Deboli, svantaggiati  -  Redazione P&D  -  15/01/2022

Conchiglie che si muovono

E SE IL PAPA ACCOGLIESSE A MESSA UNA PERSONA NON VEDENTE CON IL CANE GUIDA?

A proposito della discriminazione subita da una persona non vedente, che accompagnata dal proprio cane guida, si era vista negare l’accesso al Duomo di Torino, come avevamo riferito nei giorni scorsi, secondo il presidente dell’UICI Barbuto, servirebbe «un gesto eclatante dei vertici vaticani, per condannare l’accaduto e richiamare la necessità di rispettare questi diritti all’interno della Chiesa. Sarebbe bello, ad esempio, se Papa Francesco accogliesse un non vedente con il suo cane guida durante la messa che celebra quasi in forma privata ogni mattina nella Cappella di Santa Marta a Roma»

----

LE DONNE CON DISABILITÀ NEI LAVORI DELL’OSSERVATORIO NAZIONALE

Le donne con disabilità nelle politiche dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità sono al centro del presente approfondimento e riguardo alle proposte del Gruppo di Lavoro dell’Osservatorio che se ne occupa specificamente, Simona Lancioni le definisce «ambiziose e ben centrate», augurandosi che esse «vengano recepite nel prossimo Programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità e che questo venga effettivamente attuato, giacché quello precedente, risalente al 2017, è rimasto in larga parte sulla carta»

----

LIBRI CHE PARLANO DI TEMI SOCIALI "CALDI": UN CICLO DI INCONTRI

Sarà il libro "Il maltrattamento dell’anziano in RSA. Analisi del fenomeno, strumenti per l’individuazione, strategie di prevenzione" di Luca Fazzi, pubblicato nell’ottobre dello scorso anno, ad aprire il 28 gennaio una serie di approfondimenti online su temi sociali, centrati sulla presentazione di altrettanti volumi, a cura dell’organizzazione marchigiana Gruppo Solidarietà

----

I CONTRATTI PUBBLICI E L’INCLUSIONE LAVORATIVA DELLE PERSONE CON DISABILITÀ

Nella parte dedicata ai concorsi pubblici, ìl Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ha previsto che nei bandi di gara siano indicati come requisiti necessari e, in aggiunta, come requisiti premiali dell’offerta, una serie di criteri orientati verso gli obiettivi di parità e anche alcune disposizioni volte a favore le pari opportunità in àmbito di inclusione lavorativa delle persone con disabilità. Un recente Decreto Ministeriale ha fissato le relative Linee Guida alle quali il Centro Studi Giuridici HandyLex ha dedicato un approfondimento di cui suggeriamo senz’altro la consultazione

----

UN’INTERPRETAZIONE CONDIVISA (E BEN COMUNICATA) DELLE NORME SUL TERZO SETTORE

«Con l’avvio del Registro Unico Nazionale, ha fatto un importante passo in avanti l’attuazione della Riforma del Terzo Settore, ma per fare la differenza servono riferimenti normativi chiari e applicabili, un forte coordinamento tra le Istituzioni Nazionali e i livelli locali, e maggiore consapevolezza dei processi di cambiamento da parte delle organizzazioni»: così CSVnet e il Forum Nazionale del Terzo Settore presentano l’incontro del 19 gennaio “Consapevoli del cambiamento. La Riforma del Terzo Settore e la sfida di una comunicazione efficace”, che verrà anche diffuso in diretta streaming

----

STORIE DI EDUCATORI DA RIEDUCARE

«Quando avevo 20 anni – scrive Sergio Rilletti, scrittore che ha creato Mister Noir, eroe con disabilità protagonista di thriller umoristici -, ammiravo gli educatori e mi chiedevo: “Chissà che studi fanno per diventare educatori…”. Poi, col tempo, la domanda è rimasta quella, ma con un’accezione del tutto diversa. Qui mi è stato chiesto di concentrarmi sulle esperienze negative con gli educatori e non sarà facile, dato che ho vissuto con loro molti momenti simpatici, a volte proprio unici. Ma voglio farlo in modo diretto, senza usare, per una volta, personaggi inventati come filtro»

----

ANNO SCOLASTICO 2020-2021 E DISABILITÀ: LA FOTOGRAFIA DELL’ISTAT

Aumento del numero di alunni e alunne con disabilità, con una migliore partecipazione alla didattica, scarsa competenza dei docenti (curricolari e di sostegno) sui modelli inclusivi, ancora limitata accessibilità agli edifici scolastici, carenza di assistenti all’autonomia e alla comunicazione, specie nel Mezzogiorno, e crescita anche dei docenti di sostegno, inversamente proporzionale, però, alla loro formazione specifica: sono questi, in estrema sintesi, i dati principali del nuovo Rapporto ISTAT sull’inclusione scolastica degli alunni con disabilità, riferito all’Anno Scolastico 2020-2021