Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Diritto commerciale / proprietà intellettuale, industriale

03/02/17

Ditta non registrata: quale tutela se altri provvedono alla registrazione? - Cass. civ. 971/17 - Valeria De Franco

Può ritenersi sussistente il diritto di prevalenza all’uso di una ditta in caso di registrazione della stessa? Secondo la Corte di Cassazione non sussiste tale diritto poiché chi ha provveduto alla registrazione non prevale su chi lo abbia preceduto nel preuso per il solo fatto che egli abbia adempiuto a tale formalità rispetto al titolare del medesimo segno.

Il caso di specie attiene alla definizione di un conflitto sorto tra due titolari dello stesso segno distintivo (ditta), in particolare si discuteva circa l’uso di un cognome associato ...

leggi tutto ›
 

23/07/15

“LA TUTELA DELLE INFORMAZIONI AZIENDALI SEGRETE - T. VENEZIA 16.07.2015” – Sabrina PERON

L’ordinanza del Tribunale di Venezia, sezione specializzata in materia di impresa, che qui si pubblica, concerne una fattispecie in cui il ricorrente/reclamante adiva al tribunale delle imprese di Venezia lamentando la violazione degli artt. 98 e 99 del D.Lgs 30/2005 (c.d. Codice Proprietà Industriale - C.P.I.), ossia quelle norme poste a tutela delle “informazioni aziendali” e delle “esperienze tecnico-industriali, comprese quelle commerciali”, a condizione queste: a) siano segrete e cioè non siano “note o facilmente accessibili agli esperti del settore”; b) abbiano valore econo ...

leggi tutto ›
 

17/02/15

“DOMAIN NAMES: DAL CYBERSQUATTING ALLA CONTRAFFAZIONE ON LINE” - Silvia VITRO’

Le questioni tecniche e giuridiche collegate al mondo del web e in particolare all’uso dei domain names (indirizzi internet) sono sempre molto attuali e impegnano le giurisdizioni nazionali e internazionali in continui accertamenti sui diritti di chi accede ai servizi della rete.

Tra i casi più recenti ed eclatanti c’è, per esempio, la decisione dell’ICANN, l’associazione che gestisce l’assegnazione dei domain names, la quale nel 2014 ha rifiutato la domanda di Amazon per il gTLD (dominio di primo livello generico che identifica il tipo di organizzazione collegata ad Internet) .amazon, ri ...

leggi tutto ›
 

30/01/15

“SUL MARCHIO PATRONIMICO – Cass. civ. 23648/2014” Sabrina PERON

La sentenza in esame riguarda il divieto dell’uso del proprio nome patronimico quando questo risulti in contraffazione con dell'altrui marchio o non sia comunque conforme ai principi della correttezza professionale, ingenerando un rischio di confusione sul mercato con altri segni, così da indurre in inganno il pubblico circa la provenienza dei prodotti. In particolare, nella fattispecie in esame veniva lamentato l’utilizzo del patronimico sia come nome della ditta che sull’insegna, perché in contraffazione con il marchio anteriore.

La ditta, secondo la formula ricorrente adottata dalla giurisprudenza, è il nome s ...

leggi tutto ›
 

07/09/14

“MARCHI SONORI: TUTELE RAFFORZATE” - Federico UNNIA

In Cina il 1° maggio 2014 è entrata in vigore la riforma della legge marchi. La nuova disciplina prevede, tra l'altro, in modo espresso all’art. 8 la possibilità di proteggere i marchi sonori. Il Regolamento di attuazione, che è entrato in vigore lo stesso giorno, prevede che il richiedente debba depositare un pentagramma diviso in battute, oppure una notazione musicale insieme ad una descrizione scritta, nonché il campione sonoro corrispondente.

