Deboli, svantaggiati - Minori, donne, anziani -  Redazione P&D - 08/04/2018

Notizie in tema di soggetti vulnerabili 2 - 8 aprile 2018 - C.C.

Nei giorni scorsi in Renania Palatinato, nella sede dell’Accademia di diritto europeo di Treviri, ha avuto luogo la prima conferenza internazionale sul controllo delle “elderly homes” cui ha partecipato anche il Garante Nazionale delle Persone private della libertà.
Si riporta parte del comunicato stampa - consultabile integralmente sul sito ufficiale del Garante -.
“Il 12 e 13 marzo, nell’ambito del progetto congiunto dell’Unione Europea e del Consiglio d’Europa sull’istituzione del Forum degli NPM Europei, è stata organizzata la prima conferenza internazionale sul “Controllo delle elderly homes” cioè le strutture residenziali per anziani.
Hanno partecipato all’incontro esperti di vari Paesi, dai rappresentanti degli NPM (per l’Italia Alessandro Albano, responsabile delle relazioni internazionali del Garante Nazionale e Gilda Losito, responsabile dell’Unità che si occupa di salute e privazione della libertà), a quelli del Sottocomitato ONU per la prevenzione della tortura e dei maltrattamenti (SPT), del Comitato del Consiglio d’Europa per la prevenzione della tortura e dei trattamenti inumani e degradanti (CPT), a una rappresentanza dell’NPMs Observatory, ad altri esperti del Consiglio d’Europa.
In base all’OPCAT – il Protocollo opzionale alla Convenzione ONU contro la tortura – infatti, il mandato degli NPM si estende anche al monitoraggio delle residenze per anziani.”

Emilia Romagna, stanziamenti in favore degli anziani.
Date le valutazioni effettuate in proposito: “in regione gli stabili Erp sono poco più di 6.500 (per oltre 59 mila appartamenti), sono stati costruiti in gran parte prima degli anni Sessanta (il 40%) e in misura minore tra gli anni ’60 e gli anni ’80 (26%) e circa 3 assegnatari su 10 sono over 65” e le stime di esperti (circa 40 mila gli anziani a rischio di isolamento), la Regione Emilia-Romagna ha investito 2 milioni di euro per installare ascensori e montascale negli edifici di edilizia residenziale pubblica.
Fonte superabile.it


Regione FVG

A San Daniele del Friuli, fino al 20 di aprile è possibile visitare la mostra interattiva per ragazzi, presentata dal MoVI“Gli altri siamo noi”.
La mostra si terrà in Via Cadorna 44 a San Daniele del Friuli ed è nata da “un’idea olandese e belga (tradotta e adattata dall’associazione PACE E DINTORNI di Milano)”; “un percorso di giochi educativi che stimolano i ragazzi a riflettere a proposito di pregiudizi, discriminazione e capro espiatorio”.
Fonte movi.fvg.it

Da Mercoledì dal 2 maggio a Tavagnacco UD,è possibile partecipare al Laboratorio di cucina del benessere con ALKIMÌ e 4 DI GUSTO che promuove conoscenza, curiosità e consapevolezza sul cibo.
Il percorso di stimolazione cognitiva per un invecchiamento in salute (gratuito e rivolto ai cittadini con più di 65 anni) è uno degli incontri proposti da Camminamenti, le menti in cammino.
Fonte comune.udine.gov.it