Amministrazione di sostegno - Generalità, varie -  Manuele Pizzi - 01/04/2019

Varie sull'amministrazione di sostegno

--------------

Buongiorno Professore,
ho letto con calma la Sua intervista su Il Manifesto.

Molto interessante è la locuzione circa: "l'inventario delle necessità giornaliere, delle concrete esigenze"; a mio avviso, nella realtà quotidiana delle amministrazioni di sostegno, il tentativo di inventariazione delle necessità ed esigenze del beneficiario dovrebbe costituire parte integrante dell'incarico dell'ADS, il quale conosce le condizioni di vita del beneficiario, può accedere ed interloquire con la persona, in una prospettiva molto più ampia, flessibile (e multidimensionale) rispetto ad un sanitario o ad un Assistente Sociale alle dipendenze di una Pubblica Amministrazione.

Secondo me, il compito di fare, "l'inventario delle necessità giornaliere, delle concrete esigenze", può essere assimilato ad un dovere giuridico essenziale, nella completa e fedele applicazione del principio generale di cui all'art. 410, Co 1° Cod. Civ.

Nel passaggio della Sua intervista ove menziona i familiari c.d. "Parenti Serpenti" (se non ricordo male, il film di Monicelli è ambientato a Sulmona...) io penso a tutte quelle fattispecie ove il familiare è coinvolto emotivamente, e soggetto a manipolazione, per non parlare dei casi di sottesa conflittualità intrafamiliare...

Io credo che nella prassi la figura del Pubblico Ministero vada richiamata ad un maggiore impegno, in campo civilistico, più determinato, più analitico, meno superficiale, specie quando deve preparare, redigere e depositare (senza manchevolezze nella documentazione allegata) i ricorsi per l'istituzione dell'amministrazione di sostegno.
Poi, è opportuno scoraggiare, in capo all'Ufficio del Pubblico Ministero, la tendenza a proporre istanze di interdizione (che non servono a nulla, implicano lungaggini processuali e si concludono con una sentenza, provvedimento giurisdizionale che non rappresenta affatto un "vestito su misura" per il beneficiario della misura di protezione).

\\\\\\\\