Interessi protetti - Successioni, donazioni -  Rossi Valentina - 25/06/2014

LA CLAUSOLA DI GIURISDIZIONE DI UN TRUST E VALIDA- Cass. ord 14041/2014- Valentina ROSSI

Secondo la Cassazione sez. Unite Civili, ordinanza n. 14041/14; depositata il 20 giugno in tema di trust, la clausola di proroga della giurisdizione - inserita nell'atto costitutivo di un trust - potrebbe aver valore ai fini della stessa giurisdizione solo ove sia consentito desumerne un criterio di competenza giurisdizionale esclusiva, a sensi dell'art. 23, comma 5, Regolamento Europeo n. 44/2001, quindi, solo qualora si dovesse ritenere che l'attrice agisca quale beneficiaria del trust o come successore del fondatore: in tal caso la summenzionata clausola le sarebbe opponibile.

Analizziamo in breve il caso.

Dinanzi al Tribunale, parte attrice cita in giudizio parte convenuta per vedersi riconoscere la nullità di un atto di trust posto in essere dal defunto padre naturale in favore dei due figli legittimi per lesione del diritto successorio dell'erede che era legittimaria.

Prima della morte, il padre naturale aveva costituito un trust e taluni di negozi traslativi, con i quali erano state poste nella disponibilità del trust stesso innumerevoli partecipazioni societarie.

La gestione dell'istituto era affidato alla ( omissis), a favore della famiglia legittima, di fatto, ledendo, in tal modo la quota di legittima della figlia naturale, attrice