Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Danni

19/01/17

Proposta di approfondimento interpretativo medico-giuridico sul " danno biologico" - Societa' Medicolegale Triveneta

UN MOMENTO DI RIFLESSIONE COMUNE : il peccato originale del  concetto medicolegale di “ danno biologico “ come  definito dalla Societa’ Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’anno 2001

Premessa

L’immodificata configurazione medico legale del concetto di  danno biologico, esaminata in relazione alle attuali necessita’ di una parametrazione risarcitoria equilibrata e non automatica del danno alla persona , determina la persistenza di   un “ equivoco” interpretativo medico-giuridico, basato su una “ incongruita’” tecnica : ritenere  di avere , ...

leggi tutto ›
 

07/01/17

Danno da perdita del nascituro e da maternità perduta - Trib. Milano, sez. X civ., ord. 22 novembre 2016 n. 5829 - Daniela Ricciuti

Alla donna incinta che ha perso il bambino in conseguenza di un fatto illecito, va riconosciuto il diritto al risarcimento del danno - esistenziale - derivante dalla perdita del rapporto parentale meramente potenziale col nascituro.

 

Il Tribunale di Milano ha riconosciuto il diritto al risarcimento del danno patito da una donna incinta al nono mese di gravidanza, rimasta coinvolta in un grave sinistro stradale, a seguito del quale aveva perso il bambino.

Ritenendo applicabile ...

leggi tutto ›
 

22/12/16

SSM: Le nuove Tabelle di liquidazione del danno alla persona -

Presentazione del corso Tabelle milanesi di liquidazione del danno alla persona: nuove proposte?

Riceviamo e pubblichiamo la presentazione del corso organizzato dalla Scuola Superiore della Magistratura aperto agli Avvocati e ai praticanti, ai magistrati togati ed onorari, ai medici - legali e ai periti, agli accademici, agli stagisti, agli studenti delle scuole di specializzazione per le professioni legali.

leggi tutto ›
 

22/12/16

Perdita della vita: un tema ancora aperto - Patrizia Ziviz

Perdita della vita: un tema ancora aperto - Patrizia Ziviz

 

Tra le pagine più sofferte e controverse di cui si è discusso in tempi recenti, nell’ambito della responsabilità civile, va senz’altro annoverata la risarcibilità della perdita della vita. Il problema rimane ancor’oggi attuale, dal momento che non può ritenersi per alcun verso definitivo l’assetto della materia delineato dalla pronuncia delle Sezioni Unite n. 15350/2015.

 

Sulla questione si segnala la recente pubblicazione del libro “Il danno da morte. Cinque voci per un tema controverso”, a cura di Giuseppe Cr ...

leggi tutto ›
 

19/12/16

Proposta di legge su danno non patrimoniale: le osservazioni di Guido Alpa e Paolo Cendon

E' all'esame parlamentare una Proposta di legge (C. 1063 Bonafede) recante disposizioni concernenti la determinazione e il risarcimento del danno non patrimoniale.

La Commissione Giustizia della Camera ha condotto una indagine conoscitiva in merito, raccogliendo le osservazioni dei massimi esperti del settore.

In allegato l'audizione di Guido Alpa, ordinario di diritto civile presso l’Università degli studi di Roma "La Sapienza", e di Paolo Cendon, ordinario di diritto privato presso l’Università degli studi di Trieste.

leggi tutto ›
 

10/12/16

L’orco in canonica, lettera-recensione – Paolo Zatti

Carissimo Paolo,

 Anzitutto devo chiederti scusa per avere ritardato così tanto a dirti le mie impressioni sul tuo  “L’Orco in canonica”. In realtà l’ho letto da tempo, ma sono stato poi preso da una raffica di cose che mi hanno distolto.

Non occorre che ti dica che ho goduto molto la tua agilissima e immaginosa scrittura,  che naturalmente  ti assomiglia. Nell’alternarsi di voci narranti, ogni volta che a raccontare era il Professore di Pavia  non potevo non vedere il Barbarossa un pò scapigliato che conosco, sentire la tua voce e seguire il volteggio della tua mano destra come quando ti ascolt ...

leggi tutto ›
 

05/12/16

Accertamento medico-legale delle micropermanenti: la cassazione dice la sua - Cass. civ. 26 settembre 2016, n. 18773 - Patrizia Ziviz

- Nuova interpretazione dell'art. 32, comma 3 ter e quater D.L. 1/2012 convertito da L. 27/2012

- Contrasto con l'interpretazione formulata dalla Corte costituzionale

- Ammissibilità di letture differenti costituzionalmente compatibili

1. L’art. 139 cod. ass. torna alla ribalta della discussione: stavolta in ordine a quel precetto introdotto in seno a tale norma tramite l’art. 32 del d.l. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito con modificazioni da l. 24 marzo 2012, n. 27. Rammentiamo che il comma 3 ter di quest ...

leggi tutto ›
 

03/12/16

Aggiornate le tabelle di legge per la liquidazione del danno biologico – Antonello Negro

Con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 19 luglio 2016 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 13 agosto 2016), qui allegato, sono stati aggiornati gli importi previsti nel codice delle assicurazioni (art. 139) per la liquidazione dei danni alla persona di lieve entità derivanti da sinistri conseguenti alla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti.
Il valore del primo punto d’invalidità permanente, a decorrere dal mese di aprile 2016, è pari ad € 790,35 ed il valore di ogni giorno di inabilità temporanea assoluta - al 100% - è divenuto pari ad € 46,10.

