Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Giustizia civile

20/03/17

Negoziazione Assistita: il passaggio di proprietà non necessità di rogito notarile - Trib. Pordenone di Paolo F. Cuzzola

il Tribunale di Pordenone ha accolto il ricorso di due legali che hanno chiesto l'autorizzazione alla trascrizione nei registri immobiliari di un passaggio di proprietà nell'ambito di una pratica di negoziazione assistita tra due coniugi in fase di separazione. Il provvedimento, giudicato 'epocale', estromette di fatto la figura del notaio, non più indispensabile per questi atti.

Il caso, è relativo a due ex coniugi di Fontanafredda (Pordenone) che hanno scelto l'istituto della negoziazione assistita per procedere con la separazione. Dopo essere giunti a un accordo, la pratica per la cessione di un immobile dal marito ...

leggi tutto ›
 

10/03/17

Mediazione Civile: stop al periodo di sperimentazione! la condizione di procedibilità diviene effettiva di Paolo F. Cuzzola

È un emendamento del Governo, predisposto dal Ministero dello Sviluppo economico insieme a quello della Giustizia, a mettere fine al periodo di sperimentazione del tentativo di mediazione quale condizione di procedibilità.

Viene eliminata, dunque, la norma che aveva disciplinato, solo a termine, il vincolo del tentativo di mediazione per alcune materie. La disposizione in esame, ex art 5 comma 1 bis, terzo e quarto periodo, D.lgs 28/2010, prevedeva un periodo di sperimentazione che al termine di quattro anni, avrebbe dovuto essere revisionata ed eventualmente portare alla stabilizzazione della disciplina de qua.< ...

leggi tutto ›
 

07/03/17

Negoziazione assistita: se il PM nega l’autorizzazione, il Presidente può concederla al suo posto - Trib. Palermo sez. I, decreto n. 6/16

NEGOZIAZIONE ASSISTITA – ACCORDI IN MATERIA DI RESPONSABILITÀ GENITORIALE – AUTORIZZAZIONE DEL P.M. – DINIEGO – FASE PRESIDENZIALE – INCIDENTE GIURISDIZIONALE – SUSSISTE – POTERI DEL GIUDICE – CONCESSIONE DELLA AUTORIZZAZIONE – SUSSISTE – CONTENUTO DELL’ACCORDO – DIVERSITÀ RISPETTO A QUELLO PRESENTATO AL P.M. – AMMISSIBILITÀ - SUSSISTE (art. 6 d.l. 132 del 2014)

In materia di negoziazione assistita, successivamente alla mancata autorizzazione del Pubblico Ministero e di tr ...

leggi tutto ›
 

06/03/17

Mediazione Civile: La Responsabilità Professionale del Medico diventa materia di Mediazione obbligatoria di Paolo F. Cuzzola

Febbraio 2017: dopo dieci anni l'Italia volta finalmente pagina sulla gestione del rischio clinico; la responsabilità professionale del medico diventa materia di conciliazione obbligatoria.

Di notevole importanza, dunque, la legge approvata dalla Camera che reca "Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie".

Due gli aspetti regolati dal provvedimento: offrire più garanzie ai pazienti e riequilibrare in sede di contenzioso, penale e civile, il rapporto tra medico e assistito.

ll ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha defin ...

leggi tutto ›
 

27/02/17

Mediazione Civile: il termine per la presentazione della domanda di mediazione è "perentorio" - Trib. Cagliari 08.02.2017 di Paolo F. Cuzzola

Ancora una volta un Tribunale di merito affronta il tema della perentorietà dei termini in mediazione, affermando che il termine per l'avvio della procedura di conciliazione ex D.Lgs 28/2010, è perentorio.

