Cultura, società  -  Redazione P&D  -  18/09/2022

Libertà, sovranità - P.C.

“Neanche il fatto che un individuo sia ‘incapace di intendere e volere’, secondo i crismi ufficiali, significherà che i suoi propositi non contino”.

  Una persona può non aver stilato disposizioni anticipate, non aver lasciato alcunché di solenne: rimarrà libera di indicare al medico, al momento cruciale, cosa debba accadere di lei, del suo corpo. 

  E se il paziente è obnubilato, magari in coma, sarà comunque decisivo ciò che egli risulti aver detto, ai familiari e agli amici, quando stava bene di salute.  Tutti al mondo parlano, si esprimono, basta saperli ascoltare.

“Non ti pronunci, non hai scritto nulla”. 

“Non è vero, sei tu che non leggi, che non presti attenzione”. “Forse hai poco cervello e niente cuore”.

 

 




Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di Marzo 2022, Persona&Danno ha servito oltre 214.000 pagine.

Libri

Convegni

Video & Film


Articoli correlati