Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Paolo Cendon - 28/06/2020

Il romanzo di un giovane povero

\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

 

SCRIVE UN MIO AMICO, AVVOCATO VENEZIANO:

-------

Il titolo indicato all'oggetto è un vecchio e per me bel film di Scola.

C'è un po' di tutto: problema intergenerazionale, la disoccupazione, il conflitto tra coniugi, il pm per bene … ma l'aspetto più interessante è la figura del "fragile" non "fragile".

Mi spiego tu ti occupi dei fragili "diagnosticati”, ma che ne è di quelli non diagnosticati, è l'ipotesi del protagonista ... quei soggetti che formalmente nulla hanno ma che al loro interno son più che fragili.

E' un po' il discorso - porta pazienza con la mia fantasia - degli atti leciti che in ragione del loro abuso si trasformano in illeciti, pensa al mobbing.

Penso che dovresti scrivere qualcosa, prima, però, devi vedere il film (se non lo hai già visto).