Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Redazione P&D - 12/03/2018

Facebooklandia - Paolo Cendon

   --- Se un Marziano mi intervistasse su  ‘Facebook’,   chiedendomi come   sia l’utente tipico di questo Social, risponderei che  in materia esistono esperti  ben più  titolati di me. Qualora  proprio insistesse  gli direi:

   ---  “Posso  riferire cosa  vedo tra le pagine …  incontro creature  e scenari differenti tra loro - Molte (a prima vista) le  caratteristiche  comuni: popolo festaiolo quello di fb,  passa il tempo a  celebrare compleanni  e onomastici -    Mangiano tutti   molto, in apparenza,  soprattutto dolci; si scambiano ricette  con foto di creme, gelati, bignè, sformati  - Vestono in modo allegro, curato -  I bambini floridi, coccolati; le donne ben truccate,  orgogliose  del loro ménage coniugale: gli uomini abbronzati,  vigorosi ”

   --- “Amano tutti ridere e abbracciarsi in pubblico; si fotografano spesso, gruppi di dieci o  venti che brindano  e inneggiano a qualcosa, soddisfatti  - Adorano  il fitness, le palestre, il telefonino, i rituali, la musica, il tango, lo sport; le cerimonie religiose anche, popolari, i santini, le processioni  -   La parte sana, edificante della vita”

  ---  “Riportano  ogni tanto poesiole incoraggianti, versi romantici, fatti per  scaldare il cuore; propongono  anche comics e vignette, specie Lucy, Snoopy  e Mafalda -  Ognuno che loda le sembianze dell’altro, ripetendo quanto sia misterioso, adorabile ... storie d’amore che  sbocciano così’? una ogni trenta chissà ”

   ---  “Viaggiano in mille lande   del mondo; ricordi di spiagge,  accecanti: pubblicano  immagini di gioielli esotici -  Foto di animali di ogni sorta, specie cani e gatti, buffi e affettuosi; tavole imbandite, candelieri, salotti eleganti, terrazze sul golfo -   Mazzi fioriti,   giardini d’estate, fontanelle, rampicanti; tramonti,  albe in  montagna,   nuvole sfrangiate   e vaporose”

>>>>  MA SONO  TUTTI  COSI’ -  ha chiesto il  marziano - O E’ FACEBOOK CHE LI  FA APPARIRE TALI ? ? ?

      --   Dovrò pensarci,  a voi cosa  sembra?