Si tratta senza dubbio di un'ottima notizia per i titolari di marchi sonori, che potranno così vedere estesa anche alla Cina la relativa protezione. Quali problematiche s ...

leggi tutto ›
 

31/07/14

"BREVETTO EUROPEO E TRADUZIONE ITALIANA" - Trib. Milano 04.03.2014

Ai fini della validità del brevetto europeo in Italia non può ritenersi sufficiente il deposito di una qualsiasi traduzione del testo del brevetto che sia semplicemente dichiarata conforme al testo originale, ma sussiste l’onere a carico del richiedente di procedere a depositare una traduzione italiana realmente conforme e corrispondente al testo del brevetto concesso a livello europeo: l’art. 57, infatti, che disciplina le conseguenze della difformità del testo della traduzione italiana rispetto a quello del brevetto europeo ottenuto, deve considerarsi applicabile alle sole difformità derivanti da refusi di traduzione ...

leggi tutto ›
 

22/07/13

"L'UTILIZZO DI SEGNI DISTINTIVI NON IDENTICI PER PRODOTTI UGUALI" - Trib. Venezia, 23.11.2012 - Luca RENNA

La Sezione specializzata in materia d’impresa del Tribunale di Venezia veniva adita con ricorso ex art. 700 c.p.c. dalla Babymoov – Alt Parteners s.a.s. nella sua qualità di licenziataria esclusiva per tutto il territorio dell’Unione europea del marchio denominativo francese ‘LOVE-NEST’ e del marchio denominativo comunitario ‘LOVENEST’, rispettivamente depositati in data 17.12.03 e in data 22.04.11 e relativi ad un cuscino ergonomico ed anatomico.

 

La società ricorrente riferiva che, con contratto del 19.09.05, aveva incaricato per la distribuzione esclusiva in Italia la Sitar s.r.l. e che quest ...

leggi tutto ›
 

12/05/13

“GUCCI PERDE CONTRO GUESS: TUTTA COLPA DELLE G” – Trib.Milano, 2 maggio 2013 - Valentina ROSSI

Nella sentenza n. 6095 del 2 maggio 2013 il Tribunale di Milano si è pronunciato su una questione inerente la contraffazione dei marchi.

In causa due firme del panorama internazionale: Gucci e Guess.

La Guccio Gucci S.p.a promuoveva azione contro il brand americano Guess Inc. e Guess Italia chiedendo al Tribunale milanese di dichiarare la responsabilità per gli illeciti di contraffazione di numerosi marchi nazionali e comunitari in titolarità dell'attrice , nonché di dichiarare la concorrenza sleale ex art. 2598 n. 1 e 2 e 3 anche sotto il profilo della concorrenza parassitaria.

Parte attrice, inoltre, ...

leggi tutto ›
 

11/05/13

“MODA, GUESS STRACCIA GUCCI - Federico UNNIA

Vittoria totale di Guess, assistita dallo studio legale Sena e Tarchini, con

gli avv.ti prof. Giuseppe Sena, Paola Tarchini, Anna Gardini e Claudio

Furlani. Rigettate tutte le pretese di Gucci sul monopolio della lettera G e sui trend

della moda.

La Sezione Specializzata in Materia d’Impresa del Tribunale di Milano

(Est. Pres. Tavassi) ha infatti respinto tutte le domande di contraffazione di

marchio e di concorrenza sleale proposte da Gucci.

In particolare, il Collegio, dopo una accuratissima disamina sia in fatto,

che in diritto (ben 83 pagine di sentenza!) ha ac ...

leggi tutto ›
 

19/02/13

“IL MARCHIO COMPLESSO E IL MARCHIO D’INSIEME” Cass. 18.1.2013, n. 1249 – Sabrina PERON

Il marchio forte è quel marchio dotato di tipico potere individualizzante. Ossia un marchio di fantasia dove le parole, le figure o gli altri segni che lo caratterizzano, non presentano un’aderenza concettuale con il prodotto contraddistinto (cfr. Cass. 28.01.2010, n. 190, Mass., 2010, 91). E’ debole, invece quel marchio in cui la “capacità distintiva dipende da trasformazioni morfologiche della denominazione generica del prodotto o delle indicazioni descrittive delle sue caratteristiche” (Ubertazzi, Commentario breve alle leggi su Proprietà Intellettuale e Concorrenza, commento ...

leggi tutto ›
 

13/12/12

"BREVETTO UNICO EUROPEO: ITALIA E SPAGNA AL MOMENTO FUORI" – Giorgio Alessandro AMBROSII

Dopo decenni di fallimenti e fumate nere sembra finalmente essersi sbloccato l’iter istituzionale finalizzato all’approvazione dell’accordo che prevede la protezione delle invenzioni con le medesime regole all’interno dei Paesi dell’UE.

Il Brevetto Unico Europeo renderà possibile a partire dal 1 Gennaio 2014 la protezione delle invenzioni in tutti i Paesi aderenti, permettendo agli inventori un notevole risparmio nella registrazione delle proprie invenzioni e farà in modo che questa avvenga con un solo atto.

Fin qui dunque tutto bene se non fosse che, allo stato attuale, Italia e Spagna non fanno parte ...

leggi tutto ›
 

09/12/12

"MARCHIO REGISTRATO E SUO USO" - Corte Giustizia CE 533/12 - Rosaria CONVERSO

Il marchio registrato è un marchio protetto giuridicamente. A seconda del territorio in cui sono tutelati i marchi si distinguono in: marchio nazionale, marchio comunitario e marchio internazionale.

La tutela giuridica del marchio nazionale è limitata al solo territorio italiano. In Italia i marchi vengono depositati per la registrazione presso gli UPICA (Ufficio Provinciale Indus ...

leggi tutto ›
 

29/11/12

“IL MARCHIO: IDENTITÀ DI ORIGINE DEL PRODOTTO” - Rosaria CONVERSO

Il marchio contraddistingue le merci, i prodotti o i servizi di un’impresa e l’art. 2569, come modificato da d.lgs 4 dicembre 1992, n. 480 (art. 81), che lo definisce in tal senso, stabilisce, fra l’altro, il diritto dell’imprenditore "di valersene in modo esclusivo per i prodotti o servizi per i quali è stato registrato".

Chi, tuttavia, ha fatto uso di un marchio non registrato può continuare ad usarlo, nonostante la registrazione da altri ottenuta, nei limiti in cui anteriormente se ne è avvalso (si cfr. art. 2571 c.c.).

...
leggi tutto ›
 

29/11/12

“SUI DIRITTI CONNESSI DEGLI ARTISTI”- Tribunale di Roma,sez. spec., 13.11.2012 - Sabrina PERON

“SUI DIRITTI CONNESSI DEGLI ARTISTI”- Tribunale di Roma,sez. spec., 13.11.2012 - Sabrina PERON

 

Nell’ordinanza che qui si pubblica il Tribunale di Roma ha rigettato il ricorso cautelare proposto da un’artista interprete di un’opera audiovisiva. In particolare quest’ultima lamentava la violazione di una clausola del contratto di prestazione artistica e cessione dei diritti di utilizzazione economica per l’interpretazione di un ruolo nell’opera denominata la “Famiglia Gionni”.

Accadeva difatti che tale serie televisiva inizialmente trasmessa su un canale satellitare, venisse riprodotta ...

leggi tutto ›
 

29/10/12

“SUI DIRITTI DEI PRODUTTORI FONOGRAFICI ALL’EQUO COMPENSO” - Corte Giustizia 15.03.2012, 135 – Sabrina PERON

“SUI DIRITTI DEI PRODUTTORI FONOGRAFICI ALL’EQUO COMPENSO” - Corte Giustizia CE, sez. III, 15.03.2012, causa C-135/10 – Sabrina PERON

 

Il caso in esame aveva ad oggetto una controversia insorta tra la Società Consortile Fonografici (SCF) ed il titolare di uno studio dentistico privato, relativamente alla radiodiffusione all’interno di detto studio dentistico di fonogrammi oggetto di protezione. In particolare SCF richiedeva il riconoscimento della percezione di un equo compenso per ogni comunicazione al pubblico di fonogrammi, inclusi quella effettuata presso studi professionali privati mediante la di ...

leggi tutto ›
 

18/10/12

“IL PLAGIO DELL’OPERA MUSICALE” Cass.15.6.2012, n. 9854 – Sabrina PERON

La sentenza che qui si pubblica riguarda una fattispecie di lamentato plagio di un’opera musicale.

