Varie - Varie -  Angelo Marra - 10/08/2020

Empatia, diritto e ascolto: il mio modo di assistere le persone

1 A volte il diritto e lento, farraginoso, deludente. A volte sembra "costruito " apposta per non funzionare.

Soprattutto quando sei una persona fragile non hai tempo o, voglie, o energia per intraprendere un cammino lungo e dall'esito incerto.

2 Mi domando sempre come farlo funzionare al meglio, perché, non lo dimentichiamo, Il diritto è uno strumento e non un fine.

Come aiutare ed assistere la persona che si rivolge a me in modo efficiente e che le sia utile?

3 Provo a dire la mia, da Avvocato:
- il cliente è il centro dell'azione giudiziaria: non vuol dire che abbia sempre ragione, ma l'avvocato deve curare gli interessi dell'assistito non " prescindendo" dai desideri di quest'ultimo. Anzi, il contributo del cliente deve essere fondamentale per la strategia difensiva.

- dar voce al cliente significa tradurne le istanze in termini giuridici, senza però rendere il tutto asettico, anzi bisogna farsi voce dell'altro senza sostituirsi a lui o lei.

- prospettare le reali possibilità di un'azione legale

- accompagnare la persona nel suo primo contatto col mondo del diritto applicato

- essere creativi

- dare speranza, forza e coraggio

-smascherare le illusioni.

- essere pazienti, ascoltare

- farsi ascoltare

- essere competenti

- riconoscere che il cliente è competente in ciò che lo riguarda: nessuno meglio di lui o lei è in grado di raccontare il proprio vissuto e dargli il giusto valore

- essere empatici

- dare a chi ascolta gli strumenti per farsi una propria opinione

- Ricordarsi che noi " mastichiamo diritto" tutti i giorni, chi ci ascolta -forse- no.

- non essere complicato: il latinorum non funziona

- concordare le strategie per il giudizio

- fatti pagare. Il giusto ma fatti pagare.

- ricorda a chi ti ascolta che c'è anche l'altra persona, l'altro avvocato ed il giudice.

- usare la tecnologia per andare incontro alle persone

- spiegare a chi assisti cosa stai facendo e perché

- ascoltare (non è un errore, lo ripeto perché è importante e deve essere un'attività continua).

4 Io l'avvocato lo faccio così.

5 Il diritto è una cosa un po' complicata, ma quando funziona come deve è fonte di enormi soddisfazioni umane, relazionali e anche professionali.

AM

avv.angelo.marra@gmail.com