Deboli, svantaggiati  -  Redazione P&D  -  23/11/2021

Ce la si può fare, ma occorre vigilare e impegnarsi

RINNOVAMENTO NEL PROGRESSO PER L’ASSOCIAZIONE ITALIANA STOMIZZATI

Tutelare i diritti delle persone stomizzate, e in particolare in riferimento ai dispositivi medici monouso, rivendicando in tal senso la necessità di poter disporre finalmente di un Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale: sono gli obiettivi principali dell’AISTOM (Associazione Italiana Stomizzati), ribaditi con forza anche durante la propria recente Assemblea, che ha provveduto a rinnovare il Consiglio Direttivo dell’Associazione, eleggendo Marcella Marletta alla Presidenza

----

LA LEGGE DELEGA SULLA DISABILITÀ È UN’OCCASIONE DA NON PERDERE

«Approvato nelle scorse settimane dal Consiglio dei Ministri, il Disegno di Legge Delega al Governo in materia di disabilità - scrive Gianmpiero Griffo, coordinatore del Comitato Tecnico-Scientifico dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità - è un risultato importante, un'occasione da non perdere, ma per comprenderne meglio la valenza innovativa e di riforma, è certamente utile approfondirne una serie di passaggi»

----

PERCHÉ CREDIAMO CHE QUELLA RICERCA SCIENTIFICA SIA NECESSARIA ALL’AUTISMO

«A proposito della brusca interruzione dello studio britannico “Spectrum 10K” - scrivono dall’Associazione ANGSA -, dovuta all’opposizione di gruppi di persone che, autodichiarandosi nello spettro autistico, denunciano il loro mancato coinvolgimento e l’inutilità di quella ricerca, perché a loro dire “non c’è nulla da aggiustare” in una condizione della quale andare fieri, riteniamo che tale interruzione significherebbe lasciare professionisti e famiglie senza essenziali strumenti di conoscenza e intervento, finalizzati a migliorare la qualità di vita delle persone con autismo»

----

L’“AMBROGINO D’ORO” ALL’ANGSA LOMBARDIA

È con piacere che registriamo l’assegnazione dell’“Ambrogino d’Oro”, la nota Benemerenza Civica promossa annualmente dal Comune di Milano, all’ANGSA Lombardia (Associazione Nazionale Genitori Persone con Autismo), «un riconoscimento – sottolinea Anna Curtarelli Bovi, presidente dell’Associazione – che speriamo vada tutto a favore delle persone con autismo e delle loro famiglie. È per garantire i diritti e una migliore qualità della vita a loro e alle loro famiglie che continueremo ad impegnarci con le nostre attività a tutti i livelli»

----

30 GIORNI PER CAPIRE L’AUTISMO, I DISTURBI VISIVI E QUELLI DELL’APPRENDIMENTO

«Tre libri che non spiegano, ma permettono di calarsi nei panni di chi ha un funzionamento peculiare e diverso. E lo fanno in maniera divertente, attraverso delle prove, ovvero delle “sfide” concepite in modo tale da poter essere vissute come dei giochi»: così la curatrice Enza Crivelli presenta la trilogia composta da “30 giorni per capire l’autismo”, “30 giorni per capire i disturbi visivi” e “30 giorni per capire i disturbi dell’apprendimento”, pubblicata da uovonero, casa editrice specializzata in libri inclusivi, ad alta leggibilità, che promuovono una cultura della diversità

-----

DARE AI BAMBINI E ALLE BAMBINE CON DISABILITÀ LA POSSIBILITÀ DI CRESCERE

«Fa rabbrividire - scrive Salvatore Cimmino - quel dato, quei 240 milioni che l’UNICEF ha stimato come cifra di bambini e bambine che nel mondo sono interessati da disabilità moderate o gravi. A conti fatti, uno su 8 nella fascia che va fino ai 14 anni. Quasi quattro Italie! Ma gli Stati, i Governi, le società, cosa fanno per loro? Poco. Dai risultati di quel rapporto, infatti, emerge un quadro desolante. Un bambino, una bambina non sanno, non possono chiedere, non possono arrabbiarsi. Possono solo crescere, dando però loro la possibilità di farlo»

---

"QUANDO TU SEI VICINO A ME": È SEMPRE COMUNICAZIONE, SE INTERAGISCI CON L’ALTRO

È questo il senso profondo di “Quando tu sei vicino a me”, che ha visto la regista Laura Viezzoli inoltrarsi per quattro stagioni fra le colline marchigiane e arrivare al Centro di Osimo (Ancona) della Lega del Filo d’Oro, l’organizzazione che sin dagli Anni Sessanta è il punto di riferimento in Italia per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, per trovare una comunità dove il linguaggio verbale è solo uno dei tanti modi per esprimersi. L’opera, già premiata all’estero, verrà presentata in concorso domani, 23 novembre, al “Festival dei Popoli” di Firenze