Varie  -  Redazione P&D  -  20/07/2021

Sentenze, orientamenti, decisioni

PROFESSIONE FORENSE  -  Siglato il patto tra CNF e Oim per promuovere il rispetto dei diritti dei migranti

----

Il fine della sottoscrizione del protocollo tra CNF e Oim - Organizzazione Internazionale per le Migrazioni - è quello di promuovere la cultura della legalità ed il rispetto dei diritti dei migranti, ma anche di sensibilizzare avvocati e praticanti su temi che riguardano i diritti fondamentali.

----

COVID  - Sospese, senza retribuzione, le fisioterapiste “no vax”

>>>>>>>>>  La mancata sottoposizione al trattamento sanitario vaccinale, non obbligatorio, comporta ipso iure, senza bisogno di accertamenti ulteriori, l’irricevibilità della prestazione lavorativa, con la conseguenza che, ove non sia possibile adibire il lavoratore reticente a mansioni diverse da quelle abituali, potrà darsi corso alla sospensione cautelativa e temporanea del rapporto di lavoro.

----

DELITTI CONTRO LA PERSONA  - Lascia la bambina in auto: condannato e obbligato a risarcire la figlia

>>>>>>>>>>  Evidente, secondo i Giudici, la situazione di pericolo subita inconsapevolmente dalla minorenne, che all’epoca aveva 5 anni. Inutili le obiezioni proposte dall’uomo e mirate a ridimensionare l’accusa a suo carico.

----

AVVOCATI -  il procedimento disciplinare e il procedimento penale sono reciprocamente autonomi

>>>>>>>>>>  In tema di procedimento disciplinare nei confronti di avvocati, l’art. 54 l. n. 247/2012 disciplina in termini di reciproca autonomia i rapporti tra tale procedimento e quello penale avente ad oggetto i medesimi fatti, dovendo pertanto escludersi la sospensione necessaria del primo giudizio in attesa della definizione del secondo, anche se, in via d’eccezione, può essere disposta una sospensione facoltativa, limitata nel tempo, qualora il giudice disciplinare ritenga indispensabile acquisire elementi di prova apprendibili esclusivamente nel processo penale.

----

DISCIPLINARE AVVOCATI  - Insultare il collega in coda allo sportello di cancelleria costituisce illecito disciplinare

>>>>>>>>>>>   Il comportamento greve e volgare, connotato da una marcata carica di ingiuriosità e offensività, aggravata dall’essere state le espressioni rivolte nei confronti di un avvocato proferite in luogo pubblico ed alla presenza di altre persone (colleghi e impiegati), con una evidente compromissione anche dell’immagine della categoria, costituisce illecito disciplinare.

----

IMMIGRAZIONE  - La necessaria valutazione del giudice a quo per il riconoscimento della protezione umanitaria

>>>>>>>>   Al fine di riconoscere il permesso di soggiorno per motivi umanitari, il giudice deve approfondire e circostanziare, in forza di iniziativa istruttoria ufficiosa, gli aspetti dell’indispensabile valutazione comparativa tra la situazione personale ed esistenziale attuale del richiedente sul territorio italiano, e la condizione cui lo stesso verrebbe lasciato in caso di rimpatrio.

---

RAPPORTI FRA CONIUGI  - Donazione indiretta e comunione legale tra coniugi

>>>>>>>>>>  In tema di comunione legale tra i coniugi, in presenza di un accertamento di fatto che confermi la provenienza donativa non di tutto, ma soltanto di una parte del denaro utilizzato per l’acquisto di un bene, quest’ultimo deve ritenersi di proprietà esclusiva del donatario soltanto per la parte del suo valore effettivamente corrispondente all’entità della donazione ricevuta, e non invece per l’intero, restando la residua parte del valore del cespite, non acquistata con denaro personale dell’intestatario, soggetta al regime della comunione legale tra coniugi.

-----

MISURE CAUTELARI  - Situazione emergenziale da COVID-19: le necessarie condizioni per sostituire il carcere con i domiciliari

>>>>>>>>>>>  La ricorrenza di una delle ipotesi di incompatibilità con il regime carcerario e la prevalenza del divieto di custodia in carcere per i soggetti portatori di gravi malattie, anche in una situazione emergenziale da COVID-19, devono essere accertate dal giudice sia in astratto sia in concreto.

-----

DELITTI CONTRO IL PATRIMONIO  - La Corte di Cassazione in tema di rapina e truffa aggravata

>>>>>>>>>>>   La Corte di Cassazione ha ribadito che, per il riconoscimento dell’aggravante di cui all’art. 640, comma 2, n. 2-bis c.p., «l’età della persona offesa non può essere ritenuta di per sé solo sufficiente a integrare l’aggravante, ove non accompagnata da manifestazioni di decadimento intellettivo o da condizioni di ridotto livello culturale tali da determinare un diminuito apprezzamento critico della realtà. Va comunque considerata anche la debolezza fisica dovuta all’età senile, che impedisce il tentativo di reazione possibile a una persona giovane e di ordinaria prestanza fisica, particolarmente quando la violenza non venga esercitata con uso di arma o altro messo intimidatorio».

-----

SOSTANZE STUPEFACENTI  - Nessuna condanna per il ragazzo che cede una canna ad un'amica minorenne

>>>>>>>>>>>>>  Episodio ricostruito grazie al racconto della ragazzina, sentitasi male dopo avere fatto due tiri. I giudici di merito hanno sanzionato il ragazzo con otto mesi di reclusione e 2mila euro di multa. Per i Giudici della Cassazione, invece, va esclusa la punibilità, vista la scarsa gravità del comportamento tenuto dal ragazzo e vista la modestia del pericolo corso dalla ragazzina.




Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Visitatori in aggiornamento.