Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Legislazione e giurisprudenza

26/05/17

Indennizzo delle vittime di reato: circa la pretesa necessità di escussione dei rei - C. App. Milano n. 1653/17

Si pone in allegato una pronuncia della corte di Appello di Milano nella quale non si è ritenuta necessaria la prova, da parte delle vittime interessate, della impossibilità di ottenere il risarcimento dagli autori del reato.

Si rileva, inoltre, che la pronuncia non si vuole porre in conflitto con il dichiarato intento della direttiva, quello di facilitare l'accesso all'indennizzo e soprattutto di rimuovere gli ostacoli per il suo ottenimento.

leggi tutto ›
 

26/05/17

Vittime di reato: indennizzo dallo Stato, condizioni - Trib. Torino n. 2067/17

"L’obbligo dello Stato di corrispondere un indennizzo in favore delle vittime da reato, previsto dalla Direttiva 2004/80/CE del 29.04.2004, presuppone la prova dell’impossibilità della vittima di ottenere il risarcimento del danno da parte del responsabile del reato, perché soggetto incapiente o non identificato. Ne consegue che in mancanza della predetta prova​ la domanda di indennizzo nei confronti dello Stato deve essere respinta. "


leggi tutto ›
 

26/05/17

Interesse predominante del minore e art. 388, 2° co. c.p.: quale confine? – di Valeria Cianciolo

Il Tribunale di Livorno ( cfr. provvedimento in calce) ha assolto il padre, co-affidatario dei due figli minori, dal reato di cui all’art. 388, II comma c.p. (mancata esecuzione dolosa dei provvedimenti in materia di affidamento di minori).

La circostanza che ha dato luogo al provvedimento era data dalla mancata riconsegna dei figli al termine delle vacanze estive, secondo le condizioni di divorzio, e l’ordine di immediato rientro presso la madre.

In verità, nel caso specifico non ricorre una volontarietà di inottemperanza all’ordine del giudice, ma una presa d’atto di impossibilità di adempimento. Infa ...

leggi tutto ›
 

26/05/17

Le farmacie non possono essere localizzate senza sostenibilità economica – Cons. St. 1678/17 – Alceste Santuari

La localizzazione delle farmacie incide sulle condizioni di mercato: vi è l’interesse di un farmacista ad opporsi all’apertura di una nuova farmacia nella zona territoriale in cui egli opera

Con due sentenze, segnatamente, n. 284/14 e n. 478/14, il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Trento del 10 luglio 2014, accoglieva il ricorso di due farmacisti che avevano impugnato la deliberazione del comune capoluogo con la quale l’amministrazione civica aveva disposto, a seguito di concorso pubblico indetto ed esperito dalla Provincia autonoma di Trento ex l. 1/2012, l’apertura di una nuova sede far ...

leggi tutto ›
 

23/05/17

Espropri: opposizione alla stima e illegittimità del decreto di esproprio - Cass. Civ., 22.12.2016, n. 26763 - Giuseppe Spanò

Opposizione alla stima e necessità del decreto di esproprio.
Possibilità di disapplicazione del decreto di esproprio illegittimo.

La Cassazione con la sentenza in esame, ribadisce un principio consolidato ossia che nel giudizio promosso dall'espropriato davanti al giudice ordinario per la determinazione dell'indennità di espropriazione in misura più elevata di quella fissata in sede amministrativa, la questione relativa alla legittimità del provvedimento ablatorio non costituisce premessa logicamente e giuridicamente necessaria della pronuncia richiesta, la qu ...

leggi tutto ›
 

22/05/17

La legge sul cyberbullismo

Il Parlamento ha approvato in via definitiva la legge sul cyberbullismo “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”.

Si attende, ora, la promulgazione da parte del Presidente della Repubblica e la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Il cyberbullismo è così definito: qualunque forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione e qualunque forma di furto d’identità, alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamen ...

leggi tutto ›
 

22/05/17

ASP: responsabile se il passante è aggredito da randagi? - Corte Cass. Ordinanza n. 12495/17- Valeria De Franco

Può ritenersi sussistente la responsabilità del Comune e della ASP nel caso di aggressioni subite dai passanti ad opera di cani randagi? Secondo la Corte di Cassazione non sussiste la Responsabilità della ASP qualora alla stessa siano affidati, con apposita normativa, semplici compiti di generale controllo della popolazione canina.

