Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Legislazione e giurisprudenza

23/03/17

La Camera dice si al d.d.l. sul risarcimento del danno non patrimoniale – di Valeria Cianciolo

La Camera dei deputati ha approvato il 21 marzo 2017 il d.d.l. recante «modifiche alle disposizioni per l’attuazione del codice civile in materia di determinazione e risarcimento del danno non patrimoniale». Se anche il Senato darà la sua approvazione si applicheranno, per legge, le tabelle milanesi.

Nel 1995 il Tribunale di Milano  ideò  il “sistema a punto variabile”.

Di cosa si trattava? Era un sistema in cui il risarcimento complessivo del danno alla salute si otteneva moltiplicando il grado di invalidità permanente per un somma di denaro, che esprimeva il valore del singolo “punt ...

leggi tutto ›
 

23/03/17

Distanze, confini, luci e vedute: la trasformazione del tetto in terrazza - Riccardo Mazzon

Idoneità di terrazze, lastrici solari e simili a configurare veduta? Trasformazione del tetto in terrazza? Al fine di configurare la veduta di terrazze, lastrici solari e simili, è necessario che queste opere, oggettivamente considerate, abbiano quale destinazione normale e permanente, anche se non esclusiva, quella di rendere possibile l'affacciarsi sull'altrui fondo vicino.

Ulteriori considerazioni merita, inoltre, l’argomento relativo all’idoneità a configurare veduta di terrazze, lastrici et simila:

...

leggi tutto ›
 

22/03/17

Partecipate: la nuova governance – correttivo d. lgs. n. 175/16 – Alceste Santuari

La governance delle società partecipate viene sottratta al potere centrale per tornare nella disponibilità dei soci (sul territorio)

In questi giorni, il decreto correttivo del T.U. sulle società partecipate continua il suo iter di approvazione. Le correzioni apportate al testo originario riguardano, tra l’altro, anche l’assetto di governo delle società in mano pubblica.

Si ricorda che l’art. 11, comma 2, del vigente d. lgs. n. 175/16 stabilisce che “l'organo amministrativo delle società a controllo pubblico ...

leggi tutto ›
 

22/03/17

Circonvenzione di incapace e ricostituzione dell’asse ereditario– di Valeria Cianciolo

Nota a Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza 16 dicembre 2016 – 20 marzo 2017, n. 7081

Il caso. Tre fratelli convenivano in giudizio un altro fratello per far accertare e dichiarare la nullità di un atto di vendita di immobile e un atto di donazione stipulati dalla madre, poi deceduta.

La de cuius, secondo parte attrice, versava in condizioni di incapacità, dunque, era stata oggetto di circonvenzione d’incapace. Pertanto, occorreva ricostruire l’asse ereditario, quantificare i frutti maturati e procedere alla divisione.

Il Tribunale accoglieva la domanda di parte attric ...

leggi tutto ›
 

21/03/17

Amministrazione di sostegno al posto dell’interdizione: si può (e si deve)! – Decreto G.T. di Vercelli - Daniela Infantino

Amministrazione di sostegno al posto dell’interdizione: si può! – Decreto G.T. di Vercelli - Daniela Infantino. 

Pregevole il decreto del Giudice Tutelare di Vercelli di data 28 dicembre 2016, con il quale si ritiene che non debba essere disposta l’apertura della tutela, ma debba essere bensì istituita l’amministrazione di sostegno. Al di là della circostanza processuale del caso di specie, che vede disposta l’apertura della tutela nei confronti di un soggetto maggiorenne da parte del Tribunale dei Minorenni, il quale avrebbe dovuto quindi abdicare al suo potere di decidere in fa ...

leggi tutto ›
 

21/03/17

La mediazione atipica e le figure affini nel pensiero della più recente giurisprudenza di legittimità. - Antonio Arseni

La mediazione è quella attività con cui un soggetto mette in relazione due o più parti ai fini della conclusione di un affare senza necessità di un apposito incarico, in assenza di vincoli ed in posizione di imparzialità e neutralità fra le stesse. Ricorre invece la figura della mediazione atipica quando un soggetto, volendo concludere un affare, incarica altri di svolgere  le attività all'uopo propedeutiche: essa è riconducibile allo schema negoziale del mandato ex art. 1703 c.c.. Nel primo caso il diritto alla provvigione sorge nel momento della  conclusione dell'affare,  dal quale si prescinde nel secondo ca ...

leggi tutto ›
 

21/03/17

Quando il diritto del minore al rispetto della vita privata prevale sul diritto di visita dei nonni - Maria Zappia

Nota a Tribunale per il Minorenni di Reggio Calabria  decreto del 18.6.2013, Corte di Appello di Reggio Calabria Sezione Minori decreto del 27.5.2014, Tribunale per i Minorenni di Venezia decreto del 14.10.2016.            

