Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Paolo Cendon - 28/01/2019

L’amor, la pansa, la tosse

====

Lavorando oggi al mio capitolo (tentando di finirlo)  mi sono imbattuto, dentro la mia testa, in un proverbio veneziano che ho sempre amato: “L’amor, la pansa e la tosse no xe sconde” 

L’amore, la pancia e la tosse non si nascondono.

Spero  piaccia anche a voi.

Cioè:

 - Se uno è innamorato e non vorrebbe (non importa ora perchè)  che si sapesse in giro,  non si faccia ilusioni: almeno tutti i suoi amici non proprio tonti se ne accorgeranno presto. E non solo loro.

 Se poi i   due  colombi sono entrambi  presenti nella stanza ,.. 

- Idem la pancia; ha voglia di comprare guêpière, di tirare e indietro il fiato quando ti alzi;  si vedrà solo che stai sforzandoti. 

- La tosse poi,  ad esempio quando uno è in chiesa o a un convegno. E cerca di  disperatamente di trattenere i conati, e si mette  a chiedere  in giro  mentine, bicchieri d’acqua.

-----

Scommetterei che le ragazze,  leggendomi  qui, si  concentrerano soprattutto sulla prima delle tre voci indicate, e  si metteranno a rievocare nella  loro mente  gli episodi passati in cui questo mio  proverbio ha in effetti ricevuto conferme: “Ma state pensando, -  vi chiedo, -  alle  vostre amiche o a voi stesse?“.