Il caso di specie riguarda un danno subito da una minore in seguito ad una aggressione subita da due cani randagi. Motivo per cui, i genitori della stessa citavano in giudizio il Comune e la ASP di zona per ottenere i ...

leggi tutto ›
 

22/05/17

No all’acquisto di partecipazioni in società in perdita strutturale – Corte conti Piemonte 48/17 – Alceste Santuari

Un ente locale non può acquistare quote di partecipazione di una società in perdita strutturale, in quanto tale operazione sarebbe difficilmente coerente con i canoni di efficienza, efficacia ed economicità che la P.A. deve rispettare.

La Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti per la Regione Piemonte, con parere 28 aprile 2017, n. 48, ha censurato l’acquisto di una quota di partecipazione in una società in perdita strutturale da parte di un ente locale.

In particolare, nel caso di specie, il comune, che è proprietario di tre impianti sciistici, intendeva procedere all’acquisizione di ...

leggi tutto ›
 

20/05/17

Il ddl sul fine vita. Al traguardo? – di Valeria Cianciolo

Non essendo al momento consentito nel nostro Paese congedarsi dal mondo e passare ai distinti saluti, in barba al diritto di autodeterminazione sancito dalla Costituzione, che si fa? Si fa da sé.

Lucio Magri è andato a morire in Svizzera nel 2011, Carlo Lizzani si è gettato dal balcone di casa sua nel 2013, Mario Monicelli da quello dell’ospedale nel 2010.

Citiamo i casi noti perché sono finiti sul giornale, ma i suicidi che hanno come movente la malattia, sono circa mille. E sono silenti.

Dopo la triste ribalta mediatica del noto "Caso Englaro" e del caso Welby, il dibattito italiano in tema di disp ...

leggi tutto ›
 

20/05/17

Mantenimento del genitore negato al figlio licenziato. – di Valeria Cianciolo

Nota a Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza 10 febbraio – 16 maggio 2017, n. 12063

Il dovere al mantenimento dei figli è sancito dall'art. 30 della Costituzione, dagli artt. 147 e ss. c.c. e, indirettamente, dall’art. 315-bis, comma 1, c.c. che impongono ad ambedue i genitori l'obbligo di mantenere, istruire ed educare la prole tenendo conto delle inclinazioni e delle aspirazioni dei figli, in proporzione alle rispettive sostanze e secondo la loro capacità di lavoro professionale o casalingo.

Non vi è alcuna norma nell’ordinamento che preveda che tale obbligo specifico dei genitori possa ce ...

leggi tutto ›
   

20/05/17

Comuni e società partecipate: sì alla compensazione tra crediti e debiti – Corte Conti Veneto 244/17 – Alceste Santuari

E’ legittima la compensazione tra crediti e debiti tra ente locale e società partecipata al ricorrere di determinate condizioni

Quello dei rapporti tra enti locali e società partecipate è un tema che ha nel corso degli anni attirato molto l’attenzione degli interpreti e degli operatori. In particolare, ci si chiede quale sia l’estensione del perimetro di azione dell’ente locale che ricorre agli strumenti di diritto privato per regolare i rapporti con gli organismi partecipati.

Tra gli strumenti a disposizione degli enti locali rientra anche la compensazione legale ex art. 1243, primo comma, c.c. ...

leggi tutto ›
 

19/05/17

Cessione all’estero esente da IVA, a seguito di operazione triangolare ex art. 8 coma 1 lettera a) DPR n. 63371972 - C.T.R. Bologna n. 1594/17

Operazione triangolare – cessione all’estero esente IVA- non necessità che il trasporto sia avvenuto a nome del cedente - necessità che l’operazione sia voluta dall’origine come cessione all’estero.