Così il Tribunale di Cagliari con sentenza dell'08.2.2017, Estensore Tamponi, sigilla il principio secondo cui "Il termine di quindi giorni per la presentazione dell'istanza di mediazione ha – in ragione della sua funzione e delle conseguenze decadenziali – natura perentoria, così che dal suo mancato rispetto consegue la necessità per il giudice di emettere una pronunzia di rito contenente la declaratoria di i ...

leggi tutto ›
 

27/02/17

Rimessa alle Sezioni Unite una questione in tema di usura sopravvenuta: riflessioni al confine tra Diritto Civile e Diritto Penale. - Claudia Carioti

Con ordinanza interlocutoria in data 31/01/2017 n. 2484 la Sezione Prima Civile della Suprema Corte ha rimesso al Primo Presidente, per l'eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione se, ai fini della configurabilità dell’usura, il momento determinante sia solo quello della pattuizione negoziale ovvero rilevi anche la circostanza che nei rapporti di durata il tasso d'interesse originariamente pattuito si collochi oltre il tasso-soglia sopravvenuto.

Il caso in esame ha ad oggetto un contratto di mutuo stipulato nel 1990, nel quale gli interessi, ...

leggi tutto ›
 

24/02/17

ATP a fini conciliativi ex art.696 Bis c.p.c.: ammissibilità ed efficacia probatoria (Trib. Napoli 5.12.16 ed altre).-Antonio Arseni

L'accertamento tecnico preventivo ex art. 696 bis cpc svolge essenzialmente una funzione deflattiva del contenzioso civile ed è stato ideato non tanto per costituire una prova prima del processo ma una prova in luogo dello stesso, che attraverso tale strumento si tende ad evitare. Infatti, il legislatore nella ideazione dell'istituto ha tenuto presente i due seguenti obiettivi: a) consentire ad un soggetto terzo e neutrale (il CTU) di far conoscere alle parti, attraverso la relazione peritale richiestagli dal giudice, le proprie valutazioni sulla c.d. quaestio facti sottesa alla fattispecie dedotta; b) consentire, quind ...

leggi tutto ›
 

22/02/17

Procedure A.D.R.: Varato il D.M. per la costituzione delle camere arbitrali e di mediazione forense di Paolo F. Cuzzola

Lo scorso dicembre è stato varato il regolamento delle camere arbitrali e di conciliazione previste dalla legge professionale forense del 2012.

Vengono così disciplinate le modalità di costituzione delle camere arbitrali, di conciliazione e degli organismi di risoluzione alternativa delle controversie.

Il testo, composto di 16 articoli prevede che le camere arbitrali e di conciliazione siano amministrate da un consiglio direttivo restante in carica per almeno tre anni, costituito da un numero di componenti variabile in base al numero degli iscritti all'ordine, nominati con delibera del consiglio dell’ordine t ...

leggi tutto ›
 

16/02/17

Confisca: istanza di accertamento del credito ex art.58 D.Lgs.159/2011 – Luca Leidi

Recupero del credito sul bene oggetto di confisca

Confisca nel Nuovo Codice Antimafia

Requisiti istanza art.58

Sommario: Premessa sistematica – Cenni sulle misure di si ...

leggi tutto ›
 

13/02/17

Mediazione Civile: l'A.T.P. non esclude la mediazione - Trib. civ. Verona: Dr. Vaccari di Paolo F. Cuzzola

Il caso sottoposto all'esame del Tribunale di Verona, nella specie Dott. Massimo Vaccari, e deciso con ordinanza del 19 gennaio 2017 riguardava una società che, a seguito di accertamento tecnico preventivo, conveniva in giudizio una Banca con la quale aveva intrattenuto un rapporto di conto corrente, al fine di accertare l'illegittima applicazione, da parte dell'istituto di credito, di interessi usurari ed anatocistici, chiedendo per l'effetto la rideterminazione del saldo di conto corrente.

