Interessi protetti - Generalità, varie -  Laila Perciballi - 04/08/2020

La domenica SI, anche ai tempi superati (ma sempre oggetto di discussioni politiche) dell’”obbligo di chiusura nei giorni festivi” - Tribunale di Roma, sentenza del 28.11.2019

Il Tribunale Ordinario di Roma, con Sentenza n. 22865/2019 del 28 novembre 2019  ha riformato la sentenza del Giudice di Pace di Roma che confermava la sanzione ad un commerciante che, prima della liberalizzazione, ha tenuto l'attività di ristorazione aperta di domenica.
Ebbene, si legge nella sentenza di appello del Tribunale di Roma <<  l’art. 12, comma 1, del D.Lgs. n.114/98 prevede che nei comuni ad economia prevalentemente turistica, nelle città d’arte o nelle zone del territorio dei medesimi, gli esercenti determinano liberamente gli orari di apertura e di chiusura e possono derogare all'articolo 11, comma 4, riguardante l’obbligo di chiusura la domenica e nei giorni festivi.
Dunque, appare chiaro che nelle zone turistiche e nella città d’arte è il singolo operatore e negoziante a determinare autonomamente e liberamente i tempi di apertura dell’esercizio commerciale nei giorni festivi, diritto che scaturisce direttamente dalla legge nazionale, atteso che una diversa interpretazione che prevede in ogni caso l’intervento del sindaco svuota di significato il chiaro dettato normativo.

In ragione di tali dettati normativi, il Tribunale Ordinario di Roma, con Sentenza n. 22865/2019 del 28 novembre 2019 accoglieva l’appello del commerciante contestualmente annullando l’ordinanza di ingiunzione emessa dall’Amministrazione Capitolina prima delle intervenuta liberalizzazione.