Ambiente, Beni culturali - Animali -  Paolo Cendon - 01/01/2019

ANIMALI, FAREMO DEL 2019 IL VOSTRO “ANNO ESISTENZIALISTA” !!!!

=========

GIORNALE ON LINE – LEGGETE QUESTA NOTIZIA
“Dal primo gennaio entrerà in vigore una nuova legge in California che riserverà agli animali domestici, nella cause per il divorzio, gli stessi diritti che hanno le persone. Non saranno più trattati come proprietà ma il giudice stabilirà l’affidamento sulla base «del loro miglior interesse».La legge è stata sponsorizzata dal membro dell’Assemblea statale Bill Quirk e firmata dal governatore Jerry Brown. La misura autorizza i giudici a considerare «il benessere dell’animale domestico» e a creare accordi di custodia condivisi. La legge «chiarisce che i tribunali devono considerare la proprietà dell’animale domestico in modo diverso rispetto alla proprietà di un’auto. Ad esempio, fornendo una direzione più chiara, i tribunali assegneranno la custodia su ciò che è meglio per l’animale», ha dichiarato Quirk dopo la firma del disegno di legge. «Trattare un animale domestico come proprietà non aveva senso per me», ha spiegato Quirk a Nbc News. «In realtà abbiamo avuto dei giudici che hanno detto che si poteva vendere il cane e dividere il ricavato». Gli esperti legali hanno affermato che con la nuova legge i giudici possono prendere in considerazione fattori come chi passeggia, nutre e gioca con l’animale quando deve decidere a chi affidarlo”.

=======

PAOLO CENDON – LEGGETE ME ADESSO SE VOLETE
Chissà se – anche per merito di novità del genere, viva la California! - nel 2019 in Italia cambierà qualcosa, per quanto concerne il risarcimento del danno non patrimoniale, nel casi di uccisione di un animale domestico, al quale il padrone o la famiglia (come spesso accade) erano significativamente affezionati.

Atttualmente, seguendo l’infausta dottrina delle sentenze Cass. di S.Martino del 2008, ci sono ancora molti giudici italiani – non proprio tutti, ma temo la maggioranza – i quali ritengono che gli animali valgano esclusivamente sotto il profilo ‘patrimoniale’: mi hai ammazzato il cane king cavalier mettendolo sotto perchè sei passato col rosso, ti potrò chiedere solo il valore economico del cane stesso, cioè mettiamo cento euro, ma tutto il fascio di affetto e di abitudini di vita che intrattenevo con quella bestiola per il diritto “civile” (?) non valgono niente, perché gli animali sono poco più che cose, e quindi i flussi spirituali-esistenziali nei loro confronti non hanno alcun valore, come si ricaverebbe anche dalla nostra Costituzione, che non li nomina espressamente …

Così ragionano ancora vari giudici, anche alcuni che vanno per la maggiore, non faccio nomi, per carità di patria …
Ecco allora un’importante battaglia 2019 >>> per DIRITTI IN MOVIMENTO >>> chi mi ama mi segua !!!!
Cominciando a pensare – in parallelo - anche ai danni esistenziali/morali per l’animale quando uccidono il loro padrone, che ne dite?