Malpractice medica - Malpractice medica -  Riccardo Mazzon - 16/12/2020

Covid 19: perché nella maggior parte del mondo non è imposta la mascherina all'aria aperta?

Sono solo fake news quelle secondo cui le maschere facciali sanitarie hanno un marcato impatto negativo sulla capacità cardiopolmonare, compromettendo significativamente le attività fisiche più impegnative e lavorative?

Certamente le mascherine riducono significativamente la qualità di vita di chi le indossa e questi effetti devono essere presi in considerazione, spiega lo Studio, qui in allegato, "Effetti delle mascherine chirurgiche ed FFP2/N95 sulla capacità cardiopolmonare" Sven Fikenzer, T.Uhe, D.Lavall, U.Rudolph,R.Falz, M.Busse, P.Hepp, U.Laufs - Klinik und Poliklinik für Kardiologie, Universitätsklinikum Leipzig, Liebigstr. 20, 04103 Leipzig, Germany; Institut für Sportmedizin und Prävention, Universität Leipzig, Marschner Str. 29, 04109 Leipzig, Germany; Klinik für Orthopädie, Unfallchirurgie und Plastische Chirurgie, Universitätsklinikum Leipzig, Liebigstr. 20, 04103 Leipzig, Germany; Clinical Research in Cardiology - a confronto dei potenziali effetti protettivi sulla trasmissione virale.

Quasi ovunque, in effetti, tranne che in Italia, è consentito passeggiare all'aria aperta e senza mascherina con l'unica motivazione del "benessere psico fisico della persona".....

E l'Italia è uno dei paesi in cui il Coronavirus miete più vittime............

D'altro canto, è sempre l'Italia l'unico paese che impose - conniventi mass-media prostrati - in primavera, "guanti per tutti", scelta dimostratasi poi, a breve, sciagurata e nociva sotto tutti gli aspetti (salute, inquinamento, soldi buttati al vento, business a forte rischio di corruzione....).

E se fosse lo stesso per le mascherine all'aperto?