Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Redazione P&D - 18/11/2018

AMORE, CURA, DIGNITÀ

Questi, i tre pilastri che hanno sorretto il convegno che si è tenuto a Taranto il 17 novembre presso il Salone  degli specchi, al Palazzo di città.
Una cornice incantevole grazie al patrocinio morale offerto dal Comune, che arricchisce una tela dipinta con mille sfumature ed egregiamente dagli illustri relatori.
Ad aprire l'incontro, l'emozionante intervento del nostro Presidente di sezione, Avv. Maria Beatrice Marano' che subito ci conduce all'interno del delicato tema della fragilità umana e della cura ad essa sottesa. Questo, il complesso tema che, ancora una volta, il Prof. Cendon, emerito dell'università di Trieste, affronta con maestria nel suo ultimo libro"I diritti dei più fragili". Un professore  ed una persona che è e parla senza schemi e rapisce l’attenzione.
La lettura di alcuni brani del libro, da parte dei ragazzi della quinta Liceo Battaglini, preparati dalla prof.ssa Monica Morandini e le numerose domande poste dal pubblico hanno incantato e a tratti commosso la gremita platea. Presenti anche il Liceo Archita conle prof.sse Stola e Villani ed il liceo Moscati di Grottaglie con la prof.ssa Zampippulso.
Gremita la sala e tra il pubblico la prof.ssa Franca Poretti per l’ AICC e la dott.ssa Maria Grazia Serra per l’Isde , medici per l’ambiente, associazioni che hanno creato rete con l’Osservatorio.
Un ringraziamemto particolare va al Dott. Morelli, già Presidente del Tribunale di Taranto e del Tribunale per i minorenni di Taranto, che ha saputo come sempre incantarci con una profonda analisi a metà strada tra il rigore del magistrato e gli umani sentimenti, quelli che, ci auguriamo, un giorno possano renderci tutti "persone" senza distinzione alcuna.
L'incontro di oggi deve riconoscenza per il patrocinio generosamente offerto anche al Rotary Club di Taranto, con il Presidente Dott. Andrea Tortora, e all'AVIS sezione comunale di Taranto, con il Presidente Dott. Giovanni Orlando.Ai due medici, in rappresentanza di tutto il settore, va il merito di toccare ogni giorno con mano le fragilità umane e le cure possibili.
A concludere il convegno, l'Avv. Daniela Infantino, docente a contratto Università di Trieste, con una puntuale dissertazione sulle tutele risarcitorie dei soggetti fragili e un occhio di riguardo al danno endofamiliare.
Siamo certi delle emozioni trasmesse questa sera, delle riflessioni maturate e siamo orgogliosi del nostro impegno.