Varie  -  Redazione P&D  -  30/12/2021

Microcose che cambiano nel diritto

ORDINAMENTO PENITENZIARIO  - Carte da gioco in cella per evitare l’uso in regime di socialità: merita attenzione la richiesta del detenuto

>>>>>>>>  Necessario un nuovo giudizio dinanzi al magistrato di sorveglianza. Fondamentale garantire il contraddittorio col detenuto, che non ha chiesto una mera comodità personale, bensì ha fatto un richiamo fondato alla tutela del diritto alla salute in piena pandemia.

 

------

RISARCIMENTO DANNI  - Il committente, con la consegna dell’opera all’appaltatore, non perde la custodia sul bene

>>>>>>  Nei confronti dei terzi danneggiati dall’esecuzione di opere effettuate in forza di un contratto di appalto il committente è sempre gravato dalla responsabilità oggettiva di cui all’art. 2051 c.c., la quale non può venir meno per la consegna dell’immobile all’appaltatore ai fini dell’esecuzione delle opere stesse con l’unica eccezione del caso fortuito.

 

----

CIRCOLAZIONE STRADALE  - Cantiere chiuso e strada poco pulita: conoscenza del luogo e dei lavori riducono il risarcimento per il motociclista vittima di una caduta

>>>>>>>>>  Confermato il ristoro economico riconosciuto in Appello. Confermato però anche il concorso di colpa del motociclista. Quest’ultimo era consapevole, secondo i Giudici, non solo del luogo ma anche della recente chiusura del cantiere.

 

----

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA: in arrivo 176 magistrati in aiuto degli uffici giudiziari più in difficoltà

>>>>>>>>  L’obiettivo sarà quello di garantire una costante rispondenza tra la domanda di giustizia esistente e i contingenti di magistratura assegnati ai singoli uffici giudiziari.

 

------ 

ADOZIONE INTERNAZIONALE: il requisito del coniugio è incostituzionale?

>>>>>>>  Affinché il requisito del coniugio ai fini dell’idoneità all’adozione internazionale possa essere dichiarato incostituzionale per contrasto con la CEDU, l’ordinanza di rimessione dovrebbe illustrare le ragioni della presunta antinomia tra la disciplina legislativa ed i principi presidiati dalla garanzia convenzionale.

 

-----

PRIVACY - L’interruzione della prescrizione introdotta dal GDPR è illegittima

>>>>>>>  «È evidente che l’interruzione automatica del termine di prescrizione quinquennale, che già di per sé rende eccessivamente squilibrato il rapporto fra privato e pubblica amministrazione, si traduca in una intollerabile compressione delle ragioni di tutela del privato».

 

--- 

GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA: ecco la nuova funzionalità informatica che semplifica la partecipazione alle udienze

>>>>>>>>    In vista dell’anno prossimo, è disponibile, per tutte le sedi della Giustizia amministrativa, una nuova funzionalità informatica che riguarda lo svolgimento delle udienze. Gli avvocati potranno seguire l’andamento delle chiamate, riducendo così l’attesa nelle c.d. sale virtuali.

 

---

IMMIGRAZIONE  - Protezione internazionale: il giudice ha il dovere di cooperazione istruttoria

>>>>>>>>  «In tema di protezione complementare di diritto nazionale, di protezione umanitaria in regime transitorio o di protezione speciale introdotta dal d.l. n.130/2020, convertito con modificazioni dalla l. n.173/2020, sul giudice del procedimento incombe il dovere di cooperazione istruttoria, che attiene alla prova dei fatti e non alla loro allegazione, previsto in tema di esame delle domande di protezione internazionale […]».

 

----

IMMIGRAZIONE - La S.C. in tema di protezione internazionale

>>>>>>>>>>   «In tema di riconoscimento della protezione umanitaria del richiedente asilo, in base alla normativa del testo unico sull'immigrazione anteriore alle modifiche introdotte dal d.l. n. 113 del 2018, occorre: operare una valutazione comparativa tra la situazione soggettiva e oggettiva del richiedente con riferimento al paese di origine e la situazione d'integrazione raggiunta in Italia, attribuendo alla condizione nel paese di provenienza un peso tanto minore quanto maggiore risulti il grado di integrazione che il richiedente dimostri di aver raggiunto in Italia; ed accertare se e quale livello di integrazione è stato raggiunto in Italia […]».