Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Cultura, società

26/05/17

Il contadino del tempo fradicio di Jónas Hallgrímsson - Maria Beatrice Maranò

Nell’almanacco di oggi, onorando la memoria di poeti non solo italiani, ci piace ricordare  Jónas Hallgrímsson, scomparso a Copenaghen, il 26 maggio 1846.

E’ stato un poeta leggi tutto ›

 

25/05/17

All'amata di Carlo Betocchi - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco odierno ci ricorda la scomparsa di Carlo Betocchi venuto a mancare a Bordighera, il 25 maggio 1986.

Considerato tra i più grandi poeti del Novecento è stato ingiustamente, molto spesso dimenticato anche nelle antologie scolastiche. Betocchi nell’interrogativo leopardiano del “ Che fai tu luna in cielo?”, ci fornisce una risposta religiosa attraverso quella percezione esistenziale che dovrebbe accomunare ogni uomo, quel senso di sproporzione tra la propria pochezza e miseria e l’anelito di verità totale a cui il nostro cuore aspira. La vera religiosità è riconoscere l’originar ...

leggi tutto ›
 

24/05/17

Io vulesse truvà pace di Eduardo De Filippo - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda la nascita di un grande del teatro che si dilettava a scrivere poesie, come aiuto durante la stesura delle opere teatrali: Eduardo De Filippo nasce il 24 maggio del 1900, figlio naturale dell’attore Eduardo Scarpetta e di Luisa De Filippo.

Nel 1904 debutta come giapponesino ne "La geisha", firmata da suo padre. Nel 1909 i tre fratelli De Filippo: Titina, Eduardo e Peppino, si ritrovano insieme sul palcoscenico del Valle di Roma per una recita di "Nu ministro mmiez 'e guaie" del padre Eduardo Scarpetta. Eduardo scoprì anche il mondo del teatro di varietà e delle macchie ...

leggi tutto ›
 

23/05/17

L’albatro di Henrik Ibsen - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda un drammaturgo e poeta norvegese, Henrik Ibsen, scomparso ad Oslo il 23 maggio 1906.

La sostanza dell'arte ibseniana si esprime nel dissidio tra l'ideale e la realtà, con una continua polemica nei confronti della società e delle sue ipocrisie. Il “cadavere nella stiva” protagonista di una sua poesia è il male, il peccato che si nasconde nelle coscienze e nelle istituzioni, dietro una facciata di normalità e di perbenismo. I suoi versi evidenziano un animo estremamente poetico e sensibile, e contengono amore, dolore, arte, grazia, morte. Magnifico l’elogio alla d ...

leggi tutto ›
 

22/05/17

Piano di Georges Bacovia - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco di oggi oltre a ricordarci la scomparsa di Don Lisander nel 1873 e del quale avremmo potuto menzionare, in una rubrica di poesie, "il Coro di Ernengarda", nell' "Adelchi", ci racconta della scomparsa di George Bacovia avvenuta a Bucarest il 22 maggio 1957.

George Andone Vasiliu fu un avvocato mancato. Influenzato dai simbolisti francesi, ed in particolare dai "poeti maledetti”: Poe, Baudelaire e Verlaine  i suoi versi brevi e fra ...

leggi tutto ›
 

21/05/17

Lo studio appropriato all’uomo di Alexander Pope - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda la nascita di Alexander Pope avvenuta a Londra  il 21 maggio 1688; Per Voltaire, Alexander Pope è il poeta “più elegante, più corretto e più armonioso che abbia l’Inghilterra”.

Riceve un’educazione privata perché i cattolici in quel periodo sono sottoposti a gravi restrizioni. La dedizione infinita a studio e lettura nuocciono alla sua salute e a dodici anni anni contrae la tubercolosi ossea in forma così grave da renderlo deforme. E’ uno dei massimi esponenti dell’era augustea, tipico rappresentante e critico aspro della vita politica e culturale ingles ...

leggi tutto ›
 

20/05/17

752 anni dalla nascita di Dante Alighieri; un piccolo omaggio alla sua modernità! - Maria Beatrice Maranò

Sono trascorsi appena 752  anni dalla nascita di Dante Alighieri, individuabile  tra la fine di maggio e gli inizi di giugno del 1265 a Firenze.

Infiniti sono i parallelismi tracciabili tra Dante e gli autori contemporanei; il mio temperamento, troverebbe spontaneo rintracciare argomentazioni, in merito al  tema della modernità dantesca, nel Canto V dell'inferno, ma è un canto talmente studiato e talmente noto che l'effluvio letterario in materia  ha lasciato e lascia  pochi spazi ad analisi originali. E così proverò a tracciare un parallelismo  tra il XIX canto dell'inferno e un saggio di Leona ...

leggi tutto ›
 

20/05/17

Due di Erri De Luca - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco di oggi ci racconta di Erri De Luca nato a Napoli il giorno 20 maggio 1950.

