Deboli, svantaggiati - Minori, donne, anziani -  Redazione P&D - 07/10/2018

Notizie in tema di soggetti vulnerabili 1-7 ottobre 2018 - C.C.

Nei giorni scorsi, in occasione della sessantesima giornata del sordo il Santo Padre Francesco ha inviato un messaggio all’associazione ENS (Ente Nazionale Sordi), in cui si rileva, fra l’altro, l’importanza della lotta affinché sia sempre tutelato il diritto di ogni uomo e ogni donna a una vita dignitosa. 

“Non si tratta solo di soddisfare determinati bisogni, ma più ancora di vedere riconosciuto il proprio desiderio di essere accolti e poter vivere in autonomia. La sfida è che l’inclusione diventi mentalità e cultura, e che i legislatori e i governanti non facciano mancare a questa causa il loro coerente e concreto sostegno. Tra i diritti da garantire non vanno poi dimenticati quelli allo studio, al lavoro, alla casa, all’accessibilità nella comunicazione. Per questo, mentre si porta avanti con tenacia la doverosa lotta contro le barriere architettoniche, bisogna impegnarsi per abbattere tutte le barriere che impediscono la possibilità di relazione e di incontro in autonomia e per giungere a un’autentica cultura e pratica dell’inclusione. Questo vale sia per la società civile, sia per la comunità ecclesiale”. 

http://w2.vatican.va/content/francesco/it/messages/pont-messages/2018/documents/papa-francesco_20180928_messaggio-giornatamondiale-sordo.html


Il 3 ottobre il ministro dell’interno ed il ministro per la famiglia e le disabilità hanno incontrato  il presidente del’Ente Nazionale Sordi. Al centro dell’incontro è stato posto il riconoscimento della lingua italiana dei Segni (Lis).

I ministri intendono procedere con un provvedimento specifico da presentare al più presto in Parlamento.

http://www.interno.gov.it/it/notizie/disabili-ministri-salvini-e-fontana-incontrano-ente-sordi-avanti-riconoscimento-lis