Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Internet, nuove tecnologie / generalità, varie
08/06/15

"A PISA SI FA IL PUNTO SUL DOSSIER SANITARIO ELETTRONICO" - S. TONUTTI

Venerdì 29 maggio si è tenuto a Pisa un importante convegno dal titolo "Dalla cartella clinica al dossier sanitario elettronico. Tecnologia e tutela del paziente", organizzato dall'Associazione Apihm e dalla sua presidentessa, la dottoressa Filomena Polito.

L'acronimo Apihm sta per "Privacy Information Healthcare Manager Association": essa si propone di promuovere e favorire l'utilizzo corretto delle informazioni ed il rispetto dei diritti dell'utenza, all'interno del sistema pubblico ed in particolare del Sistema Sanitario.

L'associazione riunisce coloro che, nell'intero territorio nazionale, si occupano direttamente o contribuiscono comunque all'implementazione della disciplina in materia di gestione dell'informazione, di protezione dei dati e sicurezza in ambito sanitario e intende svilupparne la loro crescita culturale e professionale.

Scopo di APIHM è inoltre raccogliere diffondere e sviluppare gli studi, le sperimentazioni, le ricerche e le progettualità che, come best practices, possono essere di esempio per attivare in ogni struttura sanitaria una policy di corretta gestione del patrimonio informativo, anche alla luce delle innovazioni tecnologiche e della digitalizzazione del sistema di gestione documentale. L'associazione, che è quindi un network di esperti che supportano e presidiano il processo di gestione dell'informazione, particolarmente in campo sanitario opera in ambito nazionale ed internazionale.

L'evento è stato organizzato con la collaborazione dell'Università di Pisa, ed ha avuto un elevatissimo numero di iscrizioni.

Esso, durato una giornata intera, si è composto di ben 4 sessioni:

1 dedicata alla documentazione sanitaria, dove sono stati analizzati gli aspetti giuridici e medico-legali inerenti al concetto di cartella clinica;

2 dedicata al dossier sanitario elettronico, quindi alle sue caratteristiche fondamentali, al concetto di oscuramento e deoscuramento;

3 dedicata alle casistiche partiche: i rappresentanti delle varie realtà ospedaliere hanno raccontato la loro esperienza nell'ambito del dse;

4 dedicata interamente all'intervento (completo ed assai esaustivo) di un membro del Garante per la Protezione dei Dati Personali, che ha dissipato e chiarito ogni dubbio;

Il convegno si è poi concluso con la presentazione di un white paper sul dossier sanitario elettronico: grazie ad esso si potranno chiarire gli elementi essenziali dell'oggetto dossier e dare possibili indicazioni che si traggono dalla lettura delle Linee GUida del Garante del 2009 (Linee guida in tema di fse e di dse - 16 luglio 2009)

La giornata è stata molto intensa e ricca di spunti.

La platea era numerosa, composta da varie figure operanti nel mondo della sanità, gli interventi ricchi e densi.

Ciò che emerso è senza dubbio un forte interesse verso le nuove frontiere della medicina, verso questa realtà complessa ed affascinante della sanità elettronica: un atteggiamento non di chiusura, bensì di apertura e di desiderio di conoscere, crescere e soprattutto adeguarsi alle normative in questione.

Un grande progetto per una "guida all'uso di una buona privacy".

Stampa
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity