Danni - Danno esistenziale -  Antonello Negro - 12/10/2018

Danno esistenziale da immissioni intollerabili - Cass., II sez. civ., ord. 23754/2018

I proprietari di due appartamenti citavano in giudizio il proprietario di un immobile vicino lamentando la non regolare apposizione, da parte di quest’ultimo, di una canna fumaria (ad uso di un ristorante).

Gli attori chiedevano, altresì, l’eliminazione dei fumi, del calore e degli odori prodotti dalla suddetta attività di ristorazione.

Dapprima, veniva disposta la rimozione della predetta canna fumaria e la sua collocazione in altro sito con l’osservanza delle norme di legge.

Nel giudizio di merito, quindi, gli attori chiedevano il risarcimento dei danni subiti.

In primo grado, il Tribunale accoglieva le domande attoree, confermava la rimozione della canna fumaria e disponeva la condanna della convenuta al pagamento della somma di Euro 5.000,00 a titolo di ristoro del danno non patrimoniale in favore di ognuno dei richiedenti. La Corte di appello (adita da entrambe le parti) confermava la sentenza di primo grado e veniva così proposto ricorso per cassazione anche in relazione alla liquidazione del danno non patrimoniale.

La Corte di Cassazione, con la sentenza qui allegata, ha affermato (condivisibilmente) che l’assenza di un danno biologico non impedisce il risarcimento del danno non patrimoniale conseguente ad immissioni illecite, allorché siano stati lesi il diritto al normale svolgimento della vita familiare all’interno della propria abitazione ed il diritto alla libera e piena esplicazione delle proprie abitudini di vita quotidiane (ovvero, rilevo, un danno chiaramente esistenziale).

La Suprema Corte ha quindi precisato che la prova del suddetto danno può essere fornita anche mediante presunzioni (basate, nella specie, sul complessivo materiale probatorio che comprovava i disagi sofferti dalle famiglie coinvolte e consistenti in trasferimenti fuori di casa, assenze a scuola dei figli ed altre circostanze sopravvenute in dipendenza della difficile vivibilità della casa).