Art. 8 comma 1 lettera a) DPR n. 633/1972

Ai fini della configurabilità di una cessione all’estero esente da IVA, a seguito di operazione triangolare ex art. 8 coma 1 lettera a) DPR n. 63371972, non è necessario il dato formale che il trasporto all’estero sia avvenuto a cura e nome del cedente; ma rile ...

leggi tutto ›
 

19/05/17

Società partecipate e azione di responsabilità: giurisdizione del g.o. – Cass. 11983/17 – Alceste Santuari

Il g.o. è competente a decidere la controversia sull'azione di responsabilità promossa nei confronti di un amministratore unico di una società partecipata da enti pubblici

La Procura regionale presso la sezione giurisdizionale della Corte dei Conti della Puglia ha esercitato azione risarcitoria per danno erariale nei confronti dell’amministratore unico e dirigente di una s.r.l. totalmente partecipata dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che gestisce trasporto pubblico su ferrovia ed anche mediante autolinee. In ragione della configurazione in house providing della società, dei poteri riconosciu ...

leggi tutto ›
 

19/05/17

Danno da lesione del rapporto parentale: no alla valutazione puramente equitativa - Cass. civ. 18 maggio 2017, n. 12470 – Patrizia Ziviz

- Lesione del rapporto parentale derivante dal danno alla salute del congiunto

- Mancato riferimento alle tabelle milanesi

- Inammissibilità di una valutazione puramente equitativa

Una recentissima sentenza della S.C. (Cass. civ. 18 maggio 2017, n. 12470 – Rel. Rubino) formula alcune interessanti considerazioni in punto di valutazione del danno non patrimoniale derivante da lesione del rapporto parentale determinata da una grave invalidità del congiunto.

A causa di un sinistro stradale, un uomo riportava ...

leggi tutto ›
 

18/05/17

Presupposti della condotta: la categoria vale anche nella dogmatica dell'illecito civile? - Riccardo Mazzon

Discorrendo di condotta si evidenziano lacune nel diritto civile e necessità di ricorrere, quale episodio di necessitata trasversalità, alla dogmatica penalistica: così, la condotta quale elemento del fatto materiale, unitamente a evento e nesso eziologico porta con sé la preliminarietà del concetto riguardante i c.d. presupposti della condotta.

La condotta, quale concetto giuridico generalmente utilizzato in ogni settore del diritto, non trova, ad oggi, esplicita definizione normativa, né in ambito civile, né in ambito penale.

...
leggi tutto ›
 

17/05/17

Postino morsicato dal cane: quando il cartello “attenti al cane” non basta – Cass. pen. 17133/17 – Annalisa Gasparre

La sentenza di assoluzione per lesioni colpose in danno per il morso di un cane in danno di un postino è da rivedere. S ...

leggi tutto ›
 

17/05/17

La rete non basta. Il gestore autostradale deve provare il caso fortuito – Cass. Civ. n. 11785/2017 – Alessandro Menin

responsabilità civile ex art. 2051 cc - risarcimento danni - sinistro - autostrada - caso fortuito - animale selvatico 

 

Ai sensi dell'art. 2051 c.c. spetta all'automobilista dimostrare il nesso causale tra cosa in custodia ed evento lesivo, e cioè che il danno è conseguenza della inattesa e imprevista presenza sulla carreggiata di un animale selvatico con cui non aveva potuto evitare la collisione; mentre incombe sulla società di gestione autostradale dare la prova del fortuito, in sostanza deducendo che la presenza del capriolo sulla carreggiata era stata determinata d ...

leggi tutto ›
 

17/05/17

Codice dei contratti pubblici e appalti di servizi sociali e sanitari – D. lgs. 50/16 – Alceste Santuari

Il nuovo art. 142 stabilisce interessanti novità in materia di affidamenti di servizi sociali e sanitari

Il correttivo del codice dei contratti pubblici (d. lgs. 19 aprile 2017, n. 56) ha introdotto alcune novità in ordine alle modalità con cui la P.A. può procedere all’affidamento di diverse tipologie di servizi sociali e sanitari, procedure che, rispetto al sistema previgente, vengono in parte semplificate.

L’art. 142 novellato introduce un regime particolare per l’aggiudicazione di appalti con oggetto una ampia gamma di servizi alla persona, tra cui in particolare in questa preme segnalare i se ...

leggi tutto ›
 

16/05/17

Società a responsabilità limitata: discipina per quelle costituite all'estero - Riccardo Mazzon

Anche il decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 6 ha un ruolo quanto alle società costituite all'estero; in particolare, vi possono essere società estere con sede secondaria nel territorio dello Stato nonché società costituite all'estero di tipo diverso da quelli regolati nel codice civile; particolare rilievo meritano la responsabilità illimitata in caso di inosservanza delle formalità richieste dalla legge nonché le Società con prevalenti interessi stranieri.

Il capo XI del codice civile tratta delle società costituite ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity
exsigma