Cultura, società - Intersezioni -  Maria Rosa Pantè - 16/08/2020

Ferragosto

Talvolta un dono del Ferragosto per chi sta a casa è il silenzio...
Tutto è perfetto nell’unico tempo
che esiste ed è quest’attimo.
Tutto mi è perfetto: il ronzio delle api,
le ali delle farfalle, il prato incolto
di Dio e l’orto della meraviglia.
Tutto è perfetto: le chiome verde chiaro,
verde scuro degli alberi: gli spiriti
di altri mondi soffiano fra le foglie.
Si stagliano, ritagliano la loro
forma danzante nell'immobile azzurro.
Tutto è perfetto: le nuvole bianche
così dense che voce
umana non le può dire.
Tutto è perfetto le nubi mutevoli
così sottili e lievi che pensiero
umano non sa pensare. Ma sente
divenute perfezione dell’attimo.
Il nostro solo tempo: ed è l’eterno.
Tutto è perfetto, ancora una vertigine
di felicità. Viene da lontano
oltre le nuvole, viene dai semi:
la dea madre nutre le mie radici.