Varie - Varie -  Redazione P&D - 26/06/2020

Novità in giurisprudenza

\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

 

PREVIDENZA - INABILI TOTALI AL LAVORO: PER LA CONSULTA 285, 66 EURO MENSILI NON BASTANO

 

La Corte Costituzionale ha affermato che 285,66 euro mensili non sono sufficienti a soddisfare i bisogni primari della vita delle persone totalmente inabili al lavoro, con conseguente violazione del diritto al mantenimento di cui all’art. 38 della Costituzione.

 

-----

 

RISARCIMENTO DANNI - ESTESO ANCHE ALLA VACCINAZIONE CONTRO IL VIRUS DELL'EPATITE A IL DIRITTO ALL'INDENNIZZO

 

Dichiarata l'illegittimità costituzionale dell'art. 1, comma 1, della legge 25 febbraio 1992 n. 210 (Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati), nella parte in cui non prevede il diritto a un indennizzo, alle condizioni e nei modi stabiliti dalla medesima legge, a favore di chiunque abbia riportato lesioni o infermità, da cui si è derivata una menomazione permanente della integrità psico–fisica, a causa della vaccinazione contro il contagio dal virus dell'epatite A.

 

(Corte Costituzionale, sentenza n. 118/20; depositata il 23 giugno)

 

-----------------

 

SPESE PROCESSUALI - QUANDO È POSSIBILE LA COMPENSAZIONE DELLE SPESE PROCESSUALI?

 

La compensazione delle spese processuale è possibile, oltre che nelle ipotesi di soccombenza reciproca, di assoluta novità delle questioni trattate e di mutamento della giurisprudenza su questioni dirimenti, solo quando le specifiche circostanze prese in considerazione dal giudice di merito siano tali da renderle assimilabili alle altre ipotesi previste dall’art. 92, comma 2, c.p.c..

 

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 2, ordinanza n. 12484/20; depositata il 24 giugno)

 

-------

 

RISARCIMENTO DANNI - FESTA PAESANA CON FUOCHI D'ARTIFICIO: IL SINDACO RISPONDE PER I DANNI SUBITI DA UNO SPETTATORE COLPITO DA UN TIZZONE

 

In caso di danni cagionati da un tizzone sperato dagli addetti allo spettacolo pirotecnico, il sindaco è chiamato a risponderne ai sensi degli artt. 57 TLPS e 54 d.lgs. n. 267/2000.

 

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3 , ordinanza n. 12417/20; depositata il 24 giugno)

 

-------

 

RISARCIMENTO DANNI - AUTOMOBILISTA URTA UN DISSUASORE DI SOSTA NON SEGNALATO, IL COMUNE DEVE RISARCIRLO?

 

In tema di responsabilità civile per danni da cose in custodia, la condotta del danneggiato, che entri in interazione con la cosa, si atteggia diversamente a seconda del grado di incidenza causale sull’evento dannoso, richiedendo una valutazione che tenga conto del dovere generale di ragionevole cautela. Infatti, quanto più il possibile danno è prevedibile e superabile attraverso l’adozione da parte del danneggiato delle cautele prevedibili in rapporto alle circostanze, tanto più incidente deve considerarsi l’efficienza causale del comportamento imprudente del medesimo nel dinamismo causale del danno.

 

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 12416/20; depositata il 24 giugno)

 

-----

 

RISARCIMENTO DANNI - MALATTIA DOPO LE VACCINAZIONI NELLA PRIMA INFANZIA: NESSUNA CERTEZZA SCIENTIFICA E NESSUN INDENNIZZO

 

Persa la battaglia legale col Ministero della Salute portata avanti da un uomo affetto da una patologia neurologica manifestatasi a seguito di improvvisi aumenti di temperatura corporea verificatisi dopo la somministrazione delle dosi di vaccino. Escluso anche un ipotetico ruolo concausale delle vaccinazioni, poiché non vi è una probabilità scientifica del nesso con la malattia.

 

(Corte di Cassazione, sez. Lavoro, ordinanza n. 12445/20; depositata il 24 giugno)