Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Redazione P&D - 18/01/2020

Sciata sul cuore - L.T.

Non tremare questa, sera oltre il crepuscolo.
Ammorbante l’essere
ultroneo che non ti risiede. Raccoglilo.
Il soffio, del mio senso dolente vagherà
tra le tue piccole labbra intatte di ieri.
Eri un tramonto dentro ed oltre, il mio sogno.
Saluterò le spoglie del tuo califfato di carne.
Sulle follie del dovuto ardente e viva,
vivida sulla tua pelle, entrerà scivolando
la mia pace, spirando sulle inerzie dei perché.
Tra le tue cosce in guerra salirà la cura
verso l’io mio di ieri; che già oggi è partito via.
Via! Sulla via con te ma via da te.
Sui seni del desio del destino
scio per non scivolare incauto.
Le fiammelle delle predestinazioni
stridule stridono col cono aguzzo del mio dito.
Che t’indica l’oceano, affinché perdendoti
possa trovare il destin beffardo il suo senso
oltre i nostri passati sprezzanti perché.
Respiriamo allegri; il resto
non attende di contarsi.


                       16-18 gennaio 2020 – Roma e Francavilla Fontana