Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Redazione P&D - 10/03/2018

9. - Momenti e scelte personali nell'amministrazione di sostegno - P.C.

Zona Borderline esistenzial/sanitaria, portatori di fragilita a rischio -  Pamela è ancora fra noi, qualcosa dalla sua vicenda abbiamo capito

 ====================  

  Listituto dell'AdSostegno è stato pensato, fin dal primo inizio (1986), in chiave essenzialmente patrimonialistica: risparmi, conti, pagamenti, spese, acquisti, mutui, banca, borsa, immobili, assicurazioni, affitti, indennità, rateazioni, cedole, utili, bollette, imposte  etc.

 Un amministratore chiamato cioè ad affiancare o a sostituire linteressato, nel compimento di uno di quegli atti: in via congiuntiva o esclusiva, a seconda dei casi, alla stregua delle specifiche indicazioni fornite dal GT.

  Successivamente, già a partire dal 2004, l'arco dei possibili interventi giudiziali ecco il dato da rimarcare - è venuto dilatatandosi  sempre più  nella prassi: in direzione, all'occorrenza, di scelte di carattere strettamente personale.  

 Ciò sia con riguardo al caso di un beneficiario concorde oppure assente; sia, con maggior prudenza, rispetto un beneficiario contrario  al compimento di quel certo atto; sia in situazioni intermedie. 

 Si è ammesso ad esempio, dai Tribunali, che l'amministratore di sostegno potrà, in sostituzione dell'interessato, venir incaricato dal GT di stipulare il contratto alberghiero con una casa di riposo: sostanzialmente, pilotando lui un passaggio-chiave come quello della residenzialità.

 La sessualità dei disabili è un altro punto.

 Sono entrati  nel raggio dellIstituto,  successivamente, momenti come la separazione fra coniugi, il divorzio, l'accettazione di eredità, la rinuncia, l'adozione o l'affido di un minore (mai nel casi di un soggetto a rischio), la partecipazione a un'associazione.

 Si è riconosciuto che il decreto giudiziale potrà contenere-immaginare blocchi o sospensioni per quanto concerne la possibilità di contrarre matrimonio,  di redigere un testamento, di effettutare una donazione.

 E prevalsa insomma  l'idea che i filamenti antipsichiatrici, autodistruttivi, di pericolosa inerzia, vadano combattuti, fin che possibile, anche sul piano personale, in nome del best interest dellinteressato: Oggi vorresti fare o non fare questo, quest'altro, è ben chiaro però come, al di là delle lusinghe contingenti, tale decisione ti possa nuocere; domani saresti il primo a riconoscerlo: ci ringrazierai allora per averti impedito oggi, al di là dei soldi, una  conclusione fatale, per te o per chi dipende da te.