Straordinario e prolifico scrittore vivente:  tra poesie, saggi, narrativa e testi teatrali ha scritto e pubblicato oltre 60 opere."Per chi scrive storie all'asciutto della prosa", dice De Luca di se stesso, "l'azzardo dei versi è il mare aperto... È che a cinquant'anni un uomo sente di doversi staccare dalla terraferma e andarsene al largo" Nelle sue poesie De Luca dà valore alle parole, usandone poche e ben serrate,  la parola guerra, è irrorata di sangue e costellata di sventramenti, di gas nervino, con corp ...

leggi tutto ›
 

19/05/17

Come nascono le bufale in Rete? - Marco Faccioli

Ma è proprio vero che la verità non interessa più a nessuno? Noi tutti spereremmo di no ma, a quanto pare, le cose non stanno proprio così. Lo sa bene tal Eli Pariser, cofondatore di Upworthy, una delle tante società di web-comunicazione che crea (ovvero inventa) contenuti virali per il web, ovvero notizie che, per la loro particolarità, si diffondono tra gli utenti alla velocità della luce. Nell’era digitale è infatti facilissimo pubblicare informazioni (false) che vengono subito condivise, commentate, postate, ripostate e prese per vere, come capita spesso in situazioni di ...

leggi tutto ›
 

19/05/17

Preghiera di gentildonna di John Betjeman - Maria Beatrice Maranò

 

L'almanacco di oggi ricorda un poeta inglese John Betjeman nato in Inghilterra e venuto a mancare in Cornovaglia il 19 maggio 1984

La poesia di Betjeman ha tematiche moderne per l'epoca, cantate con ritmi e schemi metrici ricavati dalla tradizione delle ballate sentimentali dell'Ottocento. Il paesaggio, specie quello della campagna, è, nelle sue opere, il protagonista principale  e ne vengono fuori quadri in cui coesistono nuovo e antico. Apprezzato come poeta satirico propone spesso un aristocratico sen ...

leggi tutto ›
 

18/05/17

Se d'amore si muore, siamo morti noi di Edoardo Sanguineti - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco odierno celebra la scomparsa di Edoardo Sanguineti, avvenuta il 18 maggio 2010, in ospedale , a Genova, dopo un malore che lo aveva colpito nella sua casa.

Poeta tra i fondatori del Gruppo '63 e dell'avanguardia letteraria italiana, docente di letteratura italiana in varie università italiane, saggista (noti i suoi saggi su Dante e Gozzano), drammaturgo. Un'attività poliedrica che è spesso confinata in batta ...

leggi tutto ›
 

17/05/17

Inno alla vita di Jules Superville - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda la scomparsa a Parigi il 17.05.1960 di Jules Superville.

Come poeta  si mantenne lontano tanto dallo sperimentalismo che dalle avanguardie, fedele alla prosodia classica e al verso breve, alle immagini semplici, ai toni delicati da favolista. In una poesia descrive il suo ingresso  in una chiesa e si sorprende a pregare, a rivolgere la parola a ciò in cui non crede o in cui dubita. Ma non riesce a cogliere niente altro che la materialità del tempio di Dio: il legno delle travature, la pietra degli altari, il gesso delle statue.Tutto il mondo vive la stessa angoscia, ig ...

leggi tutto ›
 

16/05/17

Da un atlante del mondo difficile di Adrienne Rich - Maria Beatrice Maranò

L’amanacco di oggi celebra la nascita di Adrienne Rich avvenuta a  Baltimora, il 16 maggio 1929: poetessa, saggista, insegnante e femminista statunitense.

Sposata si allontanò dal marito e divenne attivista dei movimenti di liberazione femminista. Quasi sconosciuta in Italia, Adrienne Rich ha pubblicato quindici volumi di poesie nel corso di cinquant’anni di lavoro all’ insegna della stima e del consenso più ampio, coronato dai maggiori riconoscimenti letterari d’America. Il saggio “Nato di donna”, è il primo libro femminista interamente dedicato alla maternità. La poesia della Rich non ...

leggi tutto ›
 

16/05/17

Roma - Maria Rosa Pantè

Sono stata nello scorso fine settimana a Roma, la capitale d’Italia. Roma! Dove ogni piazza, ogni via porta traccia di qualche evento comparso sui libri di storia o in televisione.

