulla presunta cancellazione della responsabilità contrattuale del medi ...

leggi tutto ›
 

11/01/17

“La cartella clinica incompleta agevola il paziente danneggiato” – Cass.22639/16 – Giorgia Bacchin

L’incompletezza della cartella clinica non giova né al medico né alla struttura ospedaliera ma, al contrario, oltre a costituire uno specifico inadempimento, fa presumere il nesso causale tra le loro condotte e il danno patito dal paziente.

 

Nel caso di specie un paziente, ritenendo di aver subito un danno a causa degli errori commessi nel corso degli interventi chirurgici cui era stato sottoposto, decideva di agire in giudizio assieme al proprio coniuge contro i sanitari, la struttura e le relative compagnie assicurative per ottener il relativo risarcimento.< ...

leggi tutto ›
 

11/12/16

Progetto di legge della Camera su relazione di cura

Si allega il testo del progetto unificato su "Norme in materia di consenso informato e di dichiarazioni di volontà anticipate nei trattamenti sanitari", approvato il 7 Dicembre dalla Commissione affari sociali della Camera dei Deputati.

«Mi pare a prima vista molto interessante e direi nel merito, quasi sorprendente dati i tempi. E' molto sistentico, ma contiene punti fondamentali di esplicitazione di principi importanti in materia di consenso e rifiuto di cure, nomina di fiduciario, ruolo dei familiari, DAT, pianificazione condivisa di cure, sui qua ...

leggi tutto ›
 

08/12/16

L'opuscolo informativo è idoneo ad acquisire il consenso informato? - Emanuela Foligno -

Cass. Civ.   Sezione III, n. 2177/2016 del 4/2/2016

La Cassazione torna ad occuparsi dello spinoso problema della correttezza nella acquisizione del consenso informato da parte del paziente.

La vicenda approda ai Supremi Giudici dalla Sicilia e vede come protagonista il Policlinico dell’Università di Messina chiamato in causa da una paziente sottopostasi a un intervento di chirurgia oculistica.

In particolare la donna è stata sottoposta a intervento di cheratomia radiale all’occhio dx e al ritocco di analogo intervento eseguito in precedenza all’occhio sx. Dopo tali interventi chirurgici s ...

leggi tutto ›
 

29/11/16

Cartella clinica incompleta: a chi spetta la prova? Cass. Civ. 22639/16 - Maria Zappia

La Suprema Corte cassa con rinvio una pronuncia della Corte di Appello di Napoli in materia di responsabilità sanitaria affermando con brevissima ma incisiva motivazione: - che la difettosa tenuta della cartella clinica consente al giudicante il ricorso a presunzioni semplici in ordine alla responsabilita’; - che in materia di malpractice medica vige il principio della vicinanza della prova in ordine al riparto degli oneri processuali. 

In ogni processo per responsabilità sanitaria, determinante, ai fini della ricostruzione del nesso causale, ...

leggi tutto ›
 

18/11/16

Riflessioni a margine del convegno sul consenso informato nell’assistenza di lungo periodo. Milano 28.10. 2016 - M. Nefeli Gribaudi

Il consenso e rifiuto informati rappresentano la sintesi di diritti fondamentali quali il diritto alla salute e quello alla libera autodeterminazione, intimamente legati alla dignità della persona, valore poliedrico, mutevole e soggettivo il quale non deve cedere il passo a fronte di un soggetto incapace o innanzi ad una prestazione sanitaria di durata; situazioni che caratterizzano in maniera sempre più significativa l'attuale realtà socio-sanitaria e che necessitano di precisi strumenti di tutela.

Compito del diritto e dei suoi interpreti è quello di dare respiro alla realtà fenomenica sia per individuare, grazie ...

leggi tutto ›
 

16/11/16

Malasanità: da quando decorre il termine per proporre querela? - Cass. pen. 44335/16 – Annalisa Gasparre

La Suprema Corte ha chiarito che il termine a partire dal quale decorre il periodo per proporre querela per il reato di lesioni colpose determinate da colpa medica inizia non da ...

leggi tutto ›
 

12/11/16

Consenso informato: la forma orale non basta

La Suprema Corte, in più occasioni, ha avuto modo di chiarire che, in tema di attività chirurgica e consenso informato, il medico viene meno all'obbligo di fornire idonea ed esaustiva informazione al paziente, non solo quando omette del tutto di riferire circa natura della cura, relativi rischi e possibilità di successo, ma anche quando acquisisce con modalità improprie il consenso, sicché non può ritenersi validamente prestato il consenso espresso in forma orale da parte del paziente (cfr. Cass. n. 19212/2015; Cass. n. 27751/2013; Cass. n. 24791/2008).

Sul punto emblematica è la sentenza della Suprema Corte n. 192 ...

leggi tutto ›
 

07/11/16

La prova del danneggiato nella responsabilità medica - Cass. Civ. 11789/16 - Massimiliano Naso

La Cassazione Civile è intervenuta su di un tema, già affrontato dalla stessa, in punto di prova fornita dal danneggiato.

La questione richiede naturalmente una breve riflessione su quelle che sono ormai le consolidate certezze in punto di responsabilità contrattuale della struttura ospedaliera, ex art. 1218 c.c., in ambito di responsabilità medica.

