Deboli, svantaggiati - Minori, donne, anziani -  Laila Perciballi - 03/04/2019

Anziani attenti ai vostri badanti!

Il decalogo per proteggere gli anziani ed i loro patrimonio dai badanti

GLI ANZIANI sono persone gentili, disponibili, e facilmente vulnerabili per questo sono vittime frequenti di furti, truffe, inganni, e purtroppo spesso anche di maltrattamenti.  La casistica degli anziani derubati dai propri badanti è davvero molto diffusa e preoccupante e quindi bisogna stare molto attenti.

I badanti sono persone indispensabili per l’assistenza degli anziani e per la serenità dei loro cari, ma non sempre.

Purtroppo, infatti, sono sempre più  numerosi i casi di denunce giunte nei confronti dei badanti e, quindi, senza alcuna presunzione di completezza,  propongo un breve decalogo di accorgimenti per cercare di tutelare i nostri anziani:

1. cercare di non lasciare troppo tempo soli i badanti con gli anziani e creare intorno a loro una rete di solidarietà, alternandosi nelle visite tra parenti o anche chiedendo ai vicini di casa di tenere gli occhi aperti;

2. cercare badanti che siano professionisti fidati, persone affidabili con esperienza e valide referenze (magari conoscendo personalmente il precedente datore di lavoro);

3. Mettere sempre in regola i badanti (come ogni lavoratore) ed in caso di assistenti familiari extracomunitari, gli stessi devono avere documenti in regola per l’assunzione; in particolare, il permesso di soggiorno;

4. Non lasciare mai soldi e gioielli in giro per casa;

5. Non dare la propria carta bancomat o la propria carta di credito ne tantomeno fornire il PIN ne renderlo facilmente individuabile;

6 Parlare sempre con i propri anziani e cercare di spiegare loro di non farsi abbindolare dai badanti che di solito fanno leva sulla loro bontà per chiedere soldi che, poi, non vengono restituiti;

7. Non lasciarsi persuadere a dalle storie narrate dai badanti di malattie di famigliari o situazioni difficili volte ad ingenerare pena ed avere soldi;

8. se proprio si è convinti della onestà del proprio badante, fare prestiti (di piccoli importi 100 euro per volta) mediante bonifici bancari e non ripetere l'operazione se prima non c'è stata la restituzione del primo prestito;

9. Stare attenti alle tecniche di persuasione e di isolamento che pongono in essere i badanti nei confronti degli anziani per non fargli vedere gli altri parenti e raggirarli più facilmente;

10 DENUNCIARE SEMPRE E MAI VERGOGNARSI DI ESSERE STATI TRUFFATI...

PUO’ CAPITARE A TUTTI!
LA DENUNCIA DEL TRUFFATORE CONSENTIRA’ ALLE FORZE DELL’ORDINE DI INDIVIDUARE IL TRUFFATORE E DI ARRESTARLO, COSI’ SALVANDO ALTRI ANZIANI DA ULTERIORI TRUFFE E RAGGIRI