Diritto di visita dei nonni/famiglia/minori/filiazione/tribunale per i minorenni/diritto al rispetto della vita familiare                                                            

Si commentano i provvedimenti conformi emessi, in materia di diritto di visita dei nonni ...

leggi tutto ›
 

21/03/17

Fenomeno e profilo criminologico dei maltrattamenti in famiglia - Cass. Pen. 10901/17 - Chiara Menicatti

Il delitto di maltrattamenti contro familiari e conviventi ex art. 572 c.p. si inserisce nel contesto penalistico dei delitti contro lo stato di famiglia, oggetto di riforme che hanno rivisitato in chiave più ampia ...

leggi tutto ›
 

20/03/17

Negoziazione assistita senza Notaio. La prima breccia della giurisprudenza- di Valeria Cianciolo

Nota a Tribunale di Pordenone, decreto 17 marzo 2017 Con decreto del 17 marzo 2017 il giudice Gaetano Appierto del Tribunale di Pordenone ha ordinato al Conservatore dei Registri Immobiliari di procedere alla trascrizione del trasferimento immobiliare posto che in materia di famiglia: “ex art. 6 del decreto-legge n. 132 del 2016 non è richiesta/ necessaria, ai fini della trascrizione degli atti di trasferimento immobiliare eventualmente contenuti in un accordo di negoziazione assistita, l'ulteriore autenticazione delle sottoscrizioni da parte di un pubblico ufficiale a ciò autorizzato di cui all'articolo cinque com ...

leggi tutto ›
 

20/03/17

"AdS e accettazione tacita di eredità. - Decreto GT di Vercelli - Daniela Infantino

Amministrazione di sostegno e accettazione tacita di eredità.  – Decreto G.T. di Vercelli - Daniela Infantino

Il decreto in esame autorizza il beneficiario di amministrazione di sostegno ad accettare tacitamente l’eredità a lui devoluta. Il Giudice supera il “problema”, prioritario, di accettare con o senza beneficio di inventario. Come è noto, l’articolo 471 del c.c. che prevede l’obbligo dell’accettazione di eredità con beneficio di inventario per i minori e gli interdetti, nonché ex 472 c.c. per gli emancipati e gli inabilitati, non viene richiamato dalle norme in materi ...

leggi tutto ›
 

20/03/17

Negoziazione Assistita: il passaggio di proprietà non necessità di rogito notarile - Trib. Pordenone di Paolo F. Cuzzola

il Tribunale di Pordenone ha accolto il ricorso di due legali che hanno chiesto l'autorizzazione alla trascrizione nei registri immobiliari di un passaggio di proprietà nell'ambito di una pratica di negoziazione assistita tra due coniugi in fase di separazione. Il provvedimento, giudicato 'epocale', estromette di fatto la figura del notaio, non più indispensabile per questi atti.

Il caso, è relativo a due ex coniugi di Fontanafredda (Pordenone) che hanno scelto l'istituto della negoziazione assistita per procedere con la separazione. Dopo essere giunti a un accordo, la pratica per la cessione di un immobile dal marito ...

leggi tutto ›
 

20/03/17

La Gelli è pubblicata: salutiamo la responsabilità da contatto sociale del medico? - Nicola Todeschini

- la riforma Gelli è in Gazzeta

-veramente la Gelli impone un doppio binario?

-come invocare la responsabilità contrattuale del medico dipendente

 

Ci risiamo.

Consentitemi di esordire così: il legislatore scrive una regola e gli interpreti fanno a gara per garantirle un significato che...non ha.

Siamo d'accordo, ciascuno è lecito che persegua il fine che la consulenza che gli viene ri ...

leggi tutto ›
 

17/03/17

Il buon governo dei principi giurisdizionali – Cass 6844/17 - Michela del Vecchio

La valutazione dei fatti da parte del Giudicante facendo un buon governo dei principi giurisdizionali non consente un esame in sede di legittimità della decisione adottata in quanto fondata su argomentazioni prive di vizi logici.

 Recentemente ho letto una decisione della Suprema Corte (sentenza 6844 del 16 marzo 2017) che, regolamentando una controversia in tema di risoluzione contrattuale e risarcimento danni per inadempimenti, in diversi passaggi testualmente affermava: " La Corte distrettuale, nell'adeguarsi al principio statuito da questa Co ...

leggi tutto ›
 

17/03/17

Piani di razionalizzazione e micro-partecipazioni – Corte Conti Calabria 17/17 – Alceste Santuari

Il piano di razionalizzazione delle partecipazioni pubbliche è obbligatorio anche per quelle di modico valore e anche se l’ente pubblico non esercita controllo o collegamento

