Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Danni

19/05/17

Danno da lesione del rapporto parentale: no alla valutazione puramente equitativa - Cass. civ. 18 maggio 2017, n. 12470 – Patrizia Ziviz

- Lesione del rapporto parentale derivante dal danno alla salute del congiunto

- Mancato riferimento alle tabelle milanesi

- Inammissibilità di una valutazione puramente equitativa

Una recentissima sentenza della S.C. (Cass. civ. 18 maggio 2017, n. 12470 – Rel. Rubino) formula alcune interessanti considerazioni in punto di valutazione del danno non patrimoniale derivante da lesione del rapporto parentale determinata da una grave invalidità del congiunto.

A causa di un sinistro stradale, un uomo riportava ...

leggi tutto ›
 

12/05/17

Quando si parla di danno ingiusto – Michela del Vecchio

L'art. 2043 c.c. recita, come noto, che qualunque fatto doloso o colposo cagioni ad altri un danno ingiusto obbliga colui che lo ha commesso a risarcire il conseguente danno provocato.

Sull'interpretazione di danno ingiusto si sono scritte note, sentenze, articolati testi giuridici. Nella propria vita, professionale e non, ognuno di noi ha avuto occasione di affrontare il tema dell'ingiustizia del danno trovandosi a confrontare la situazione rappresentata nel proprio studio con i criteri ed i parametri che dottrina e giurisprudenza hanno delineato per la qualificaz ...

leggi tutto ›
 

03/05/17

L’offesa in ambito civile: il danno conseguente al fatto antigiuridico colpevole - Riccardo Mazzon

L’offesa, in ambito civile, è sovrapponibile al concetto di danno, atteso che l’illecito civile si completa e si contraddistingue per essere, appunto, produttivo di danno (art. 2043 c.c.: “Qualunque fatto ... che cagiona ad altri un danno ingiusto...”), dove il danno è offesa che necessariamente deve seguire il fatto illecito e giammai può in essa contenersi, pena lo snaturamento dell’istituto aquiliano.

L’effettiva esistenza di un danno è dunque, senz’altro, il presupposto principale necessario a far nascere un diritto al risarci ...

leggi tutto ›
 

10/04/17

Spettacolo artistico "blasfemo" e pretesa di risarcimento del danno non patrimoniale - Cass. 7468/2017 - Andrea Castiglioni

L’organizzazione, e la promozione, di uno spettacolo artistico non possono ritenersi, di per sé sole, lesive del sentimento religioso di taluno che, per ragioni religiose personali, si ritiene offeso dall’esibizione artistica.


Un tale si riteneva offeso e contestava uno spettacolo artistico, nella specie un balletto, perché a suo dire avevo contenuto blasfemo per la religione cattolica. Sulla base di ciò, pretendeva di ravvisare una responsabilità da parte dell ...

leggi tutto ›
 

05/04/17

Il danno morale da rottura del vincolo familiare ai parenti di fatto - Trib. di Roma, 20553/2016 - Pietro Roccasalva

La decisione annotata si apprezza per il valore innovativo della scelta e per la semplicità con cui mette in rilievo il nucleo essenziale del danno da perdita del rapporto parentale.

Il Tribunale riconosce il diritto al risarcimento del danno a tre soggetti non legati alla vittima dell’illecito da alcun legame parentale o di affinità ma da una mera affezione «riconducibile ai rapporti di natura familiare», nata all’interno di un’esperienza ultraventennale di vita in comune.

Le tre persone, che per semplicità possiamo aggettivare come padre, nonno e fratello “acquisiti”, sono titolar ...

leggi tutto ›
 

23/03/17

Danno non patrimoniale : Lo stato dell’arte - Maria Beatrice Maranò

Danno non patrimoniale : Lo stato dell’arte

Maria Beatrice Maranò

Scorretto pensare, in ogni caso, di esaurire col semplice richiamo a un barème i discorsi sul valore che una donna può attribuire al proprio seno – non è detto che quella manciata di euro basti sempre, non si possono trascurare nel pregiudizio i particolari di fatto, non tutte le donne sono uguali a questo mondo, non è sicuro che il “danno biologico statico/tabellato” sia tale da esaurire, anche qui, ogni risvolto di esistenzialit ...

leggi tutto ›
 

13/03/17

Per la risarcibilità del danno da lesione del rapporto parentale non basta Facebook – di Valeria Cianciolo

Nota a Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza 9 febbraio – 9 marzo 2017, n. 11428

Il fatto. Un giovane moriva a seguito di un incidente  stradale. Si costituivano parte civile i due zii.