Dove svettano le cupole e a ogni angolo c’è un monumento.

Ero a Roma per parlare del mio ultimo libro “La scienza delle donne” edito dalla Hoepli (se vi interessa trovate notizie qui http://www.hoeplieditore.it/scheda-libro/pante-maria-rosa/la-scienza-delle-donne-9788820378257-5184.html ), invitata al Festival delle Scienze, nella cornice bella e famosa del Parco della musica.

Sono stati pochi giorni in ...

leggi tutto ›
 

15/05/17

Un matto da legare di Emily Dickinson - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda la scomparsa di una delle più grandi poetesse di tutti i tempi Emily Dickinson.

Muore a causa di una nefrite il 15 maggio 1886, nella  casa dei suoi genitori e il desiderio da lei espresso che il corteo funebre passasse per i suoi amati campi, fu esaudito. Quando era in vita solamente sette dei suoi componimenti vennero pubblicati. A Emily non interessava pubblicare in vita, era talmente al di sopra delle cose terrene che non le interessava la celebrità e poi lo scrivere poesie non era un attività che si confacesse alle signorine di “ buona famiglia”. Il padre era ...

leggi tutto ›
 

14/05/17

La solitudine di August Strindberg - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco odierno ci ricorda la scomparsa di Johan August Strindberg avvenuta il 13 maggio 1912  a Stoccolma, dove era nato.

Non solo poeta ma anche drammaturgo e scrittore, August Strindberg non era portato per i rapporti sociali specie con le donne;  Per avere l’esatto senso del fallimento dei rapporti interpersonali di Strindberg basta leggersi quel dramma plumbeo che è 
" Danza Macabra": la storia di un capitano fallito che comanda una sorta di ultimo avamposto su un isola che non c’è, e della moglie (ex attrice che a quel tempo significava anche donna di facili costumi), tolta dalla ...

leggi tutto ›
 

13/05/17

Ditelo col c... (quando il selfie non basta più) - di Marco Faccioli

Diciamocela tutta: i Selfie, oramai, han fatto il loro tempo sulle pagine dei social network, lasciando il passo a tendenze decisamente più stimolanti, quelle dei Belfie per l'appunto, ovvero i Selfie del lato B, di cui ci occuperemo questa settimana. La nuova moda dilagante su internet è infatti quella dei “Cheeky Exploits”, termine anglosassone che possiamo tranquillamente tradurre con: “mettere in mostra ...quella parte dove la schiena cambia nome”. Ci siam capiti, no? Ebbene si, il fondoschiena, o lato B, o come lo si voglia comunque chiamare, pare propr ...

leggi tutto ›
 

13/05/17

Confidenzialmente alla Signora del tempo di Gianni Rescigno - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco odierno celebra la morte di Gianni Rescigno venuto a mancare il 13 maggio del 2015.

La fama del poeta di Santa Maria di Castellabate, in provincia di Salerno,  è riconosciuta sia in Italia che all’estero: un autore contemporaneo della poesia italiana che ha saputo fornire di sé un’immagine gentile, colta e umile. L’obbiettivo principale della scrittura è rappresentare  la memoria dell’umanità, affinché la vita non appaia come un vuoto a perdere, che si butta via quando abbia terminato di profondere l’energia che contiene. Per questo motivo Gianni Rescigno ha dedicato l’in ...

leggi tutto ›
 

12/05/17

Sonno Nuziale di Dante Gabriel Rossetti - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda la nascita di Gabriel Charles Dante Rossetti, avvenuta a Londra, 12 maggio 1828 pittore e poeta, tra i fondatori del movimento artistico dei Preraffaelliti.

  Di lui hanno detto “Un uomo del Sud, sensuale, indolente, riccamente versatile, esiliato nella vita costretta, affannosa, limitativa, di una città del Nord; un mistico senza credo, un cattolico senza la disciplina e la consolazione della Chiesa, una vita fra rocce e alti sentieri e, come il sottobosco di una collina meridionale, scura aromatica impenetrabile” Lettore appassionato sin da ...

leggi tutto ›
 

11/05/17

Un amore di Salvatore Toma - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda un poeta salentino nato  a Maglie, in provincia di Lecce, l’undici maggio del 1951.

Frequentò  il liceo classico e  condusse una vita appartata, libera e sintonica con il  suo carattere  molto distante dai suoi concittadini e dal mondo moderno. Cominciò precocemente con  l’uso dell’alcol che lo accompagnò per tutto l’arco della sua breve vita. Morirà a soli trentacinque anni. Ben sei le raccolte di poesia pubblicate tra il 1970 e il 1983, ma ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity
exsigma