Nel corso del giudizio il Giudice chiedeva a parte attrice di voler produrre l'istanza con la quale aveva attivato il procedimento ...

leggi tutto ›
 

09/02/17

Mediazione Civile: Tecniche di comunicazione efficace - Come ascoltare in modo più attento e disponibile di Paolo F. Cuzzola

Una delle competenze comunicative più importanti relative all'ascolto è:

Ascoltare e riconoscere ciò che il nostro interlocutore dice, anche se non siamo d'accordo con lui, prima di parlare della nostra esperienza o esprimere il nostro punto di vista

Per poter infatti ottenere più attenzione da parte del nostro interlocutore in situazioni tese, è necessario innanzitutto che prestiamo attenzione al suo messaggio. Ascoltiamo e riformuliamo a parole nostre ciò che abbiamo ascoltato (specialmente i suoi sentimenti) prima di esprimere i nostri bisogni o la nostra posizione.

Il tipo di ascolto che vi vorre ...

leggi tutto ›
 

03/02/17

Mediazione Civile: Tecniche di comunicazione efficace - I 9 principali benefici della comunicazione positiva di Paolo F. Cuzzola

Imparare a comunicare efficacemente ci offre una serie di vantaggi incalcolabili sia nella vita personale sia in quella professionale. Quest' articolo presenta i 9 principali benefici della comunicazione positiva .

Innanzitutto, chi è davvero in grado di comunicare con se stesso e con gli altri:

# 1 Raggiunge più obiettivi nella propria vita personale e professionale.

#2 Si diverte di più.

# 3 Coordina meglio le proprie attività di vita con quelle delle persone per lui/lei più importanti. Vivere e lavorare con gli altri sono infatti attività intensamente comunicative. Più riusciamo a capire ...

leggi tutto ›
 

30/01/17

Mediazione Civile: la presenza della parte sostanziale è sempre obbligatoria in difetto la causa è improcedibile di Paolo F. Cuzzola

Con un'ampia sentenza del 20 gennaio scorso il Tribunale di Pavia, Giudice Marzocchi, riafferma un principio ormai acclarato in molto Tribunali d'Italia: in mediazione è necessaria la presenza personale della parte; viceversa ne conseguirà l'improcedibilità della domanda giudiziale.

Il caso trae le mosse da due opposizioni a decreto ingiuntivo, riunite in un unico giudizio; dopo la fase istruttoria, il Giudicante decideva di rinviare le parti in mediazione dato atto della loro volontà e disponibilità di addivenire ad una transazione bonaria della controversia.

Il giudice, nell'esortare le parti a negoziare fu ...

leggi tutto ›
 

25/01/17

Mediazione Civile: La Commissione Alpa conclude i lavori, potenzia la Mediazione Civile e rilancia l'Arbitrato

È forse la novità più rilevante del nuovo dicastero della giustizia italiana: la "Commissione Alpa", nominata dieci mesi fa dal ministro della giustizia Andrea Orlando e presieduta dall'ex presidente del Cnf Guido Alpa ha consegnato il dossier dei lavori sulle ADR; lavori appunto attuati al fine di armonizzare e migliorare la normativa vigente relativa agli strumenti di risoluzione delle controversie alternativi al processo giudiziale, ovvero "mediazione", "negoziazione assistita" e "arbitrato".

Si preannuncia, dunque, una vera svolta delle forme alternative di risoluzione delle controversie, e in particolare dello str ...

leggi tutto ›
 

23/01/17

Processo civile, preclusioni istruttorie - G.d.P. Reggio Emilia n. 46/17 - Simone Rinaldini

Con la pronuncia in oggetto, il Giudice di Pace di Reggio Emilia prende posizione in merito alle preclusioni istruttorie nel procedimento disciplinato dagli artt. 311 e seguenti c.p.c.

“In generale nel rito del giudice di pace, per inciso e come più volte detto e ritenuto da questo gdp, le prove vanno dedotte nell’atto introduttivo od al più tardi in prima udienza. Il termine di cui al comma quarto dell’art. 320 cpc viene concesso solo per integrare i mezzi di prova, e solo per quanto reso necessario dalle altrui di ...

leggi tutto ›
 

16/01/17

Istituito l'Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) un nuovo strumento per le controversie sui prodotti finanziari di Paolo F. Cuzzola

Arriva un nuovo strumento, del tutto gratuito, per risolvere le controversie sui prodotti finanziari.