Secondo la Corte, la parte civile avrebbe dovuto provare la presenza di un diretto e significativo rapporto tra il nipote e gli zii (la parte civile) che costituiva il presupposto del diritto al risarcimento.

Il sistema italiano. Il sistema italiano sul danno alla persona si è caratterizzato negli ultimi cinque lustri in questo modo: da un lato, i giudici hanno voluto aggiun ...

leggi tutto ›
 

02/03/17

Funzione empatico-descrittiva delle sentenze – Paolo Cendon

Descrivere/riconoscere con franchezza e dovizia tutti i capitoli del male che è stato arrecato alla vittima. Mi limito qui al settore della responsabilità civile; è evidente come il discorso abbia, però, valenze più generali. Anche diritto di famiglia, minori in genere, lavoro, diritti della personalità, soggetti deboli, istituzioni “cattive”, arroganze della pubblica amminstrazione.

In ciascuna di queste ipotesi, ecco: ci sono casi in cui parlare di funzione ‘reintegratoria’, di funzione ‘preventiva’, di funzione ‘distributiva’, e aspetti simili, non vale a esaurire la gamma degli obietti ...

leggi tutto ›
 

02/03/17

El daño existencial como aporte jurídico italiano de la escuela de Trieste – Carlos Agurto Gonzales

Después de la creación en la experiencia italiana del daño biológico y los desarrollos del daño a la salud, el sistema de tutela reparación de los daños a la persona sufrió por una profunda evolución, mediante el acogimiento de estas categorías de daño, se fue alejando la perspectiva patrimonialista que se encontraba en la base del modelo tradicional de responsabilidad civil. Esta transformación representa sólo el primer paso a un más amplio proceso de evolución de la institución, según lo dispuesto por el artículo 2043 del código civil italiano y el actual panorama que muestra la jurisprudencia, en un constant ...

leggi tutto ›
 

25/02/17

El dano existencial como aporte juridico italiano de la escuela de Trieste - Carlos Antonio Agurto Gonzales

Articolo tratto da cathedralex .com

Después de la creación en la experiencia italiana del daño biológico y los desarrollos del daño a la salud, el sistema de tutela reparación de los daños a la persona sufrió por una profunda evolución, mediante el acogimiento de estas categorías de daño, se fue alejando la perspectiva patrimonialista que se encontraba en la base del modelo tradicional de responsabilidad civil.

Esta transformación representa sólo el primer paso a un más amplio proceso de evolució ...

leggi tutto ›
 

20/02/17

Danno da squalifica illegittima: TAR Lazio, sez.I ter, 23/1/2017 n.1163 – Luca Leidi

Risarcimento del danno da sanzione illegittima

Responsabilità organi federali sportivi

Competenza esclusiva del TAR sul giudicato sportivo

Il procedimento n.5205/2015 Reg.Ric. TAR Lazio, sez. Prima Ter, vede come parti il Sodalizio Sportivo, in qualità di ricorrente, la Federazione Ginnastica d’Italia (FGI) ed il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), entrambi nella veste di re ...

leggi tutto ›
 

06/02/17

Danno biologico e danno morale all’interno del cd. danno da morte imminente: presupposti e liquidazione

Jacopo Alberghi - Avvocato in La Spezia

I cd. “danni terminali”, di fonte giurisprudenziale, rappresentano le sole poste di danno liquidabili iure proprio alla vittima di lesioni mortali, a condizione che il decesso non sia immediato ma avvenga dopo un apprezzabile lasso di tempo dalle lesioni (cfr. Cass. Sezioni Unite n. 15350/2015).

Si tratta cioè del danno subito dalla vittima in ragione della sofferenza provata nell’avvertire l'ineluttabile approssimarsi della propria fine.

Tale categoria di danno ha conosciuto più di un’incertezza sul piano definitorio, venendo talvolta inquadr ...

leggi tutto ›
 

03/02/17

Perdita di chance e danno da lucro cessante futuro in caso di lesioni stradali - Emanuela Foligno

Cassazione Civile, sez. III, sentenza 13/10/2016 n° 20630

La terza Sezione della Cassazione torna ad occuparsi della liquidazione del danno da lucro cessante e da perdita di chance.

Nel caso approdato agli Ermellini un adolescente, promettente giocatore di calcio, è rimasto gravemente compromesso a seguito di un sinistro stradale.

In primo grado il Tribunale ha riconosciuto al minore circa due milioni di euro.

Tale decisione è stata impugnata dinnanzi alla Corte d’Appello sia per rappresentata erroneità nei criteri di calcolo del danno da perdita della capacità lavorativa operati dal Giudice ...

leggi tutto ›
 

30/01/17

Il danno biologico nella nuova regolamentazione di cui all’art. 32, c. 3 ter e 3 quater, legge n. 27 / 2012 - Gloria Giorgi

Il danno biologico si inserisce nel più grande ambito del danno non patrimoniale alla persona ed è frutto di una concezione sempre più personalistica del diritto privato.

