Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Paolo Cendon - 09/01/2019

Foto di un ‘indigena (sudamericana?) nuda fino alla vita: le censure di Facebook

Avevo pubblicato su FB questa foto che potete vedere sotto  in allegato,

 L’avevo presa da Google: si vedeva appunto  il seno nudo di questa donna e l’inizio della pancia, con delle piegoline.

FB  un minuto dopo me l’ha censurata, dicendo che non corrispondeva ai canoni di FB, potevo reclamare ma intanto loro la oscuravano.

Credo che l’originale abbiano potuto vederla su FB solo due amiche, Roberta Bailo di Genova  e Francesca Fuxa di Roma, alle quali piaceva.

FB aggiungeva che se non ero d’accordo potevo protestare, cosa che ho fatto, hanno detto che la facevano  rivedere da qualcuno (Non da Salvini cedo …) e che poi decidevano.

Intanto ne ho fatto una versione purgata, e l’ho ripubblicata FB , forse questa -  ho pensato -  me la passavano. Ho tagliato i capezzoli, che a quanto immagino erano  il punto cruciale …

Non faccio commenti, secondo me la foto è bella, coi capezzoli era anche più bella, così va il mondo, questa è FB, forse hanno ragione loro  --  dite quel che vi pare –

----

FB mi ha poi  comunicato che avevano deciso di mantenere il veto sull’originale.

Ho deciso di  ripubblicarla su PERSONA E DANNO

E’ in allegato >>  cliccate e si apre