Interessi protetti - Beni, diritti reali -  Laila Perciballi - 08/08/2020

La storia dell’ anziano condomino e delle delibere assembleari in violazione del regolamento di Condominio

Con la pronuncia n. 17198/2012 del 14.09.2012, il Tribunale Ordinario di Roma ha riportato ordine nella ripartizione delle spese condominiali che erano state imputate ai condomini in violazione del regolamento condominiale. Ebbene, l'anziano ed attento  condomino ha impugnato due delibere condominiali in tempi diversi ma dal medesimo contenuto. Con sentenza n. 17198/2012 del 14.09.2012, il tribunale di Roma ha verificato la mancata indicazione analitica dei nominativi dei partecipanti alle votazioni e delle rispettive quote di proprietà in millesimi ed  ha invalidato la delibera condominiale del 30 Giugno 2010 accogliendo l’ opposizione; mentre, per l’ altra delibera del 02.04.2009 il Tribunale di Roma, senza leggere il regolamento con attenzione, ha rigettato l’ opposizione. Ma l’anziano condomino, sapendo di avere ragione, come del resto si legge nella prima sentenza, ha deciso di fare appello. Ebbene a distanza di 11 anni dalla sentenza di primo grado n. 20319/2012, la Corte di Appello di Roma con sentenza n. 2282/2020 del 08.05.2020, ha invalidato la delibera ed ha riformato la sentenza dato che il regolamento condominiale va sempre applicato.
Dunque, cari condomini prima di fare opposizione è bene leggere il regolamento condominiale e verificare che la delibera assembleare riporti l’indicazione analitica dei nominativi dei partecipanti alle votazioni e le rispettive quote di proprietà in millesimi.

la pronuncia della Corte di Appello di Roma è consultabile alla pagina https://www.personaedanno.it/articolo/la-storia-dell-anziano-condomino-e-delle-delibere-assembleari-in-violazione-del-regolamento-di-condominio-corte-di-appello-di-roma-08-05-2020