I primi interventi normativi lo definivano come “la lesione all’integrità psicofisica, suscettibile di valutazione / accertamento medico legale senza preoccuparsi di indicare i criteri attraverso i quali questo accertamento dovesse essere eseguito.

La materia del danno biologico è oggetto di particolari attenzioni e discussioni nel ...

leggi tutto ›
 

19/01/17

Proposta di approfondimento interpretativo medico-giuridico sul " danno biologico" - Societa' Medicolegale Triveneta

UN MOMENTO DI RIFLESSIONE COMUNE : il peccato originale del  concetto medicolegale di “ danno biologico “ come  definito dalla Societa’ Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni nell’anno 2001

Premessa

L’immodificata configurazione medico legale del concetto di  danno biologico, esaminata in relazione alle attuali necessita’ di una parametrazione risarcitoria equilibrata e non automatica del danno alla persona , determina la persistenza di   un “ equivoco” interpretativo medico-giuridico, basato su una “ incongruita’” tecnica : ritenere  di avere , ...

leggi tutto ›
 

07/01/17

Danno da perdita del nascituro e da maternità perduta - Trib. Milano, sez. X civ., ord. 22 novembre 2016 n. 5829 - Daniela Ricciuti

Alla donna incinta che ha perso il bambino in conseguenza di un fatto illecito, va riconosciuto il diritto al risarcimento del danno - esistenziale - derivante dalla perdita del rapporto parentale meramente potenziale col nascituro.

 

Il Tribunale di Milano ha riconosciuto il diritto al risarcimento del danno patito da una donna incinta al nono mese di gravidanza, rimasta coinvolta in un grave sinistro stradale, a seguito del quale aveva perso il bambino.

Ritenendo applicabile ...

leggi tutto ›
 

22/12/16

SSM: Le nuove Tabelle di liquidazione del danno alla persona -

Presentazione del corso Tabelle milanesi di liquidazione del danno alla persona: nuove proposte?

Riceviamo e pubblichiamo la presentazione del corso organizzato dalla Scuola Superiore della Magistratura aperto agli Avvocati e ai praticanti, ai magistrati togati ed onorari, ai medici - legali e ai periti, agli accademici, agli stagisti, agli studenti delle scuole di specializzazione per le professioni legali.

leggi tutto ›
 

22/12/16

Perdita della vita: un tema ancora aperto - Patrizia Ziviz

Perdita della vita: un tema ancora aperto - Patrizia Ziviz

 

Tra le pagine più sofferte e controverse di cui si è discusso in tempi recenti, nell’ambito della responsabilità civile, va senz’altro annoverata la risarcibilità della perdita della vita. Il problema rimane ancor’oggi attuale, dal momento che non può ritenersi per alcun verso definitivo l’assetto della materia delineato dalla pronuncia delle Sezioni Unite n. 15350/2015.

 

Sulla questione si segnala la recente pubblicazione del libro “Il danno da morte. Cinque voci per un tema controverso”, a cura di Giuseppe Cr ...

leggi tutto ›
 

19/12/16

Proposta di legge su danno non patrimoniale: le osservazioni di Guido Alpa e Paolo Cendon

E' all'esame parlamentare una Proposta di legge (C. 1063 Bonafede) recante disposizioni concernenti la determinazione e il risarcimento del danno non patrimoniale.

La Commissione Giustizia della Camera ha condotto una indagine conoscitiva in merito, raccogliendo le osservazioni dei massimi esperti del settore.

In allegato l'audizione di Guido Alpa, ordinario di diritto civile presso l’Università degli studi di Roma "La Sapienza", e di Paolo Cendon, ordinario di diritto privato presso l’Università degli studi di Trieste.

leggi tutto ›
 

11/12/16

Il risarcimento del danno tra funzione riparatorio-compensativa e deterrente - Claudia Carioti

Con ordinanza in data 16 maggio 2016 n. 9978 la Suprema Corte, riaprendo un dibattito [1] che sul versante dottrinale non si era mai sopito, ha rimesso al Primo Presidente, per l'eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione circa la compatibilità con l'ordine pubblico delle sentenze straniere applicative dei c.d. punitive damages, [2] ai fini del riconoscimento interno delle stesse ai sensi dell'art. 64 L. n. 218 del 1995.

Nel caso in esame, una società statunitense aveva chiesto alla Corte d’Appello di Venezia che fossero dichiarat ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Archivio

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity
exsigma