Responsabilità civile - Causalità -  Riccardo Riccò - 26/03/2018

Danno, causazione e presunzione di causazione - Cass. 7250/2018

Danno, causa e responsabilità.

Se in alcune delle fattispecie concrete, sottoposte alla diuturna cognizione giudiziale, la causazione del danno può non suscitare particolari problemi, in tante altre, specie se si ha a che fare con prodotti o attività tecnologicamente complesse, o comunque quando la dinamica del sinistro appare oscura, o incerta, l’accertamento positivo della causazione è spesso raggiunto presuntivamente — nel senso che è sufficiente per l’attore provare che il danno si è sviluppato entro la situazione di responsabilità del convenuto, sul quale ultimo incomberà allora, per regola probatoria speciale, l’onere di dimostrare che la causazione è da riferire ad elementi estranei alla sua sfera d’azione e/o di controllo.

Nonostante sia stancamente ripetuto da certa giurisprudenza che, concesse all’attore le agevolazioni probatorie del caso, l’onere della prova relativo alla sussistenza del nesso causale non può mai essere addossato al convenuto, se si sgranano le decisioni concrete, ne emerge al contrario che l’efficacia causativa è inferita dalla stessa coincidenza tra danno e difetto o diversa situazione obiettivamente manchevole.

Cass. civ., sez, III, sentenza 23 marzo 2018, n. 7250, pres. Travaglino, rel. Ambrosi.

La Cassazione è però davvero schietta: “… questa Corte, chiamata ad occuparsi di casi in cui la ricostruzione delle modalità e della tempistica della condotta del medico non poteva giovarsi delle annotazioni contenute nella cartella clinica, a causa della omessa tenuto o lacunoso redazione della stessa, ne ha costantemente addossato al professionista gli effetti, vuoi attribuendo alle omissioni nella compilazione della cartella il valore di nesso eziologico presunto … vuoi ravvisandovi una figura sintomatica di inesatto adempimento …”.

Ma v. già, ad es., Cass. civ., sez. III, 30 ottobre 2009, n. 23059, pres. Senese, rel. Massera.

In dottrina, v. ad es. CENDON, Circostanze incerte e responsabilità civile, Riv. trim. dir. proc. civ., 1999; COMPORTI, Le presunzioni di responsabilità, Riv. dir. civ., 2000; PUCELLA, La causalità incerta, Torino, UTET, 2007.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di novembre 2018 Persona & Danno è stato visitato da oltre 385.000 utenti unici.