Gli importi sopra indicati so ...

leggi tutto ›
 

01/12/16

Risarcibile il danno non patrimoniale da perdita del nonno (anche se non convivente) - Andrea Falcone

Risarcibile il danno non patrimoniale da perdita del nonno (anche se non convivente)

Nota a Cass., 20 ottobre 2016, n. 21230

Andrea Falcone, Avvocato

SOMMARIO: 1. Le massime. – 2. Il caso. – 3. La decisione. – 4. Osservazioni conclusive.

1. Il danno non patrimoniale da perdita o compromissione del rapporto parentale nel caso di morte o di procurata grave invalidità del congiunto consiste nella privazione di un valore non economico, ma personale, costituito ...

leggi tutto ›
 

23/11/16

Ancora un sì al danno esistenziale - Cass., sez. III, 19 ottobre 2016 n. 21059 - Daniela Ricciuti

- Riconoscimento del risarcimento del danno esistenziale, a prescindere dal nomen iuris con cui etichettato, in ossequio al principio dell'integralità del ristoro, che comporta la liquidazione autonoma e separata delle voci di danno non patrimoniale ontologicamente diverse.

- Valutazione equitativa e personalizzazione della liquidazione del danno non patrimoniale.

- Applicazione delle cc.dd. Tabelle di Milano su tutto il territorio nazionale, salva la possibilità del giudice, motivando adeguatamente, d ...

leggi tutto ›
 

19/11/16

Dalla Cassazione un nuovo no alla configurabilità del danno tanatologico - Andrea Falcone

Dalla Cassazione un nuovo no alla configurabilità del danno tanatologico

Nota a Cass., 25 ottobre 2016, n. 21453

Andrea Falcone, Avvocato

SOMMARIO: 1. La massima. – 2. Il caso. – 3. La decisione. – 4. Il danno tanatologico al lume dei più recenti arresti giurisprudenziali.

1. In materia di danno non patrimoniale, in caso di morte cagionata da un illecito, il pregiudizio conseguente è costituito ...

leggi tutto ›
 

18/11/16

Esposizione ad emissioni rumorose intollerabili: condannato l’Ente pubblico – Cass. 23345/2016 - Giulia Covotta

La Corte di Cassazione è stata chiamata a pronunciarsi in tema di risarcimento dei danni alla persona patiti in conseguenza di una prolungata esposizione a fonti rumorose situate in locali dell’amministrazione comunale.

La decisione in commento origina dalla richiesta di risarcimento – sollevata da un privato – nei confronti di un Comune, per i danni alla persona subiti dall’attrice la quale lamentava di aver sviluppato un disturbo di disadattamento cronico con depressione e ansia misti derivanti da una esposizione, prolungata, a fonti rumorose quali i motori di pompaggio dell’acqua situati in locali del ...

leggi tutto ›
 

14/11/16

Danno biologico: la sentenza 18773/16 della Suprema Corte di Cassazione – Enrico Pedoja

Abbiamo recepito con estremo interesse la citata Sentenza della Cassazione che, a prescindere dalle argomentazioni giuridiche relative allo specifico caso, ha finalmente e giustamente confermato, in un passaggio di carattere dottrinario “generale”, la valenza dei presupposti probatori tecnici medico legali per la definizione della risarcibilità delle lesioni di lieve entità: presupposti tecnici che – secondo la consolidata linea interpretativa adottata in seno alla Ns. Associazione Medico Legale e già ampiamente condivisa con buona parte degli gli Operatori - non sono, a ns avviso, per nulla in contrasto con i princip ...

leggi tutto ›
 

11/11/16

Il ristoro del danno morale prescinde dal paese di residenza della vittima - Cass. 20206/2016 - Emanuela Foligno

Cassazione Civile, sez. III, Sentenza  N. 20206 del 07/10/2016

 

La terza sezione della Cassazione ha affrontato il problema del risarcimento del danno morale nei confronti di un soggetto residente in Senegal stabilendo che il luogo ove risiede il danneggiato non influisce sulla misura del risarcimento.

 

Tale eventualità, che conduce all’odierna concezione risarcitoria,  è stata ritenuta dirimente per molti anni dai Supremi Giudici del nostro paese.