All’esito dei due gradi di giudizio il Tribunale di Milano, prima, e la Corte d’Appello, poi, riconosceva la natura plagiara dell’opera.

Pervenuto il giudizio in cassazione, il giudice di legittimità, in primo luogo, ha ribadito che «il concetto giuridico di creatività, cui fa riferimento la norma L. n. 633 del 1941, ex art. 1, non coincide con quello di creazione, originalità e novità assoluta, riferendosi, per converso, alla personale e individuale espressione di un'oggettività appartenente alle categ ...

leggi tutto ›
 

06/09/12

"DIRITTI DI AUTORE E COMUNICAZIONE AL PUBBLICO" - Corte Giust. UE, 15.3.2012 - Giorgio Alessandro AMBROSII

La Sentenza del 15 Marzo 2012 della Corte di Giustizia europea potrebbe contribuire a fare chiarezza sugli incerti limiti della "comunicazione al pubblico"e produrre effetti favorevoli per migliaia di liberi professionisti.

Lo scorso 15 Marzo 2012 (Causa C-135/2010) la Corte di Giustizia Europea chiamata a pronunciarsi su una serie di questione pregiudiziali sollevate dai Giudici della Corte di Appello di Torino, ha dichiarato l'inesistenza di un diritto alla equa remunerazione in favore della Societá Consortile Fonografici non esistendo nessun atto di "comunicazione al pubblico" nel caso di diffusione gratuita di fonogr ...

leggi tutto ›
 

05/07/12

"MARCHIO E TUTELA: REQUISITI NECESSARI" - Corte Giustizia UE, 19.6.2012, C.307-10 - Barbara M. GRANA

La Corte di giustizia europea con la sentenza C-307/10, del 19 giugno 2012, ha individuato i requisiti generali da rispettare nell'indicazione dei prodotti e servizi per i quali è richiesta la registrazione di un marchio comunitario.

I prodotti e i servizi devono essere indentificati dal richiedente con chiarezza e precisione sufficiente, per consentire alle autorità competenti e agli operatori economici di determinare la portata della tutela conferita dal marchio.

Nel registrare un marchio comunitario è necessario indicare con chiarezza per quali prodotti o servizi viene richiesta una tutela internazionale. A ...

leggi tutto ›
 

26/06/12

“CONTRAFFAZIONE DEL MARCHIO E DIRITTO ALLA RESTITUZIONE DEGLI UTILI” - Trib. Genova 23.2.2011 – Sabrina PERON

Il risarcimento del danno conseguente alla violazione dei diritti di proprietà industriale è disciplinato dall'art.125 del D.Lgs. 10 febbraio 2005 n. 30 (come modificato dal D.Lgs. 16 marzo 2006, n. 140, emesso in attuazione dell'art. 3 Direttiva 2004/48/CE).

Come osservato dal Tribunale di Genova nella sentenza che qui si pubblica, l’art. 125 C.P.I.:

-         al primo comma, richiama, «principi e criteri già stabiliti, in materia di risarcimento del danno, dal Codice civile, facendo in particolare riferimento all'art. 1223, il quale prevede che il risarcimento deve comprendere sia il dann ...

leggi tutto ›
 

07/06/12

"IL CONIGLIETTO DI CIOCCOLATA LINDT NON E' UN MARCHIO REGISTRABILE" - CGUE 24.05.2012 - Federica SENERCHIA

Corte di Giustizia dell’Unione Europea, causa C-98/11, Sentenza 24 maggio 2012

Il 24 maggio 2012 la Corte di giustizia ha confermato la decisione del Tribunale dell'Unione Europea dell’11 dicembre 2010 ( ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity
exsigma