Amministrazione di sostegno - Aspetti processuali, impugnative -  Paolo Cendon - 27/08/2020

ADS >> reclami contro i decreti del GT, chi decide?

La Cassazione non ci ha praticamente mai deluso in tema di Amministrazione di sostegno, anzi ...  le siamo riconoscenti.

Ora dovrà pronunciarsi sulla questione: chi decide sui decreti del GT, quando il beneficiario (di solito è lui) li impugna?

Decide la Corte d’Appello o decide lo stesso GT il cui provvedimento è impugnato?

-----

A leggere la domanda sembra già di avere le traveggole: avete mai trovato qualcuno, salvo Lao Tse o Confucio, che ammetta di avere sbagliato a questo mondo?

La stessa Cassazione, prima di capire di aver fatto una cosa non buona, ce ne mette di tempo!!!

Pensate al danno non patrimoniale: c’è ancora qualche sentenza degli ermellini che difende le … ostinazioni di cui alle pronunce di S. Martino del 2008!

-----

Chissà come andrà a finire stavolta.

Per me è ovvio che, salvo casi limite, dovrebbe essere sempre la Corte d’Appello a decidere. Chi conosce la realtà della law in action sa quanto spesso i GT  siano in effetti frettolosi, o siano subissati dalle richieste, o non vengano informati adeguatamente, o non abbiano  il tempo di sentire il beneficiario.

E ne va della vita quotidiana di tante persone fragili!!!

----

Bene anche  - volendo - la soluzione del Tribunale in composizione collegiale, senza dentro il Gt che ha fatto il decreto impugnato: può funzionare, è più agile come sistema, l'importante è che ci sia un controllo non formale e non meramente cartaceo della vicenda.

-----

Sono anche un po’ arrabbiato perché non mi telefonano mai, dalla Cassazione, quando devono decidere a Roma problemi del genere.

Non sarebbe logico, visto che continuano a ripetere che sono il ‘padre della legge sull’amministrazione di sostegno’, che almeno mi interpellassero in argomento? 

 Ma forse sarà meglio così…. Voi cosa dite?