Deboli, svantaggiati - Minori, donne, anziani -  Carol Comand - 16/09/2018

Notizie in tema di soggetti vulnerabili 10-16 settembre 2018

Il Garante della privacy ha rilevato alcune violazioni ed adottato le conseguenti decisioni per il trattamento dei dati effettuato da una nota azienda nel campo delle telecomunicazioni.

L’Autorità aveva in particolare accertato, grazie anche alle effettuate ispezioni, che i call center interessati spesso contattavano clienti o potenziali clienti pur essendo privi del loro consenso a ricevere proposte commerciali (avrebbero chiamato anche coloro che si erano già opposti al trattamento dei propri dati per finalità di marketing). La compagnia, inoltre, aveva proceduto alla profilazione di alcune categorie di clienti (ad esempio quelli anziani o basso spendenti) senza aver preventivamente acquisito il consenso e le autorizzazioni necessarie.

Durante la settimana scorsa il Garante nazionale delle persone private della libertà si è recato in Calabria ove era in programma la visita sia in ambito penitenziario che negli ulteriori contesti di competenza del Garante: strutture delle forze di polizia, strutture sanitarie interessate dai Trattamenti sanitari obbligatori, strutture per migranti e strutture per persone anziane o con disabilità.

La notizia non è propriamente relativa alla settimana appena trascorsa ma, si apprende dal sito superabile.it che la città di Modena ha recentemente festeggiato due anni di “Contenzione zero” (da due anni nei reparti psichiatrici di tale città emiliana nessuno è stato più legato), un risultato raggiunto dopo un lungo percorso e che ha interessato diverse professionalità.

Si porta l’esempio di un soggetto in piena crisi che, invece che essere legato, ha ricevuto assistenza continuativa 24 ore su 24 dal personale infermieristico.