Consumatori - Generalità, varie -  Riccardo Riccò - 25/09/2020

Piani del consumatore ed accordi di composizione della crisi da sovraindebitamento, e moratoria ultrannuale dei crediti prelatizi - Cass. 17391/2020

Pur se l'accordo - come formalmente proposto - sia non di continuità aziendale e anche quando, in ipotesi di piano del consumatore, non sia programmata la liquidazione del dato bene (oggetto di garanzia o privilegio), la dilazione del pagamento dei crediti prelatizi oltre l'anno dall'omologa, non è di per sé illegittima (ovvero causa/motivo di inammissibilità del ricorso ex l. 3/2012).

L'importante è che, nel primo caso, sia attribuito "ai titolari di tali crediti il diritto di voto a fronte della perdita economica conseguente al ritardo con cui vengono corrisposte le somme a essi spettanti", e che, "con riferimento ai piani del consumatore, ... sia data a essi la possibilità di esprimersi in merito alla proposta".
Conf. Cass. 17834/2019 e (in parte motiva) Cass. 4551/2018.

Reason is the life of the law




Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Cerca sul sito