Le stesse certezze non si hanno per quanto riguarda, invece, il medico che, come è noto, è stato oggetto di diversi orientamenti che lo vedono invece respo ...

leggi tutto ›
 

03/10/16

Suicidio della paziente depressa: quali responsabilità per lo psichiatra? – Cass. pen. 33609/16 – Annalisa Gasparre

Il tema è complesso e non riducibile a poche battute. Di recente, però, la Corte di cassazione si è occupata di una vicenda in cui protagonista era una donna ricoverata presso una casa di cura con diagnosi d ...

leggi tutto ›
 

29/09/16

Responsabilità medica e pronto soccorso – Cass. pen. 39838/16 – Annalisa Gasparre

Un medico di pronto soccorso è stato accusato di omicidio colposo per la morte della paziente che aveva visitato per primo. Dopo la visita il medico aveva elaborato una diagnos ...

leggi tutto ›
 

27/07/16

Responsabilità medica d’equipe - Cass. pen. 18780/16 – Annalisa Gasparre

La Corte d’appello di Milano ha confermato la condanna di un medico ginecologo e di un infermiere ostetrico per aver cagionato lesioni personali gravissime, con esiti permanen ...

leggi tutto ›
 

04/07/16

Colpa dei Medici di equipe esterna dipendenti di una diversa struttura sanitaria - Cass. N. 7768 del 20/04/2016 - Emanuela Foligno

 

Questa interessante pronunzia della Suprema Corte ha trattato il caso di un neonato che a causa di ipossia durante il parto ha subito gravi danni, rimanendo in stato vegetativo. A seguito del drammatico evento i genitori hanno agito in giudizio per chiedere il risarcimento dei danni subiti anche dal minore.

Sia in primo grado che in appello i genitori hanno ottenuto il ristoro dei danni non patrimoniali per loro stessi e per il minore, oltre al ristoro del danno patrimoniale in forma di rendita vitalizia, ma hanno visto negarsi dalla Corte territoriale il risarcimento del danno non patrimoniale per perdita del ...

leggi tutto ›
 

13/06/16

La violazione del consenso informato come fonte autonoma di risarcimento - Cass. Civ. 10414/2016- Carla Nicoletti

La mancata acquisizione del consenso informato è fonte di autonomo risarcimento del danno anche qualora l’intervento chirurgico sia riuscito e fosse da considerarsi necessario.

Il caso di cui viene ad occuparsi la Cassazione è quello di una paziente, affetta da anni da crisi di cefalee, che si sottopone ad un intervento chirurgico di “settoetmoidosfenectomia decompressiva neurovascolare entronasale radicale di terzo grado”. L’intervento non era stato risolutivo ma ,al contrario, aveva aggravato la situazione di salute della donna essendo insorte ulteriori e rilevanti problematiche.

La paziente, pertanto, ...

leggi tutto ›
 

02/06/16

Responsabilità e danno da trasfusione con sangue infetto - Trib. Firenze 24.05.2016 - P. Frisani - E. Rosanò

Trasfusione con sangue infetto: oltre un milione di euro ai congiunti della vittima per danni iure proprio da perdita del rapporto parentale e per danni iure hereditatis

Il Tribunale di Firenze nella persona del Giudice dott. Luca Minniti, con la sentenza n. 1978/2016 pubblicata il 24 maggio 2016, ha condannato il Ministero della Salute, la Gestione Liquidatoria della ex USL 12 di Pisa e la Regione Toscana in solido tra loro al risarcimento del danno non patrimoniale iure proprio e iure hereditario in favore dei congi ...

leggi tutto ›
 

20/05/16

Un caso di omicidio colposo in ambito sanitario - Cass. pen. 19175/16 – Annalisa Gasparre

A seguito dell’assoluzione in primo grado, il Procuratore generale e le parti civili appellavano la sentenza davanti alla C ...

leggi tutto ›
 

15/04/16

Liquidazione inferiore alle tabelle Milanese necessita di adeguata motivazione – Cass. 3505/16 – Giorgia BACCHIN.

Nella liquidazione del danno non patrimoniale, il Giudice può scendere al di sotto della soglia minima prevista dalle Tabelle milanesi, ma occorre motivare adeguatamente le ragioni di tale discostamento.

 

Nel caso di specie le figlie di un uomo deceduto nel corso di un'operazione chirurgica per l'amputazione dell'avampiede sinistro, resasi necessaria dopo che costui era stato investito da un trattore, ricorrevano dinanzi alla Suprema Corte in qualità di eredi lamentando la mancata applicazione dei valori numerici delle tab ...

leggi tutto ›
 

13/04/16

Pronto Soccorso: ha problemi cardiaci ma viene collocato in Chirurgia… e muore – Cass. pen. 11641/16 – A.G.

Non è sufficiente accertare la violazione delle regole cautelari ma occorre provare che la condotta omessa avrebbe evitato l’evento.

Un medico di Pronto soccorso è stato accusato di omicidio colposo per la morte occorsa a un uomo con problemi cardiaci.

leggi tutto ›

 

11/03/16

"CONSENSO INFORMATO: BASTA LA CONSEGNA DI UN DEPLIANT?" - Cass. civ. n. 2177/16 - Valeria DE FRANCO

Basta la consegna di un depliant ad assolvere all’obbligo informativo dei rischi di un intervento agli occhi che il medico deve fornire al paziente prima di ottenere il suo consenso all’intervento? secondo la Corte ciò non è sufficiente poiché il paziente deve ricevere informazioni dettagliate e non generiche circa la natura, portata, estensione, rischi, risultati e conseguenze dello stesso.

La ricorrente lamentava la mancata informazione da parte del medico "in maniera esaustiva ed adeguata dei rischi conseguenti al trattamento chirurgico d ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity