Amministrazione di sostegno - Generalità, varie -  Redazione P&D - 06/07/2018

Legge provinciale di promozione dell’amministrazione di sostegno, una norma di civiltà per sostenere in modo rispettoso le persone fragili - Roberta Rigamonti

Piena soddisfazione da parte dell’Associazione per l’Amministrazione di Sostegno per l’approvazione della legge da parte della Provincia di Bolzano.

    Con questa legge provinciale si è compiuto un ulteriore passo di civiltà, promuovendo e valorizzando la figura dell’amministratore di sostegno ed è maturata la consapevolezza del valore dell’amministrazione di sostegno.

    Ora anche la Provincia di Bolzano può essere annoverata tra le diverse Regioni e Province italiane che hanno scelto di emanare una legge a promozione della misura dell’amministrazione di sostegno.

    La seduta del 05.07.2018 del Consiglio della Provincia autonoma di Bolzano ha visto, infatti, l’approvazione della legge di promozione dell’amministrazione di sostegno, prevedendo concrete forme di sostegno a coloro che assumono l’incarico di amministratore di sostegno volontario per terze persone.

    La legge si prefigge di attuare un sistema per la protezione giuridica delle persone fragili creando un Servizio nel territorio competente volto a rafforzare il processo integrato di interventi istituzionali e professionali a promozione della dignità e tutela dei diritti delle persone fragili e di sostegno alla famiglia. Importantissime per gli amministratori di sostegno volontari le previsioni di legge di sostegno da parte della Provincia per la copertura assicurativa per la responsabilità civile contro terzi ed il rimborso delle spese sostenute dall’amministratore nello svolgimento dell’incarico e della indennità eventualmente riconosciutagli dal giudice qualora il beneficiario non disponga di sufficienti mezzi finanziari.

    La normativa provinciale è stata approvata a distanza di quattordici anni dall’entrata in vigore della legge nazionale n. 6/2004, istitutiva dell’amministrazione di sostegno. In Alto Adige sono circa 3.000 le persone beneficiarie della misura, per cui vengono nominati, nel 30% dei casi, dal giudice tutelare amministratori di sostegno estranei al nucleo familiare.

    Da anni gli amministratori di sostegno attendevano una legge provinciale che valorizzasse il loro impegno e ruolo all’interno della comunità . Ora, date le forme di sostegno previste dalla legge provinciale, sarà possibile individuare con più facilità persone disponibili ad assumere l’incarico di amministratore di sostegno anche a favore di persone non abbienti e che necessitano di qualcuno che tuteli i loro diritti.