 

Il caso concreto analizzato riguarda  un sinistro stradale ove è deceduta una coppia di senegalesi. La vicenda è finita ...

leggi tutto ›
 

11/11/16

Figlio nato malformato, chi e che cosa risarcire – Paolo Cendon

Meglio  una morte tempestiva o meglio una vita difficile?

Una sentenza di Cassazione di qualche tempo fa ha escluso il diritto di un bambino down - nato così dopo che la madre aveva evitato di abortire al terzo mese, essendo stata rassicurata dal ginecologo, cui si era rivolta, circa l’assenza per lei  di rischi di malformazioni fetali – di ottenere dal ginecologo poco diligente (non erano stati prescritti tutti gli esami del caso) il risarcimento del danno.

La sentenza ha suscitato un certo clamore.

Bisogna dire che non c’è tuttavia, in quanto è stato deciso, alcuna novità ris ...

leggi tutto ›
 

03/11/16

Terremoti, disastro ambientale e principio di precauzione – Maria Rita Mottola

14 febbraio 2012

pubblicavo in commento alla sentenza del Tribunale di Torino sul caso Eternit un articolo riportando parte di un lavoro già in precedenza elaborato (https://www.personaedanno.it/danno-all-ambiente/eternit-disastro-ambientale-prevenzione-o-precauzione-maria-rita-mottola) che puntualizzava la differenza tra principio di prevenzione e di precauzione. L'uno caro alla politica industriale del neocapitalismo selvaggio che pretende per bloccare attività pericolose che ne sia accertata, senza ombra di dubbio, la pericolosità, l'altro a tutela dell'ambiente e dell'uomo che dell'ambiente, come ci ha ricordato Pa ...

leggi tutto ›
 

15/10/16

Colpo di coda della Cassazione: risarcito il danno patrimoniale al disoccupato - Cass. N. 18611/2015 - Emanuela Foligno

Con l’interessante pronunzia n. 18611 del 22 ottobre 2015 la Cassazione ha dichiarato irrilevante che l'impedimento provocato dal fatto lesivo, sia riferibile ad un progetto di attività lavorativa, se il fatto stesso nella sua entità impedisce per sempre qualsiasi possibile altra alternativa di lavoro.

E' stato dunque riconosciuto e risarcito il danno patrimoniale al danneggiato disoccupato. Tale pronunzia è in netto contrasto con le precedenti.

In altri casi simili la Suprema Corte aveva richiesto criteri molto rigidi per il riconoscimento del danno patrimoniale.

In particolare, in due recenti pronun ...

leggi tutto ›
 

14/10/16

Danni punitivi in famiglia e art. 709 ter c.p.c. - Rita Rossi

Sappiamo bene ormai, dopo dieci anni dal loro ingresso nell'ordinamento giuridico, che vi sono oggi strumenti che possono essere maneggiati da avvocati e giudici per incidere in qualche modo sui rapporti tra genitori e figli, laddove uno dei due non rispetti le regole della bigenitorialità e dell'affidamento condiviso.
Si tratta delle misure previste dall'art. 709 ter c.p.c., disposizione introdotta dalla legge n. 54 del 2006.
Con questa disposizione per la prima volta in Italia è stato affrontato un nodo centrale nella gestione delle dinamiche separative.
Il legislatore ha ritenuto, infatti, che dovesse ...

leggi tutto ›
 

12/10/16

Immissioni sonore e danno risarcibile – Cass. 20198/2016 – Antonello Negro

La Corte di Cassazione si pronuncia in merito al danno da immissioni acustiche intollerabili.

I proprietari di un immobile citavano in giudizio Trenitalia, proprietaria del fondo confinante, lamentando fastidiosi rumori provenienti da detta proprietà e dovuti allo scorrimento delle ruote sui binari, con immissioni intollerabili e nocive.

In primo grado veniva accertata l’illiceità delle immissioni e Trenitalia veniva condannata sia a realizzare un sistema per limitare l’inquinamento acustico, sia al risarcimento dei danni patiti (liquidati nella misura di Euro 15.000,00 per ciascun attore).< ...

leggi tutto ›
 

12/10/16

Annotazioni in tema di riforma dell'art. 2059 C.C. (Proposta di legge C. 1063) - Patrizia Ziviz

1. Varie appaiono, in questo momento, le riforme sottoposte all’attenzione del Parlamento in tema di tutela della persona. Tra queste, particolare attenzione suscita la proposta di legge – dal titolo “Disposizioni concernenti la determinazione e il risarcimento del danno non patrimoniale” (C. 1063) – in discussione presso la Camera, la quale persegue uno scopo assai impegnativo. Si tratta, infatti, di un intervento volto a novellare il codice, puntando a determinare una sistemazione definitiva, dopo le varie svolte evolutive che nel tempo sono state sancite dalla giurisprudenza, per quel che concerne il sistema d ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity