Diritto commerciale - Impresa, società, fallimento -  Riccardo Riccò - 11/08/2020

Revocatorie frode e buon costume - Cass. civ. 16706/20

Già da praticante ho avuto modo di occuparmi di revocatorie, sia ordinarie che fallimentari, che aggravate-speciali (prodi bis).
La frode ai creditori e/o il pregiudizio revocatorio, mi han sempre detto, non può fondare azioni se non di inefficacia relativa del dato atto (impugnato).

Io però testardo/bastian contrario, vista più d'una fattispecie pratica, mi son convinto di ciò, che certi atti attività negoziali meritino sanzione ulteriore.

Quando cioè il "chiodo" sia conseguenza di atti privi di effettiva giustificazione economica, o socio-economica, causa o non causa (eviterei le relative secche), questi sono nulli.

Motivi illeciti comuni? Contrarietà al buon costume?

Sì, certo, potrebbe anche essere, diamine!

Si diceva una volta di no, in genere, a priori. Perché forse, per il comune sentire sociale, il chiodo e l'illecita sottrazione al pagamento delle imposte, in particolare, erano tollerati se non anzi, addirittura, plauditi (poi va be' il D. 74/00). Persino in Francia (rel min fin fr 2003). Altrove, specie in UK USA, ho potuto constatare: no, assolutamente, tutto il contrario! Il fraudator e specie l'evasore è odiato. Commette cioè delitto. Odioso delitto. Si parla lì solo tecnicisticamente di claw back (actions). Agli effetti, tracing, recuperatori. Ma, a monte, di voidness, solamente. Per ciò la regola "in pari delicto" è tenuta sempre ferma, lì. Le Corti si rifiutano cioè, schifate, di metter becco nei rapporti tra debitore e terzo (revocato).

Si preoccupano solo di assegnar tutela al creditore.‎

Da noi, oggi giorno?

Il buon costume (il comune sentire sociale) credo sia davvero, radicalmente, cambiato, lento pede. La giurisprudenza ancora no. Vedo però "smottamenti". Significativi.

Recentissima Cass. 5 ago. 2020 . Sez. Prima




Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di gennaio 2021 Persona & Danno ha registrato oltre 295.000 visite.

Cerca sul sito