La Corte dei Conti, sezione di controllo per la Regione Calabria, con deliberazione n. 17 del 22 febbraio u.s. ha confermato che il piano di razionalizzazione costituisce un adempimento obbligatorio ai sensi dell’art. 148-bis TUEL e ciò vale anche nel caso in cui gli enti locali siano titolari di partecipazioni esigue, costituite da quote di adesione non inquadrabili nella tipologia delle partecipazioni di controllo e/o di collegamento. ...

leggi tutto ›
 

17/03/17

Partecipate: il correttivo ha ottenuto l’intesa – Alceste Santuari

I piani di razionalizzazione delle partecipate andranno approvati entro il 30 settembre e fino al 2020 sono salve le società con meno di 1 milione di euro di fatturato

L’intesa ottenuta in sede di Conferenza unificata di ieri rispetto al decreto legislativo correttivo del d. lgs. n. 175/2016, a seguito della sentenza della Corte costituzionale n. 251, implica che i piani di razionalizzazione debbano essere approvati entro il 30 settembre e non più entro il 30 giugno, come si era ipotizzato in un primo momento. A ciò si aggiunga che la soglia minima sotto la quale le società partecipate devono essere sciolte s ...

leggi tutto ›
 

17/03/17

Condominio: servitus altius non tollendi, ovvero il divieto contrattuale di sopraelevare - Riccardo Mazzon

Il divieto di sopraelevazione, stabilito contrattualmente (ad esempio, regolamento condominiale contrattuale o, anche, divieto inserito nei singoli atti di acquisto degli immobili di proprietà individuale), integra una servitus altius non tollendi.

La conseguenza è che non sarà possibile subordinare la tutela giuridica di tale servitù all'esistenza di un concreto pregiudizio, derivante dagli atti lesivi, dato il carattere di assolutezza di questa situazione giuridica soggettiva (cfr., amplius, il capitolo dodicesimo del volume "La responsabil ...

leggi tutto ›
 

16/03/17

La Corte d’Appello di Torino ha respinto il ricorso dei “genitori-nonni” – di Valeria Cianciolo

Nota a Corte d’appello di Torino, sentenza 21 febbraio - 11 marzo 2017, n. 21

La Corte d'Appello di Torino ha confermato lo stato di adottabilità della bimba che era stata allontanata dalla coppia di "genitori-nonni" di Casale Monferrato (75 anni lui, 63 lei) a pochi mesi dalla nascita.

I giudici hanno respinto il ricorso presentato dalla coppia: la bambina contesa, dunque, resterà con la famiglia adottiva.

Perché tanto clamore? Si è parlato dell’età di questa coppia come se l’età fosse la causa di questa tragedia umana. E già. Di tragedia si tratta. Un giorno ...

leggi tutto ›
 

16/03/17

Calcolo delle imposte di compravendita e applicabilità della disciplina del prezzo valore - CTR Emilia, 14.3.17

Calcolo imposte compravendita - bene con rendita provvisoria - applicabilità disciplina prezzo valore - non necessità richiesta ex art. 12 D.L. n. 70/1998 – sussistono.

Artt. 1 comma 497 L. n. 266/2005, 12 D.L. n. 70/1998 conv. in L. n. 154/1988.

Nell’ambito di un contratto di compravendita ed ai fini del calcolo delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, le parti possono avvalersi della disciplina cd. del prezzo-valore di cui all’art. 1 comma 497 L. n. 266/2005, anche nel caso in cui il bene abbia una rendita provvisoria, senza necessità di svolgere la richi ...

leggi tutto ›
 

15/03/17

Lesioni personali e scriminante del "rischio consentito" sportivo - Cass. Pen. 11991/2017 - F.M. Bernicchi

Si prende in esame una recentissima sentenza della Corte di Cassazione (sez. V Penale, sentenza 28 novembre 2016 – 13 marzo 2017, n. 11991) relativa alla scriminante del rischio consentito in ambito sportivo e il reato di lesioni personali.

Il fatto, in breve: la Corte d’Appello di Caltanissetta riformava, parzialmente, la decisione di primo grado che aveva condannato gli imputati assumendo che il reato di lesioni non era stato contestato a tutti, ma solo a uno di loro e, per il resto, confermava le disposizione per i delitti di lesioni personali cagionati alle due vittime durante una partita di calcio.

Contro ...

leggi tutto ›
 

15/03/17

Il mantenimento di ritorno del figlio maggiorenne - di Valeria Cianciolo

Nota a Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 1, ordinanza 24 febbraio – 14 marzo 2017, n. 6509

Il fatto. La figlia lascia il precedente lavoro a tempo indeterminato, per trovare poi un'occupazione a tempo determinato.

Applicabile il principio secondo cui, una volta raggiunta la capacità lavorativa, e quindi l'indipendenza economica, la successiva perdita dell'occupazione non comporta la reviviscenza dell'obbligo del genitore al mantenimento.

La pronunzia si aggiunge a una mole consistente di decisioni giurisprudenziali, che si sono soffermate sul diri ...
leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity