Varie - Varie -  Redazione P&D - 29/07/2020

Varie in giurisprudenza

OMESSO MANTENIMENTO - Omesso versamento dell'assegno di mantenimento per i figli per diversi mesi: esclusa la particolare tenuità del fatto

Deve essere esclusa l’applicabilità della causa di esclusione della punibilità per la particolare tenuità del fatto in relazione al reato di cui alla l. 8 febbraio 2006, n. 54, art. 3, in caso di reiterate omissioni nel versamento del contributo al mantenimento dei figli minori, essendo l’abitualità del comportamento ostativa al riconoscimento del beneficio ed essendo irrilevante la particolare tenuità di ogni singola azione od omissione.

(Corte di Cassazione, sez. VI Penale, sentenza n. 22523/20; depositata il 27 luglio)

 

MISURE CAUTELARI - Botte e minacce ai genitori per avere soldi: logico parlare di estorsione, legittima la custodia in carcere

Solido, secondo i Giudici, il castello accusatorio. Evidente la gravità delle condotte tenute dall’uomo. Impossibile, checché ne dica il difensore, parlare di esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

(Corte di Cassazione, sez. II Penale, sentenza n. 22508/20; depositata il 27 luglio)

 

DELITTI CONTRO IL PATRIMONIO - Introduce repentinamente il braccio nella borsa per rubare il telefono, riconosciuta l'aggravante della destrezza

In tema di furto, la circostanza aggravante della destrezza sussiste qualora l’agente abbia posto in essere, prima o durante l’impossessamento del bene mobile altrui, una condotta caratterizzata da abilità, astuzia o avvedutezza ed idonea a sorprendere, attenuare o eludere la sorveglianza del detentore sul bene.

(Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza n. 22499/20; depositata il 27 luglio)

 

PREVIDENZA - Pensione aumentata ma percepita solo dopo una lunga battaglia: niente risarcimento

A fronte della condotta tenuta dall’istituto previdenziale, i Giudici ritengono non si possa parlare di lesione insopportabile per il pensionato, che comunque era provvisto di redditi previdenziali. Esclusa quindi l’ipotesi risarcitoria.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - L, ordinanza n. 15965/20; depositata il 27 luglio)

 

ACCERTAMENTO FISCALE - Immobile acquistato ma non utilizzato: legittimo comunque l'accertamento del Fisco

Corretta, secondo i Giudici, la visione del Fisco: l’operazione immobiliare è decisiva per calcolare il reddito del contribuente. Irrilevante il fatto che egli vi abbia trasferito la residenza solo due anni dopo l’acquisto.

(Corte di Cassazione, sez. Tributaria, ordinanza n. 15896/20; depositata il 24 luglio)