Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Paolo Cendon - 07/01/2021

Meno limpido il lago

\\\

  “Qualcosa lo strumentario privatistico, coi suoi rimedi a misura d’uomo, può fare comunque”.

 L’ambiente è stato elevato a res publica dal legislatore? I soli a poter agire contro gli autori di un inquinamento sono gli organi dello Stato?

 “Certo è  che per il  danno suo e dei  suoi bambini  non si potrà negare – concludiamo in aula  -  un risarcimento  alla  mamma che, fino al giorno prima,  portava i suoi piccoli  a prendere il sole e fare il bagno   in un  laghetto a due chilometri da casa; che era felice di accompagnarli in  quell’angolo dove  la ghiaia  era bianca, tiepida,  piacevole a toccarsi, il fondo di sabbia intonsa, dorata, i ciuffi  d’erba smeraldini, carezzevoli; che un mattino, arrivata al solito posto,  scopre coi figli come la riva si sia all’improvviso trasformata in  una distesa bituminosa, il liquido  scuro, maleodorante, senza più ondine increspate, la superficie dell’acqua  preda di iridi sospette, che sporcano mani e piedi  solo a sfiorarli, con l’aria intorno ridotta allo scappamento di un’automobile,  pesciolini  e granchi morti sul bagnasciuga;  scoprendo  come  il disastro  si debba  a una fabbrica a monte, la quale, rinnovando  i suoi sistemi di lavorazione, ha preso di colpo a scaricare nello specchio  del lago liquami   densi e grigiastri ”.