Si chiama A.C.F. (Arbitro per le controversie Finanziarie) ed è un organismo collegiale che è stato istituito presso la Consob.

Presso tale ente potranno essere sottoposte le controversie sino ad un importo massimo richiesto di 50.000 euro, in merito alla violazione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza cui sono tenuti gli intermediarinei loro rapporti con gli investitori.

L'arbitro, nato sulla scia di una direttiva comunitaria, si propone come alternativa, rapida ed a cost ...

leggi tutto ›
 

10/01/17

Mediazione Civile: delibera condominiale valida anche se non rispetta l'accordo di mediazione di Paolo F. Cuzzola

Con sentenza n. 3769/2016 il Tribunale di Genova si è espresso in merito al valore e alla natura di una delibera condominiale nel caso in cui non abbia rispettato gli accordi raggiunti in mediazione: in tale circostanza questa non può considerarsi invalida, neppure astrattamente.

I giudici liguri concordano: una siffatta delibera, per come impugnata nel caso di specie, non è, appunto, invalida ma inidonea a concretare un inadempimento contrattuale, e per questo da contestare in maniera differente che mediante impugnazione.

Con la sentenza in esame infatti il giudice ha rigettato l'impugnazione presentata da tre ...

leggi tutto ›
 

17/12/16

Relazione: sinteticità degli atti processuali - Gruppo di lavoro del Min. Giust.

Gruppo di lavoro sulla sinteticità degli atti processuali, relazione.
D.M. 9 febbraio 2016, 8 luglio 2016, 19 ottobre 2016.

SOMMARIO: § 1. Sinteticità e chiarezza degli atti processuali. Considerazioni generali – § 2. La riflessione del gruppo di lavoro – 2.1 Il mandato relativo al giudizio di legittimità – 2.2 Gli esiti della riflessione nel settore civile del giudizio di cassazione – 2.3 Gli esiti della riflessione nel settore penale del giudizio di cassazione – 2.4 L’estensione del mandato ai giudizi d’impugnazione in generale ...

leggi tutto ›
 

12/12/16

Mediazione Civile: L'assente ingiustificato paga la sanzione alla prima udienza - Trib. Vasto Ord. 6/12/2016 di Paolo F. Cuzzola

Lo scorso 6 dicembre, il Giudice del Tribunale di Vasto, Dott. Fabrizio Pasquale, ha pronunciato una interessante sentenza in tema di mediazione, focalizzando l’attenzione sul principio di soccombenza delle spese processuali a svantaggio di chi non solo non accoglie l’invito a partecipare alla procedura conciliativa de quo, ma non fornisce nemmeno un giustificato motivo della propria assenza alla prima udienza utile, cioè quella successiva alla chiusura del procedimento di mediazione.

Il giudizio in parola concerneva la materia dei contratti bancari, per la quale, ai sensi dell’art. 5 comma 1 bis, D.lgs 28/2 ...

leggi tutto ›
 

07/12/16

“Se la prova è raccolta illecitamente non è utilizzabile nel processo civile” – Cass. 22677/16 – Giorgia Bacchin

Nel giudizio di separazione dei coniugi i file audio di proprietà del merito che la moglie ha sottratto a quest'ultimo al fine di comprovare il condizionamento che lo stesso esercitava sui figli sono inutilizzabili.

 

L'ordinanza di cui sopra ha tratto origine da un giudizio di separazione dei coniugi all'esito del quale il Tribunale respingeva le reciproche domande di addebito della separazione e disponeva l'affido condiviso dei figli, qualificando il padre quale genitore collocatario, oltre a degli incontri protetti tra la madre e gli stessi.

leggi tutto ›

 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity